La pelle grassa è caratterizzata da comedoni, brufoletti, pori dilatati e aspetto untuoso ed è tipica degli adolescenti ma non solo. La pelle diventa grassa a causa di una eccessiva produzione di sebo e si presenta con colorito spento, untuosa con pori dilatati e più soggetta ad arrossamenti. Inoltre ci sono piccole imperfezioni, tra cui i punti neri che si formano a causa dell’eccessiva produzione di sebo che ostruisce i pori e che rendono la trama poco regolare. Tra le cause esterne ci sono squilibri ormonali, sindrome dell’ovaio policistico, assunzione di alcuni farmaci come i cortisonici, alimenti ricchi di grassi e cosmetici o detergenti aggressivi e non adatti al tipo di pelle. Vediamo quali sono i tipi di pelle grassa e i rimedi per ridurre l’eccesso di sebo.

Tipi di pelle grassa

  • Pelle grassa oleosa: in questo tipo di pelle il sebo è più fluido e la pelle appare lucida e con pori dilatati.
  • Pelle grassa seborroica: le ghiandole sebacee producono molto sebo e i pori sono molto dilatati e visibili.
  • Pelle grassa asfittica: il sebo è molto denso, ceroso e ostruisce i follicoli favorendo la comparsa di comedoni chiusi (punti neri), o aperti (punti bianchi). La pelle sarà ruvida al tatto e più spessa.
  • Pelle grassa a tendenza acneica: in questo tipo di pelle grassa si ha la formazione di papule e pustole che si formano a causa dei batteri che infiammano il follicolo provocando lesioni che possono lasciare cicatrici. È una pelle che si arrossa facilmente e si presenta non solo in età adolescenziale ma anche fino ai 30 anni.
  • Pelle mista: in questo caso alcune zone del viso sono secche, come le guance, e altre sono grasse come quelle della zona T (fronte, naso, mento).

Come curare la pelle grassa con i rimedi naturali

É possibile preparare a casa dei rimedi fai da te e naturali per un trattamento perfetto per la pelle grassa utilizzando prodotti che abbiamo in dispensa o da acquistare in erboristeria.

Gel di aloe vera: idrata in profondità senza ungere la pelle e assorbe il sebo in eccesso. Si può applicare mattina e sera al posto della crema.

Amido di mais: asciuga la pelle assorbendo il sebo in eccesso: crea una maschera fai da te miscelando due cucchiai di amido di mais con dell'acqua fino a formare un composto omogeneo e cremoso da applicare sul viso lasciandolo in posa per 10 minuti prima di risciacquare con acqua tiepida.

Limone: Unendo acqua e succo di limone e tamponando la lozione sul viso con un batuffolo di cotone otterrete un tonico astringente e illuminante.

Aceto: l’aceto di vino bianco aiuta a purificare la pelle: versatene poche gocce su di un batuffolo di cotone ed utilizzatelo come tonico ed astringente per i pori prima di andare a dormire. Se la pelle è sensibile diluitelo con l’acqua: 1 cucchiaino d'aceto ogni 4 cucchiaini d'acqua.

Albume d’uovo: per ridurre l’eccesso di sebo, sbattete il bianco di un uovo e applicatelo sulla pelle pulita. Lasciate agire per 10 minuti e risciacquate con cura.

Bicarbonato: vi basterà massaggiare un po’ di bicarbonato di sodio sulla pelle una volta al giorno, per ridurre l’eccesso di sebo e l’effetto oleoso. Dopo sciacquare bene i residui.

Maschera purificante alla mela: unite mezza mela a 3 cucchiai di chicchi di avena cotti e un cucchiaio di succo di limone. Frullate tutto e applicate sul viso lasciando in posa per 15 minuti. Risciacquate bene con acqua fredda.

Scrub con sale e limone: mischiate due cucchiai di sale con un cucchiaio di succo di limone che servirà solo ad ammorbidire il composto dato che si dovrà mantenere l’aspetto granulare del sale. Massaggiare con movimenti circolare per un paio di minuti e risciacquare. Dato che il limone tende a seccare la pelle, dopo passate sul viso un batuffolo imbevuto con acqua di rose e mettete la vostra crema idratante.

Cosmetici per la cura della pelle grassa

Le creme ideali per prendersi cura della pelle grassa sono quelle opacizzanti e sebo equilibranti: l'eccesso di sebo infatti rende la pelle lucida e spesso i pori sono dilatati. Meglio quindi agire anche a livello del trattamento viso e non solo con il make up per avere un incarnato opaco ma luminoso. La crema servirà a ristabilire gli equilibri e a rendere morbida e vellutata la pelle: sono da preferire le texture in gel o le creme leggere, mentre sono da evitare i prodotti troppo corposi e burrosi che sono invece perfetti per idratare la pelle secca.

Alimentazione corretta per la pelle grassa

Chi ha la pelle grassa dovrà fare particolare attenzione all’alimentazione: i cibi che non devono mancare sono pesce, frutta, verdura e yogurt, ricco di fermenti lattici che aiuta la regolarità intestinale, inoltre è importante bere molto per purificare la pelle e consumare cereali integrali e cibi ricchi di vitamina A e B.
Tra i cibi da evitare ci sono quegli alimenti che contengono molti zuccheri tra cui anche succhi di frutta dolcificati e quelli che contengono sostanze eccitanti come la caffeina, contenuta, oltre che nel caffè, anche nelle bevande gassate. Da evitare i cibi molto salati ma anche alimenti ricchi di grassi come i salumi e gli insaccati, oltre ai fritti e gli alimenti industriali.

Consigli per non ingrassare la pelle

Evitate lavaggi troppo frequenti (non più di 2 o 3 al giorno) per evitare di avere l’effetto opposto e produrre più sebo.
Non utilizzate saponi e cosmetici troppo aggressivi, ma applicate sul viso prodotti adatti a pelli grasse e che contengano un basso Ph (4.5)
Fare la pulizia del viso con il vapore una volta a settimana per dilatare e pulire i pori applicando un prodotto esfoliante e utilizzando alla fine del tonico astringente o semplicemente acqua fredda.
Evitate i prodotti senza risciacquo perché potrebbero peggiorare la situazione ostruendo i pori.
Fare uno scrub almeno una volta a settimana per eliminare le cellule morte e avere un viso più levigato e luminoso.
Proteggete la pelle dal sole applicando una protezione solare adeguata, per evitare che le radiazioni UV contribuiscano a facilitare la formazione di comedoni e brufoletti.
Anche il fumo non aiuta la pelle grassa perché aderisce agli strati superficiali della pelle contribuendo a renderla oleosa.