Finalmente, ci sono volute due puntate ma alla fine Virginia Raffaele ha lasciato in camerino gli abiti monacali, scuri e accollati, per salire sul palco dell'Ariston con un abito lungo e scollato, in un candido bianco, firmato Giambattista Valli Couture e abbinato a gioielli Chopard. Un look, quello con cui la Raffaele ha dato il via alla terza puntata di Sanremo 2019, a metà strada tra una vestale e una sposa, un po' dea greca, un po' Marilyn Monroe. Ha poi concluso lo show di questa sera con un minidress in pizzo dai decori floreali tridimensionali, ancora firmato Giambattista Valli Couture.

Nella prima serata di Sanremo 2019 Virginia Raffaele era apparsa con lunghi vestiti neri firmati Armani Privé, tutti bellissimi ed eleganti, nessuno però aveva fatto sognare il pubblico. Poi la situazione è precipitata nella seconda diretta, dove la conduttrice ha sfilato sul palco con un abito monacale di Schiaparelli, davvero poco adatto alla situazione di una show come Sanremo. Poi è arrivato il rosso del maxi abito Atelier Emé che almeno ha fatto innamorare il pubblico.

Questa sera, finalmente, il nero è bandito: al posto di abiti scuri minimal ed essenziali Virginia sceglie un lungo abito stile impero in morbido tessuto bianco con profonda scollatura sul seno, strascico e stola al collo. Il pubblico in delirio per il primo look di Virginia twitta "Ma che bella Virginia stasera", qualcuno scrive "Virginia come una dea greca". Tutti uniti dunque nell'apprezzare il vestito bianco della conduttrice.