La pelle mista è una tipologia di pelle ibrida e, proprio per questo motivo, difficile da riconoscere. A metà tra la pelle grassa e quella secca, la pelle mista è caratterizzata dalla presenza di pelle lucida ed impura nella "Zona T" del viso, quella della fronte, del naso e del mento, con pori dilatati visibili, e dalla simultanea presenza di zone secche, quella del contorno occhi, dei bordi del naso e, in generale, dei contorni del volto. Riconoscerla può risultare difficile ad un occhio non esperto. Può capitare, infatti, che venga scambiata per pelle grassa e che si utilizzino prodotti sbagliati per trattarla, finendo con l'aggravare il problema della secchezza e della produzione di sebo in eccesso.

Il primo errore da non commettere, quindi, è quello di adottare la skin-care per la pelle grassa per trattare quella mista. L'utilizzo di prodotti troppo aggressivi, infatti, potrebbe disidratarla.

Fortunatamente è possibile seguire una skin-care routine per la pelle mista composta da pochi passaggi e comprendente prodotti, anche low cost, che aiutano a rendere la cute pura, pulita e ben idratata.

Quali sono le caratteristiche della pelle mista?

La pelle mista è una tipologia di pelle non uniforme che presenta caratteristiche sia della pelle grassa che di quella secca. Si manifesta soprattutto attraverso la pelle che diventa lucida e oleosa nella "Zona T", quella che comprende fronte, naso e mento, mentre in altre zone, come quelle del contorno occhi, delle guance e dei bordi del naso, appare secca e disidratata. Si tratta, quindi, di una pelle che risulta contemporaneamente impura e arida, e che occorre trattare con i prodotti giusti, che garantiscano il giusto equilibrio tra idratazione e regolazione del sebo in eccesso. La cosiddetta "Zona T", infatti, assume quello sgradevole aspetto untuoso a causa dell'eccessiva produzione di sebo da parte della ghiandole sebacee, mentre le zone che appaiono secche necessitano di essere nutrite per donare loro un aspetto sano e luminoso. Bisogna, quindi, trattare questa tipologia di pelle con particolare attenzione. L'utilizzo di prodotti troppo aggressivi, infatti, invece di purificare la pelle potrebbero disidratarla ulteriormente, con un doppio effetto indesiderato: quello di aumentare la produzione di sebo e di renderla ancora più secca.

Ulteriori manifestazioni della pelle mista sono la presenza di pori dilatati in particolari punti del viso, come in mezzo alla fronte o sul naso, dei comedoni chiusi, meglio conosciuti come punti neri, di brufoli, che compaiono occasionalmente dove la pelle è più impura, come ad esempio sul mento, o sotto pelle, che potrebbero lasciare sulla pelle anche macchie scure.

Un'altra caratteristica della pelle mista è la sensazione che la pelle tiri dopo la beauty routine o, in generale, dopo la pulizia del viso. Questa sensazione si avverte quando vengono effettuati trattamenti  troppo aggressivi e non si deve erroneamente credere che si tratti di un modo della pelle per farci capire che è perfettamente pulita. Al contrario, la pelle che tira ci comunica che la skin care è errata.

Come individuare la pelle mista?

Proprio per questa sua natura ibrida, non è facile individuare la pelle mista. Ma come fare per riconoscerla? Il primo metodo è facile ed immediato: al mattino, specchiarsi e notare se, nella zona della fronte, del naso e del mento, comunemente chiamata "Zona T", è presente l'effetto lucido. Anche controllare il viso di sera è un modo efficace per rendersi conto se si ha la pelle mista o meno: se notiamo che a fine giornata fronte, mento e naso hanno un aspetto untuoso, allora la pelle è indubbiamente mista.

Il secondo metodo per individuare la pelle mista consiste nel pulire a fondo la pelle utilizzando esclusivamente un detergente apposito, per rimuovere impurità e residui di trucco, senza applicare sul viso ulteriori prodotti. Dopo circa 20 minuti notare se la pelle diventa lucida nella zona della fronte, del naso e del mento con pori visibili, mentre in altre zone, come quella del contorno occhi, delle guance, dei bordi del naso o, in generale i contorni del viso, tirano o risultano secchi. Da questi segnali della cute è possibile riconoscere facilmente la pelle mista.

