Milano Fashion Week Primavera/Estate 2022
27 Settembre 2021
17:08

Sono tornati gli anni Duemila: da Dolce&Gabbana a Missoni vita bassa, slip a vista e micro top

Sarà il ritorno di fiamma tra Jennifer Lopez e Ben Affleck, sarà il reboot Sex&The City, ma gli anni Duemila non sono mai stati così trendy. La moda lo ha già capito: sulle passerelle della Milano Fashion Week abbiamo visto il trionfo della vita bassa, delle minigonne-cintura e dello stile colorato e ultra scintillante di Paris Hilton e Britney Spears.
A cura di Beatrice Manca
da sinistra, Blumarine, Dolce&Gabbana, Missoni
da sinistra, Blumarine, Dolce&Gabbana, Missoni
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Milano Fashion Week Primavera/Estate 2022

Dovevamo aspettarcelo: prima è tornato il minimal degli anni Novanta, poi hanno imperversato i trend a cavallo del nuovo millennio e ora eccoli qui, gli anni Duemila, in tutto la loro gloria complicata. Sulle passerelle della Milano Fashion Week appena conclusa l'ispirazione degli anni zero è stata una tendenza ricorrente, da Missoni a Blumarine, passando per Etro, N°21 e DROMe. Un capitolo a parte poi merita Dolce&Gabbana, che ha fatto dell'estetica anni Duemila il suo manifesto stilistico per la collezione Primavera/Estate 2022: le t-shirt stampate, gli strass, i cristalli, il mix'n'match, i pantaloni baggy con stampe mimetiche. Ma sopratutto, la moda in stile MTV significa una sola cosa: il ritorno della vita bassa, croce e delizia delle fashion victim, che espone senza pietà pancia, ombelico e pure l'elastico degli slip.

Perché la Gen Z ama gli anni Duemila

Il ritorno degli anni Duemila è merito – o colpa – della Generazione Z, gli adolescenti di oggi che all'arrivo del nuovo millennio non erano neanche nati. Perciò, rovistando negli armadi, si sono innamorati di tank top, cappellini da pescatore e strappy dress, i mini abiti aderenti con le spalline. Lo stile di Lindsay Lohan, Britney Spears e Paris Hilton spopola su TikTok con il nome di "coconut girl" oppure semplicemente Y2k. Sarà il ritorno di Jennifer Lopez e Ben Affleck, sarà il reboot Sex and The City, ma quel decennio non è mai stato così trendy. Le ricerche di abiti "vintage" dei primi duemila è schizzata alle stelle (perfino Juicy Couture ha rilanciato le sue iconiche tute) e i designer hanno deciso di approfittarne.

Dolce&Gabbana Primavera/Estate 2022
Dolce&Gabbana Primavera/Estate 2022

Il ritorno degli anni Duemila alle sfilate di Milano

La sfilata di Dolce&Gabbana è interamente ispirata agli anni Duemila: i due designer hanno dichiarato di aver preso l'idea dai loro clienti più giovani, che cercano ossessivamente i capi "vintage" dell'epoca. E quindi via libera al "bling-bling" di Paris Hilton, fatto di strass e cristalli, alle minigonne-cintura con le fibbie gioiello, ai pantaloni cargo camouflage. E se l'orlo si abbassa, ecco spuntare di nuovo l'elastico degli slip (rigorosamente logato). Ed è già di tendenza: anche GCDS fa spuntare dai jeans i laccetti di un perizoma ricoperti di cristalli.

GCDS collezione Primavera/Estate 2022
GCDS collezione Primavera/Estate 2022

Tra i grandi ritorni c'è il denim, che imperversa trasversalmente in quasi tutte le collezioni presentate a Milano: tornano i jeans in passerella in versione boyfriend, rigorosamente a vita bassa. Missoni fa sfilare minigonne-cintura, abiti trasparenti e jeans oversize abbinandoli ai microtop a fascia, un altro grande classico dell'estetica Y2k. Anche la sfilata di Etro punta sui top "mini" abbinati ai jeans over, mentre N°21 fa scendere l'orlo di minigonne e pantaloni "aprendolo" su un fianco con tagli cut-out.

Missoni Primavera/Estate 2022
Missoni Primavera/Estate 2022

Le citazioni degli anni zero continuano nella sfilata di DROMe: pantaloni baggy, colori acidi, scarpe dalla punta squadrata e top che lasciano l'ombelico scoperto. Vita bassa anche sulla passerella di Versace, che pesca dai propri archivi i crop top, le minigonne, i sabot e i top-bandana in colori accesi. Blumarine aveva già omaggiato l'epoca d'oro di MTV con la collezione invernale – dedicandola allo stile girly di Britney Spears – e rilancia con quella estiva: mini cardigan, volant, scarpe a punta, e tute in colori confetto, dal rosa al verde pistacchio.

Blumarine Primavera/Estate 2022
Blumarine Primavera/Estate 2022

Siamo pronte al ritorno della vita bassa?

Non solo la moda degli anni Duemila era glamour al limite del lezioso, sexy, scintillante fino all'eccesso: era sostanzialmente difficile da portare. Per sfoggiare la vita bassa e i tank top (insieme!) bisognava avere addominali scolpiti: la vita sottile e la pancia piatta sono state ossessioni di lungo corso della moda, accusata di promuovere standard impossibili di magrezza e di voler vestire solo donne esili e slanciate. Poi la moda è cambiata, ma soprattutto è cambiato il clima culturale, sotto il segno della body positivity e dell'orgoglio curvy.

Versace Primavera/Estate 2022
Versace Primavera/Estate 2022

Dopo anni di linee oversize e pantaloni a vita alta, vita bassa sembrava definitivamente scomparsa. Fino a oggi, almeno. La buona notizia? Se c'è una lezione che abbiamo imparato dalle passerelle in questi anni è che la moda non è un diktat, ma un gioco: ognuno è libero di divertirsi con i vestiti e con il proprio corpo, senza rendere conto a nessuno.

Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni