La 69esima edizione del Festival di Sanremo è entrata nel vivo e, oltre alle canzoni in gara, ad attirare le attenzioni del pubblico non possono che essere i look degli artisti che stanno calcando il palco dell'Ariston. Virginia Raffaele è apparsa un po' troppo spesso in total black, Claudio Bisio ha osato con le sue giacche gioiello, Loredana Bertè ha attirato non pochi consensi diventando una delle più amate di questa edizione. A commentare gli outfit scelti dai big in gara e dai presentatori è stato Enzo Miccio che a Fanpage.it rivela in una video intervista quali sono i top e i flop di questa edizione del Festival.

Enzo Miccio parla dello stile di Virginia Raffaele

Virginia Raffaele è la primadonna del Festival e fin dalla serata numero uno è riuscita a far parlare di sé con i suoi look total black. Se nella seconda puntata ha portato un tocco di colore sul palco dell'Ariston con il pomposo abito rosso, nella terza serata è tornata a essere poco apprezzata dal pubblico con il minidress di Giambattista Valli. Enzo Miccio, però, non è stato drastico nei suoi confronti, ha infatti dichiarato:

Virginia Raffaele bella, brava, fisicatissima, non ha osato fino a questo momento, non ha colpito nel segno con i suoi look. Armani Privé sì, Schiaparelli molto bello, però ci sono state delle scelte tipo il sacchettino di ieri sera che ha indossato che mi è piaciuto di meno. Può azzardare di più. 

Enzo Miccio ama le giacche di Claudio Bisio

Interrogato sulle tanto amate e odiate giacche di Claudio Bisio, Enzo Miccio non ha nascosto di amarle e di desiderarne una nel suo armadio. L'esperto di stile ha infatti dichiarato:

Claudio Bisio elegante, lui veste Etro, un marchio che conosco e che amo tantissimo, artigianalità e preziosità, aveva queste giacche molto ricamate, sono state criticatissime ma io le considero un esempio dell'artigianalità italiana.

Per quanto riguarda Claudio Baglioni con i suoi outfit firmati Ermanno Scervino, è stato invece più drastico affermando:

Baglioni un po' ingessatello, rigido, considerando l'altezza e tutto il resto io allargherei un po' quei pantaloni, creano troppo un effetto pantacollant.

Dalla Berté ad Achille Lauro: i commenti di Enzo Miccio

Enzo Miccio non ha risparmiato proprio nessuno e non ci ha pensato su due volte a commentare i look dei concorrenti, a partire da Loredana Berté, per lui un'indiscussa icona di stile, anche se non ha mai abbandonato la borsetta sul palco dell'Ariston. Ha infatti dichiarato:

La berte la amo, per me è un sì a prescindere, belle le gambe e la grinta. Tatangelo chic,  intelligente, ha fatto una scelta non facile, ha preso dei vintage, ha indossato due YSL molto belli, asimmetrici, con questi volumi, un po' strani, ha messo in evidenza anche lei delle bellissime gambe. Achille Lauro ha delle grosse potenzialità, deve però ancora trovare una strada, è ancora un po' confuso, a volte un po' dark, accessoriato, con gli occhialini, però ci mette del suo e va premiato.

Per quanto riguarda Michelle Hunziker, invece, l'ha definita una vera e propria "tigre" da palcoscenico, anche se ha trovato insolita la sua decisione di rivolgersi ad Armani Privé per l'abito sfoggiato a Sanremo piuttosto che a Trussardi, la Maison di moda del marito Tomaso. Ha poi concluso con i suoi commenti su Arisa, spiegando:

Arisa secondo me è una donna che se ne frega completamente di quello che si mette, il problema look è secondario, anche se dal punto di vista del beauty le è sempre piaciuto cambiare, è molto camaleontica. E' arrivata col caschetto, poi con i capelli corti, poi colorati, mentre dal punto di vista dell'abbigliamento non sempre centra il bersaglio. La prima sera con l'abito asimmetrico l'idea c'era, un po' meglio nella seconda sera con la jumpsuit, il nero l'aiuta di più.

Sanremo 2019: i look migliori e peggiori secondo Enzo Miccio

I look che Enzo Miccio ha amato di più sul palco dell'Ariston? In assoluto quelli di Paola Turci, definiti "chic ma senza eccessi". Secondo lui la cantante ha trovato la sua strada e la persegue con grande charme. I dettagli che invece non avrebbe voluto vedere sul palco dell'Ariston sono la tuta ginnica "inaccettabile e inconcepibile" di Ultimo e i paltò di Ghemon, i lunghi cappotti che ha sfoggiato durante le esibizioni. Per lui, infatti, indossarli all'Ariston ha lo stesso effetto del mettersi a tavola con un cappello in testa. Insomma, se da un lato il noto wedding planner ed esperto di stile ha promosso molte delle donne di Sanremo, dall'altro ha assolutamente bocciato i look di alcuni artisti: rimarrà fedele alle sue idee anche nelle prossime serate?