Alcuni look dalla collezione P/E 21 di Sportmax
in foto: Alcuni look dalla collezione P/E 21 di Sportmax

Linee oversize, colori pastello e fantasie geometriche oppure abiti con decori patchwork o con originali cut sul tessuto. E ancora divertenti accostamenti a blocchi di colore intenso, maxi pois e righe in versione "jail", ecco cosa indosseremo la prossima Primavera/Estate 2021 e quali saranno le tendenze must di stagione, viste sulle passerelle di Milano e Parigi. Tornano di moda gli anni '90 e i look composti con pantaloni a vita bassa, cardigan corti, crop top, gonne longuette che lasciano l'ombelico scoperto e con capi dai "colori baby" come il rosa confetto. Direttamente dai '90 sembrano arrivare anche i look rigorosi e minimal, con modelli che assomigliano a vestiti formali e uniformi, e gli abiti oversize con blazer e pantaloni, i completi gessati e i vestiti dalla stampa "foliage". Dalle fantasie alla moda ai capi must, ecco le tendenze più cool per la prossima Primavera/Estate 2021.

Extra large: il completo è comodo

Il must per la prossima primavera? Senza dubbio il completo maschile dalle line extra large. Via dunque con blazer dalle maniche lunghissime e dalle spalle imponenti, da abbinare con pantaloni coordinati dalle linee morbide, a palazzo o balloon con vita alta. I completi più chic sono quelli mono colore senza fantasia, soprattutto realizzati con toni neutri come il beige, il panna e il tabacco, colori scelti da DROMe, Stella McCartney e Alberta Ferretti. Sono invece total white i completi mannish visti sulla passerella di Etro, grigi e con giacche doppio petto extra large quelli che fanno parte della collezione Primavera/Estate 2021 di Sportmax.

da sinistra DROMe, Sportmax, Stella McCartney, Alberta Ferretti, Etro
in foto: da sinistra DROMe, Sportmax, Stella McCartney, Alberta Ferretti, Etro

L'ombelico è fuori: torna di moda la vita bassa

Tornano di moda gli anni '90 e dunque le gonne, i pantaloni e i jeans a vita bassa e anche i top e i cardigan corti che lasciano scoperto l'ombelico.  A seguire il trend nineties della vita bassa è soprattutto Nicola Brognano che, al suo esordio come Direttore Creativo di Blumarine, durante le sfilate P/E 21 di Milano ha proposto una collezione tutta ispirata ai '90 con completi rosa confetto, fantasie floreali, cardigan dallo scollo furry e pantaloni e gonne a vita bassa. Mostrano l'ombelico anche i morbidi pantaloni con elastico in vita di Isabel Marant e i jeans "stressed" visti sulla passerelle Primavera/Estate di Etro. Alessandro Dell'Acqua propone sulla passerella di N.21 pants in satin verde acido a vita bassissima, mentre da Balmain sfilano gonne asimmetriche a vita bassa, sotto cui spuntano aderenti ciclisti in perfetto mood anni '90.

da sinistra Isabel Marant, Balmain, Blumarine, N.21, Etro
in foto: da sinistra Isabel Marant, Balmain, Blumarine, N.21, Etro

Geometrie: la tendenza optical in bianco e nero

Enormi scacchi, sottili righe verticali o maxi stripes in versione jail che ricordano le iconiche uniformi dei detenuti nel film retrò: la prossima primavera saranno di moda fantasie geometriche e optical dalle forme differenti, l'importante è che siano tutte in bianco e nero. Linee orizzontali si incontrano con linee oblique nei rigorosi modelli con colletto e smanicati di Cividini, mentre maxi stripes decorano gli abiti destrutturati di Marni; da Louis Vuitton, poi, le righe sono verticali e sottili e decorano pantaloni extra large da indossare con maxi cinture. Scacchi e quadri impreziosiscono, invece, i blazer da smoking di Dolce&Gabbane e gli abiti dalle linee anni '50 di Maryling.

da sinistra Cividini, Marni, Dolce&Gabbana, Louis Vuitton, Maryling
in foto: da sinistra Cividini, Marni, Dolce&Gabbana, Louis Vuitton, Maryling

Maniche tagliate: sono trendy i cut su maniche e spalle

Maniche tagliate su cappotti, giacche, vestiti e chemisier e spalle nude grazie a cut realizzati nel tessuto di bluse e camicie: i tagli netti la prossima Primavera/Estate saranno decisamente di moda. Li abbiamo visti su blazer, giacche e abiti della collezione Primavera/Estate 2021 di Max Mara o nei rigorosi modelli total white che hanno sfilato sulla passerella di Fendi. Mario Dice propone invece top e bluse con profondi cut laterali che lasciano le spalle nude.

da sinistra Max Mara, Mario Dice, Fendi
in foto: da sinistra Max Mara, Mario Dice, Fendi