Le cause della pelle mista

Le cause della pelle mista sono molto spesso da ricollegare a fattori genetici e, quindi, ad una predisposizione naturale che porta le ghiandole sebacee a produrre sebo in quantità maggiore. Ma non solo. Può capitare, infatti, che la pelle inizi a diventare lucida durante l'adolescenza, quando arriva il ciclo mestruale o la menopausa, ovvero in quei momenti della vita di una donna in cui si verificano squilibri ormonali. Per quanto riguarda le altre cause della pelle mista, sono da menzionare gli sbalzi termici, eccessivo stress e alimentazione scorretta. Infatti, alcuni cibi, in modo particolare quelli ricchi di zuccheri e di grassi, fritti o eccessivamente salati, contribuiscono ad accentuare il problema.

Come detergere e purificare la pelle mista

Per detergere e purificare la pelle mista occorre utilizzare i prodotti giusti. Come più volte ribadito, infatti, la presenza simultanea di zone impure e di zone secche rende un po' complicata l'individuazione dei detergenti per pulire ed eliminare le impurità dalla cute. Quindi, come detergere e purificare in modo corretto la pelle mista? Il primo suggerimento è quello di non trattarla come se fosse esclusivamente grassa. In particolare, per la detersione, è assolutamente sconsigliato utilizzare prodotti troppo aggressivi e, appunto, specifici per la pelle grassa perché eliminano temporaneamente il sebo in eccesso e l'effetto lucido ma peggiorano il problema della secchezza e dell'aridità nelle zone delle guance, dei bordi del naso e del viso e del contorno occhi. Il consiglio è quello di utilizzare detergenti schiumogeni delicati, in particolare quelli in mousse. Questi prodotti, infatti, rimuovono l'effetto lucido e untuoso della pelle, il sebo in eccesso e le impurità ma senza aggredirla e renderla ulteriormente secca. Altri prodotti consigliati per detergere e purificare la pelle mista sono i detergenti in gel o l'acqua micellare delicata, da passare sul viso mattina e sera utilizzando un dischetto di cotone.

Skin-care routine pelle mista: tutti i passaggi e i prodotti consigliati

La skin-care per la pelle mista prevede una beauty routine composta da pochi passaggi e che comprende l'utilizzo di prodotti low cost, acquistabili anche online. La skin-care per la pelle mista e impura è, infatti, fondamentalmente economica: per questo motivo occorre semplicemente avere la costanza di effettuare questi step tutti i giorni per ridare alla propria pelle l'aspetto sano e luminoso che si desidera. Scopriamo insieme, quindi, quali sono i 6 passaggi e i prodotti consigliati per prendersi cura della pelle mista.

1. Struccare la pelle con l'acqua micellare

Si tratta, in realtà, di un passaggio da compiere a prescindere dalla tipologia di pelle. Tutte le donne, infatti, dovrebbero, prima di andare a dormire, utilizzare uno struccante per rimuovere il trucco e permettere alla pelle di respirare durante la notte. Infatti, è proprio di notte che la pelle si rigenera e, per non farle trovare ostacoli, occorre che i pori non siano occlusi: per farlo bisogna struccarsi correttamente. Per la pelle mista il suggerimento è quello di utilizzare l'acqua micellare, preferibilmente delicata: questo prodotto, infatti, rimuove le impurità, il sebo in eccesso e pulisce la pelle senza aggredirla. Si tratta, infatti, di uno struccante molto leggero particolarmente indicato per le pelli miste perché le purifica senza renderle secche. Per struccasi è possibile utilizzare anche le salviette struccanti ma non troppo spesso, perché tendono a rendere la cute più secca.

