Parigi non teme il coronavirus o almeno non a tal punto da far fermare la Fashion Week. Il calendario per la quarta Settimana della moda, dopo New York, Londra e Milano, non ha subito  infatti stravolgimenti particolari. Come per la Milano Fashion Week, i grandi assenti saranno buyer e consulenti che non hanno potuto lasciare il proprio Paese proprio a causa dell’epidemia. All’appello mancheranno anche cinque designer cinesi: Masha Ma, Shiatzy Chen, Jarel Zhan, Calvin Luo, e Maison Mai. Come comunicato dalla stessa Fédération de la Haute Couture et de la Mode, tutti gli eventi, tra sfilate e presentazioni, saranno trasmessi sui canali social proprio per consentire a tutti di poter ammirare le nuove collezioni per l’Autunno/Inverno 20-21, iniziativa simile a China we are with you, promossa dalla Camera Nazionale della Moda del nostro Paese. Non vedremo neppure Chiara Ferragni e la sorella Valentina sedute nei front row delle sfilate, hanno preferito non allontanarsi da Milano per ridurre al minimo il rischio di contagio.

I grandi marchi in passerella alla Paris Fashion Week

Da oggi e fino al 3 marzo tutti i più grandi marchi francesi porteranno in passerella le loro creazioni. Dopo il debutto di Dior, che è un inno al femminismo, sarà il turno di Saint Laurent, Lanvin, Maison Margiela e poi ancora Celine, Hermes, Chanel e Givenchy per citarne solo alcune. Ultimo atteso evento sarà lo show di Louis Vuitton, che chiuderà la settimana della moda parigina. Tanti anche i grandi nomi italiani in programma, da Valentino a Miu Miu, passando per Giambattista Valli, mentre dagli USA si attendono Rick Owens (che in Italia ha presentato il suo ultimo progetto con Moncler) e Thom Brown. Non mancheranno gli iconici brand inglesi, da Stella McCartney ad Alexander McQueen e lo spagnolo Balenciaga. Tra gli appuntamenti degni di nota, Rochas presenterà l’ultima collezione sotto la guida di Alessandro Dell’Acqua, mentre Kenzo sfilerà per la prima volta sotto la direzione di Felipe Oliveira Baptista. Venerdì 28, invece, la presidente della Bce Christine Lagarde nominerà Diane Von Fürstenberg Cavaliere della Légion d’honneur al ministero dell’Europa e degli affari esteri. Un fashion week, dunque, nel nome delle donne e senza paura.