Dopo una prima puntata all'insegna dei look scuri e total black, con picchi sexy dovuti alle scollature profonde della Hunziker, nella seconda puntata c'è stato più spazio per colori e lustrini: sul palco sono apparsi abiti fucsia indosso alla conduttrice e giacche di paillettes sul sex symbol Pierfrancesco Favino. Se i look delle prime puntate avevano incontrato il nostro gusto, nella terza puntata il tono sembra calare e sul palco non ci sono outfit da sogno o abiti degni di nota. La conduttrice delude il pubblico con abiti troppo rigorosi firmati Trussardi, Maison del marito Tomaso, le nuove proposte con vestiti "troppo lucenti" come quelli di Eva e Mudimbi. Sempre eleganti (ma sempre uguali) i conduttori Claudio Baglioni e Pierfrancesco Favino, il primo in Ermanno Scervino, il secondo con abiti di Ermenegildo Zegna Couture.

Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino
in foto: Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino

Michelle Hunziker – Delude il primo look della conduttrice di Sanremo che sale sul palco con un abito blu notte firmato Trussardi e con acconciatura dal maxi chignon laterale. Rispetto alle sexy scollature della prima serata e agli splendidi abiti colorati della seconda, questo primo look risulta un po' pesante con il top lucente, il tessuto di mikado e l'acconciatura elaborata, tutto un po' troppo! La pettinatura e l'abito a maniche lunghe la rendono un po' goffa: VOTO 5. La situazione di Michelle peggiora con il secondo look, una sorta di abito "doppia faccia" in crepe, con giacca nera (dalle spalline pronunciate e rigide) che conduce ad una gonna bianca dalla lunga coda, con tanto di cintura brillante in vita. Troppo pesante e rigoroso anche quest'abito, poco adatto allo spirito allegro e ironico della conduttrice. VOTO 4. La situazione migliora decisamente con il terzo outfit in rosa, un lungo abito rosa confetto in crepe con incrostazione di cristalli tono su tono in vita che lascia la schiena nuda. Peccato solo per quel difettuccio in vita. VOTO 7-

Claudio Baglioni – Il Direttore Artistico appare sul palco con un primo look firmato Scervino meno ingessato del solito, con giacca dal colletto alla coreana e bottoni bronzo, portata aperta su camicia bianca e pantaloni. Non male, forse sotto una giacca del genere bisognava indossare una camicia meno formale. VOTO 6 e 1/2. E' poi la volta di uno smoking nero con revers a scialle e bottone singolo di satin di Ermanno Scervino, indossato con camicia bianca a pieghe, gilet e cravatta slim nera. L'abito è reso glam dal tessuto luccicante. Baglioni super la seconda prova di stile: VOTO 7. No al terzo look in total black, la camicia non va! VOTO 5.

Pierfrancesco Favino – Dopo gli abiti in velluto di Armani della prima serata e quelli con giacca blu di Ferragamo della seconda puntata, Favino sceglie lo stile couture di Ermenegildo Zegna e sale sul palco con uno smoking nero dalla giacca con revers a scialle in satin lucido e pantaloni con le classiche bande laterali. Completano il look scarpe nere in pelle. Sobrio ed elegante, nulla da dire, lo preferivano con giacche in velluto verde o con paillettes "nascoste" che davano quel  tocco in più all'outfit formale. VOTO 6 e 1/2

Mudimbi – Il rapper sale sul palco per cantare il suo inedito "Il mago" con indosso un abito dal tessuto cangiante bordeaux e con fantasia tono su tono di Carlo Pignatelli. Il look è molto pomposo dato che il tessuto colorato è abbinato a camicia nera, scarpe vernice e gilet. L'outfit non è di nostro gusto, un po' too much, un po' troppo barocco, ma il risultato finale su di lui non è del tutto malvagio. VOTO 5–

Eva – La giovane cantante, ex concorrente di X Factor, a Sanremo si presenta con il brano "Cosa ti salverà" vestendo una creazione della stilista Francesca Piccini, ovvero un abito lungo dal maxi spacco frontale e con scollatura a tuffo di un "non ben identificato" tessuto plastico che sembra vivere di vita propria. Purtroppo ci troviamo costretti a bocciare il look e (soprattutto) le scarpe estreme. Peccato perché lei è meravigliosa. VOTO 4

