È partita la Paris Fashion Week e, anche se alcune influencer italiane come le sorelle Ferragni non vi parteciperanno a causa del Coronavirus, nei prossimi giorni saranno molte le Maison di fama internazionale che presenteranno le collezioni per l'Autunno/Inverno 2020-21. Oggi ad "aprire le danze" è stata Dior, che ancora una volta ha messo in scena un vero e proprio manifesto femminista. La stilista Maria Grazia Chiuri si è ispirata alla sua giovinezza, per la precisione alla rivoluzione politica e culturale degli anni '70, facendo sfilare le sue modelle in giacca e cravatta circondate da alcune frasi manifesto firmate dall'artista Claire Fontaine.

Dior, le frasi femministe invadono la passerella

Prima ancora che cominciasse la sfilata, sul profilo social di Dior sono apparse alcune foto della location, il Jardin des Tuileries, preannunciando quello che sarebbe stato il mood dell'evento. La passerella è stata decorata con patchwork di giornali, mentre sospesi al soffitto sono comparsi dei led illuminati che riproducevano una serie di frasi manifesto come "We are All Clitoridian Women“, “When Women Strike The World Stops“, “Feminine Beauty is a Ready-Made”⁠, “Patriarchy = Climate Emergency". A firmarle è stata l'artista Claire Fontaine, che ha collaborato con Maria Grazia Chiuri per trasformare la sfilata in un vero e proprio manifesto femminista. Non è un caso che le modelle abbiano sfilato con indosso tailleur sartoriali, giacche dal taglio maschile, cravatte, gilet, maglioni a rombi, anfibi, scarpe basse, tutti capi tipici del guardaroba maschile ma declinate in una versione chic e femminile. Pois, check, principe di Galles, camouflage, la stilista si è divertita a mixare stampe e tessuti differenti senza però mai rinunciare allo stile glamour che da sempre contraddistingue la Maison francese.

Le star alla sfilata Dior

Il Coronavirus sta mettendo in ginocchio il nostro paese, tanto da aver costretto le più grandi griffe fashion a modificare il calendario della Settimana della Moda milanese appena conclusasi. A Parigi, però, il rischio contagio sembra essere ancora lontano anni luce e la Fashion Week va avanti indisturbata. Non è un caso che allo show Dior ci fossero moltissime star nel front-row. Alexa Chung, Cara Delevingne, Karlie Kloss, Maya Hawke, Olivia Palermo, Rachel Brosnahan, Demi Moore, Bianca Jagger, sono solo alcune di quelle che hanno seguito la sfilata dalle prime file. In quante si ispireranno ai look glamour dall'animo mascolino di Dior per le prossime apparizioni sui red carpet?