2. Detergere e pulire la pelle con un detergente

Dopo aver terminato il passaggio fondamentale della rimozione del trucco, è altrettanto importante detergere e completare la pulizia della pelle utilizzando prodotti appositi. Per quanto riguarda la detersione, come specificato nel paragrafo dedicato, quelli più indicati sono i detergenti, in particolare quelli schiumogeni in mousse che igienizzano a fondo il viso, rimuovono impurità, i residui di trucco, il sebo in eccesso e l'effetto unto senza lasciarlo secco e disidratato. In commercio, inoltre, è possibile trovare anche i detergenti in gel, che lasciano una piacevole sensazione di freschezza e di morbidezza della cute, senza appesantirla. L'importante è scegliere un detergente che non contenga sostanze aggressive, come alcool o solfati, o quelli esclusivamente indicati per le pelli grasse che, come più volte specificato, non risolvono i problemi delle pelli miste, ma possono accentuarli se non aggravarli.

3. Completare la pulizia con un tonico

Per completare la pulizia della pelle è indispensabile utilizzare un  tonico viso. Si tratta di un prodotto che va applicato dopo il detergente, perché non solo aiuta a rimuovere non solo impurità e residui di make-up, ma anche il sebo e le cellule morte, ovvero tutto ciò che favorisce l'occlusione dei pori e la formazione di punti neri e brufoli. Inoltre, questi prodotti svolgono un'altra funzione molto importante per la salute della nostra pelle: quella di riequilibrane la naturale acidità. I migliori tonici viso per le donne che hanno la pelle mista e impura sono quelli senza alcool, idratanti e lenitivi, oppure quelli che svolgono un'azione astringente e purificante. Vanno applicati al mattino, dopo la detersione, e picchiettati (non strofinati!) sul viso utilizzando un dischetto di cotone, facendo attenzione ad evitare il contorno occhi.

4. Nutrire la pelle con una crema viso specifica

Siamo giunti al passaggio più delicato della skin-care routine per la pelle mista: quello della scelta della crema viso ideale per trattare una cute che allo stesso tempo risulta secca e impura, senza appesantirla troppo ed evitando di seccarla. Come fare per trovare la giusta crema idratante?

Fortunatamente in commercio sono disponibili diverse tipologie che vengono incontro alle esigenze delle donne con la pelle mista. Le migliori sono quelle dalla texture leggera, che lasciano respirare la pelle e non l'appesantiscono. Il suggerimento è quello di scegliere le creme viso con ingredienti specifici per la cura della pelle mista e che, quindi, contengano, in particolare, acido ialuronico, ideale per l'idratazione, vitamina E, sebo equilibrante e capace di lenire i rossori, vitamina C, anti-ossidante ed anti-infiammatoria e i fosfolipidi, che proteggano la pelle dove è più secca. L'utilizzo di questo prodotto è ad ogni modo fondamentale sia d'inverno, quando il freddo tende a seccare la pelle, sia d'estate quando la produzione di sebo aumenta.

5. Idratare il contorno occhi

Una delle zone del viso che risulta particolarmente secca quando si ha la pelle mista è il contorno occhi. Insieme alle guance, ai bordi del viso e del naso, infatti, la parte del volto che resta immune dallo sgradevole effetto lucido e untuoso anche se soffre di secchezza ed appare disidratata. Per questo motivo l'utilizzo del giusto contorno occhi è fondamentale non solo per idratarli, ma anche per alleviare la fastidiosa sensazione di pesantezza o di stanchezza che si avverte dopo una giornata di studio o di lavoro. Per la scelta di questo prodotto vale la regola indicata per tutti gli altri precedentemente indicati: sceglierne uno capace di nutrire ed idratare, ma non troppo pesante ed aggressivo. Già dopo qualche applicazione lo sguardo risulterà più luminoso, riposato e ringiovanito.