Ultimo – A volte è meglio salire sul palco con abiti del proprio guardaroba piuttosto che snaturare il proprio stile con completi troppo pomposi, inutilmente estremi, abiti che sembrano usciti da un matrimonio in provincia. Per fortuna Ultimo, in gara con il brano "Il ballo delle incertezze", sale sul palco con i suoi abiti, un dolce vita nero, jeans skinny e Vans ai piedi, e non sbaglia. Certo avrebbe potuto scegliere un paio di scarpe meno consumate ma l'importante è essere a proprio agio. VOTO 7 –

Leonardo Monteiro – "Bianca" è il brano con cui si presenta il cantante in gara tra i giovani. Per la sua esibizione Leonardo sceglie un abito di Yezael by Angelo Cruciani dal tessuto lucido con fantasia floreale ricamata nella stoffa, indossato su camicia bianca. Non amiamo gli abiti fantasia e i tessuti lucenti, Leonardo dunque non supera a pieni voti la prova di stile e ci troviamo costretti a rimandarlo alla prossima serata. VOTO 5 e 1/2

Giovanni Caccamo – Sul palco canta "Eterno" e lo fa indossando un abito grigio con fantasia Principe di Galles di Tod's, il completo dal disegno classico è reso più moderno con shirt bianca e sneakers in suede nero. Giovanni azzecca ancora una volta il look: è elegante ma trendy, cool al punto giusto. Dopo l'outfit in blu elettrico della prima serata non delude neanche stavolta. Bravo Giovanni. VOTO 8

Lo Stato Sociale – I componenti del gruppo cantano a Sanremo "Una vita in vacanza" e per la scatenata performance, con tanto di "vecchia che balla", indossano completi sartoriali, in grigio, blu o a micro fantasia, smorzati con Converse ai piedi, occhiali colorati, alcuni dei quali firmati Mr.Boho, e soprattutto con le celebri T-shirt (create dal brand handmade The Park) con su stampati messaggi originali, questa sera è la volta di "Voglio le coccole". Infine il dettaglio del cartellino con il nome appuntato sulla giacca per celebrare i fonici e gli altri componenti del loro staff. Fantastici! VOTO 9

Virginia Raffaele – All'imporvviso tra il pubblico in sala appare lei, Virginia Raffaele. Splendida come sempre, bellissima e in perfetta forma. A Sanremo arriva con un lungo abito nero di Francesco Scognamiglio, impreziosito sullo scollo da un ghirigoro argentato che dà luce al décolleté. La schiena è nuda, ai piedi sandali dalle linee semplici in black con tacco a spillo, i capelli cadono morbidi sulle spalle. Non amiamo il decoro barocco ma come dare alla magnifica Virginia un voto basso? Impossibile! VOTO 10 (per la bravura e la simpatia).

Luca Barbarossa – E' uno dei primi nella storia del Festival a presentare un pezzo in romanesco intitolato "Passame er sale", il look però non è dei migliori. Barbarossa sale ancora sul palco con un outfit poco curato, con abito dal colore incerto che non ci convince. Ritenta Luca sarai più fortunato, per ora ci vediamo costretti a rimandare il look e darti una nuova possibilità per la prossima puntata. VOTO 5–

Enzo Avitabile con Peppe Servillo – Il duo di cantanti napoletani si esibisce sul palco con il pezzo "Il coraggio di ogni giorno". Purtroppo anche in questo caso dobbiamo rimandare i cantanti per il loro stile. No alla camicia verde di Servillo e all'abito funereo, un NO ancora più grande al look scuro con sciarpa damascata in oro di Enzo Avitabile. No e No. VOTO 4

Max Gazzé – Il cantante a Sanremo 2018 canta la splendida canzone intitolata "La leggenda di Cristalda e Pizzomunno", la sua performance dal vivo è coinvolgente e bellissima peccato solo per la giacca in stile "Star Trek" (una creazione di Gianluca Saitto). Max perché? Già nella prima puntata Gazzè era salito sul palco con un modello simile poco apprezzato da noi e dal pubblico. VOTO 3 (10 invece per lui e per la canzone).