Color block: gli abbinamenti di colore sono strong

Tonalità accese e decise da accostare tra loro in modo inconsueto, ecco come creare un look a blocchi di colore. Questa tendenza, perfetta per la primavera, ha spopolato sulle ultime passerelle di Milano. L'abbiamo vista, con capi dai toni pastello e meno accesi, nella collezione di BOSS e di Fendi. Giallo e celeste caratterizzano agli abiti aderenti e off shoulder della collezione Primavera/Estate 2021 di MSGM, mentre accecanti toni fluo spiccano nei look color block di Versace. Tod's, infine, propone top lilla a contrasto con pantaloni corallo oversize.

da sinistra BOSS, Versace, MSGM, Tod’s, Fendi
in foto: da sinistra BOSS, Versace, MSGM, Tod’s, Fendi

Rigore: l'uniforme è di moda

Rigore, minimalismo e capi essenziali, il mood per la prossima primavera è basic, quasi rigido. Sono di moda completi e vestiti che sembrano uniformi e abiti da lavoro, come i completi total black di Cividini, con camicia e cravatta, o gli abiti grembiule in total white di Fendi o ancora gli outfit rigorosi di Giada ed Emporio Armani. Raf Simons, al suo esordio come co-Direttore Creativo di Pradapropone un'intera collezione che gira intorno al concetto di rigore formale e rivisita le uniformi, a lui tanto care, per creare look essenziali e minimal, con abiti dalle linee basic e completi scuri con pantaloni slim e camicie.

da sinistra Cividini, Fendi, Prada, Emporio Armani, Giada
in foto: da sinistra Cividini, Fendi, Prada, Emporio Armani, Giada

Patchwork: evviva il mix di fantasie

Pois accostati a stampe animalier, fiori  e denim, broccato e seta, quadretti e tessuti trapuntati, cuori ricamati e così via. Il patchwork la prossima primavera sarà di moda, soprattutto grazie a Dolce&Gabbana che hanno presentato un'intera collezione Primavera/Estate 2021 composta con capi patchwork, dove stampe e fantasie differenti si incontrano su tubini, camicie, giacche e pantaloni. Segue il trend anche Marco Rambaldi per realizzare camicie e giacche patchwork.

Dolce&Gabbana, Marco Rambaldi
in foto: Dolce&Gabbana, Marco Rambaldi

Foliage: fiori e foglie in trasparenza

La tendenza floreale della prossima primavera non è definita e vistosa: a regnare sono stampe in trasparenza che sembrano accennate e sussurrate su abiti dai tessuti leggeri e preziosi come la seta. Fiori e foglie sfumate impreziosiscono i total look floreali sui toni del bianco e del grigio di Fendi, mentre tonalità più calde di beige e cipria decorano i capi dal print "foliage" di Emporio Armani. Più decise e vistose le fantasie primaverili che compaiono sugli abiti di Beatrice B.

da sinistra Emporio Armani, Beatrice B, Fendi
in foto: da sinistra Emporio Armani, Beatrice B, Fendi

Gessato: la fantasia rigata per la primavera

Il gessato, che solitamente caratterizza gli abiti maschili sartoriali, diventa must anche nelle collezioni femminili e appare in passerella su blazer, suits e pantaloni over. A scegliere la celebre fantasie dal sapore retrò è Versace, per completi con blazer maxi abbinati a shorts cortissimi a vita bassa. Max Mara propone classici abiti mannish con giacche doppio petto e pantaloni gessati, mentre MM6 Maison Margiela reinterpreta il classico abito maschile proponendo un completo con giacca corta e maniche a tre quarti. Da Chanel sfilano, infine, pantaloni palazzo dalla fantasia gessata, resi più romantici con l'accostamento ci camicie e cardigan rosa confetto.

da sinistra MM6 Maison Margiela, Max Mara, Versace, Chanel
in foto: da sinistra MM6 Maison Margiela, Max Mara, Versace, Chanel

Polka dots: pois maxi e vistosi

Sono maxi e vistosi. Più che pois sono veri e propri polka dots quelli che impreziosiscono alcuni degli abiti must per la prossima Primavera/Estate 2021. In bianco e nero, e dalle dimensioni oversize, sono i polka dots scelti da Dolce&Gabbana per decorare lunghi abiti morbidi, con spalline sottili e balze floreali. Prada propone, invece, completi dalle linee minimal, con abiti casacca e pantaloni dritti ricoperti con grossi pois stilizzati e dai contorni indefiniti. Molto originale, infine, "l'effetto negativo" che appare sugli abiti a collo alto di MM6 Maison Margiela, seconda linea della celebre Maison.

da sinistra Dolce&Gabbana, Prada, MM6 Maison Margiela
in foto: da sinistra Dolce&Gabbana, Prada, MM6 Maison Margiela