6. Purificare la pelle con le maschere viso

Le maschere viso sono indispensabili per trattare la pelle mista (ma non solo) e donarle un aspetto sano e luminoso. Quelle per pelli miste disponibili in commercio sono quelle all'argilla, in particolare quella bianca e quella rosa. L'argilla bianca, infatti, è perfetta per le pelli miste perché agisce delicatamente ma nutre ed idrata, mentre l'argilla rosa è sebo-equilibrante, purificante, astringente ma non secca o disidrata la cute. Un suggerimento è quello di applicare la maschera viso all'argilla 1 o 2 volte la settimana  esclusivamente sulle zone che risultano lucide ed untuose, evitando quelle secche come, ad esempio, il contorno occhi. Per chi desidera un effetto più immediato, il consiglio è quello di utilizzare due maschere, una idratante e nutriente sulle zone secche, ed una purificante ed astringente sulle zone impure.

Altri consigli per la skin-care della pelle mista e impura

Per ottimizzare la skin-care routine della pelle mista e impura, oltre a seguire i 6 passaggi elencati ed ad utilizzare i prodotti indicati, è opportuno seguire qualche consiglio che aiutano ad ottenere più velocemente una pelle sana, luminosa, pulita e ben nutrita.

Truccarsi con i prodotti giusti

Oltre a scegliere con attenzione i prodotti per la skin-care routine, è importante anche utilizzare i trucchi giusti. Quelli che le donne con la pelle mista dovrebbero utilizzare sono pochi ma essenziali per avere un trucco sempre perfetto. Ecco quali sono.

  • Primer viso: si tratta di un prodotto che aiuta a correggere le imperfezioni, a minimizzare i pori e a stendere meglio il trucco. I migliori per la pelle mista tra quelli disponibili in commercio sono quelli opacizzanti, che dovranno essere stesi esclusivamente nella "Zona T", quella che tende a diventare lucida e dove i pori sono ben visibili.
  • Fondotinta minerali: i fondotinta minerali sono quelli più indicati per truccare la pelle mista perché sono naturali e, di conseguenza, non aggressivi, ma concedono anche un effetto opacizzante, ideale per evitare che la cute assuma quello sgradevole aspetto untuoso.
  • Cipria: tra le ciprie disponibili in commercio, quella minerale è indubbiamente la più indicata per truccare la pelle mista. A differenza del fondotinta è consigliabile applicarla esclusivamente sulla fronte, sul naso e sul mento, ovvero, quelle zone che tendono a diventare lucide.
  • Correttore: il correttore può essere utilizzato per nascondere le imperfezioni nelle zone del viso che tendono a diventare secche, come il contorno occhi, i bordi del naso, le guance e, in generale, i bordi del viso.

Perfezionare la skin-care con una sauna facciale

Utilizzare una sauna facciale è un metodo casalingo, economico ed efficace per una pulizia del viso efficace e profonda, ma non solo. Il vapore, infatti, apre i pori, rendendo la cute luminosa, idratata e priva di impurità. Inoltre, utilizzare la sauna facciale prima di applicare la maschera viso all'argilla rosa o bianca aiuta ad aumentare la sua efficacia, proprio perché i pori sono ben aperti, pronti per assumere il trattamento.

Pulire a fondo il viso con le spazzole viso

Un accessorio indispensabile per la pulizia del viso casalinga è la spazzola per la pulizia del viso, perfetta per purificare la pelle mista. Disponibili anche in silicone, le spazzole per la pulizia del viso rimuovono le cellule morte, le impurità, i punti neri, il sebo in eccesso, esercitando una leggera azione esfoliante che rigenera la pelle senza aggredirla. Proprio per la sua efficacia e per la sua  non aggressività, questi accessori sono ideali per trattare le imperfezioni derivanti dalla pelle grassa.

Evitare scrub troppo aggressivi

Si tratta di un suggerimento che a questo punto potrà sembrare banale, ma che occorre ribadire: attenzione all'utilizzo di prodotti troppo aggressivi! Lo scrub, in particolare, è fondamentale per rendere la pelle perfettamente pulita ma che, se non si ha la pelle particolarmente grassa, andrebbe evitato perché, se da un lato elimina le impurità, dall'altro potrebbe disidratare la pelle e seccarla. Per questo motivo, nel caso della pelle mista, il suggerimento è quello di sceglierne uno delicato e di utilizzarlo esclusivamente sulla "Zona T".