Roby Facchinetti e Riccardo Fogli – Gli ex componenti dei Pooh arrivano a Sanremo con il brano "Il segreto del tempo" e scelgono look glam con giacche vistose di Enrico Coveri. Giacca oro e pantaloni smoking per Facchinetti, giacca dalla fantasia tono su tono e camicia nera per Fogli. Tutti e due completano il look con stivaletti (con il tacco!) in vernice nera. Non ci siamo! (VOTO 4 a entrambi).

Ermal Meta e Fabrizio Moro – Dopo una lunga querelle riguardante una possibile esclusione dalla gara per un presunto plagio, Ermal Meta e Fabrizio Moro tornano sul palco dell'Ariston con la loro canzone "Non mi avete fatto niente". Ni al look di Ermal (firmato All Apologies) che si presenta con indosso una giacca tuxedo in grigio con rever neri e jeans dal lavaggio scambiato (VOTO 6–). Un No convinto, invece, per la giacca rossa di Carlo Pignatelli che poco si sposa con la shirt nera, che poco si sposa con il jeans blu. Tutto è un po' confuso! (VOTO 4).

Negramaro – Sul palco arrivano i Negramaro con total look firmati Dsquared2, Giuliano Sangiorgi brilla anche in nero con la sua voce e con un completo dalla giacca impreziosita da cristalli black sul bavero, completano il look shirt, pantaloni skinny e anfibi stringati in pelle. Il gruppo non delude esibendo sul palco uno stile ricercato e trendy. Davvero cool, eleganti e rock allo stesso tempo. VOTO 7

Noemi – La cantante sale sul palco e il pubblico trema: il rischio di incidente hot è quasi scongiurato dopo che la scollatura si apre un po' troppo. Noemi canta il suo brano "Non smettere mai di cercarmi" con un longdress nero dalla fantasia tono su tono e dalla scollatura profonda che arriva in vita firmato La Jolie Fille, abbinato a sandali effetto calzino di Greymer. Senza dubbio il vestito svolazzante e sexy le sta meglio rispetto al look precedente con pantaloni aderenti. In più il dettaglio sexy non guasta, ora tutti parlano della scollatura di Noemi! VOTO 7

Giorgia – La cantante sale sul palco per duettare con James Taylor e finalmente porta un po' di stile in questa terza puntata del Festival. Semplicemente perfetta con outfit a la garçonne firmato Dsquared2 composto da giacca smoking dai rever a lancia in satin tono su tono e spalline a sbuffo, abbinata a camicia bianca con bottoni oro e pantaloni slim. Completano il look un fiore appuntato al polsino, simbolo della lotta contro la violenza sulle donne, un'acconciatura con capelli raccolti in uno chignon basso e sensualissime pump nere dal tacco a spillo. E la più bella della serata con il suo look maschile. VOTO 10

The Kolors – Stash, il frontman della band, si esibisce a Sanremo con uno dei suoi soliti look: ciuffo tridimensionale, jeans skinny, anfibi e marsina d'ispirazione militare (la giacca è firmata Dolce&Gabbana). L'outfit non è male e soprattutto rispetta lo stile del cantante, però risulta sempre tutto uguale, troppo uguale, ogni tanto sperimentare non fa male! VOTO 5-

Mario Biondi – Senza dubbio Mario Biondi ha personalità, è un cantante dalla voce stupenda  ed è un performer degno di nota, il look scelto per la terza serata di Sanremo 2018 non ci piace. Carino l'occhiale tondo con baffo pettinato, No e No alla giacca bronzo animalier! VOTO 4

Claudia Pandolfi e Claudio Santamaria – Bellissima lei in nero, con abito ricco di ruche, sensuale ma discreto, trendy ma elegante. VOTO 8. Non tutti hanno apprezzato, invece, il look con camicia azzurra aperta di Claudio Santamaria che è salito sul palco con un outfit Prada, a noi il dettaglio colorato (ma sobrio) non dispiace! VOTO 7

Sabrina Impacciatore – Ma quanto è meravigliosa? Nella terza serata di Sanremo la conduttrice del Dopofestival indossa un abito ocra con decori tono su tono della linea Limited Edition di Alberta Ferretti. Sabrina potrebbe salire sul palco anche con uno straccio per la polvere e le daremmo in ogni caso 10, quindi non siamo obiettivi su di lei!