Sta per arrivare il temutissimo pranzo di Natale e, diciamocelo, il periodo delle feste natalizie non è di certo facile da affrontare per chi cerca di mantenere la forma perfetta anche durante l'inverno. Tra panettoni, dolci e abbuffate sembra impossibile tenere lontani i chili di troppo, ma se non vuoi vanificare i tuoi sforzi un modo c'è. Ecco i consigli da seguire per mantenere la linea e concedersi anche il dolce.

Attenzione al pane: di solito tra le tentazioni più grandi a tavola ci sono il pane e i grissini, che vengono consumati in eccesso prima di cominciare il pasto oppure tra una portata e l'altra, per ingannare l'attesa e per contrastare il senso di fame. Generalmente i pranzi delle feste sono ricchi di portate, di carboidrati e di dolci, quindi è bene evitare di consumare il pane. L'ideale sarebbe proprio evitarlo del tutto ma se ti risulta troppo difficile cerca di contenerti e di consumarlo in quantità minime solamente durante i secondi.

Previeni i gonfiori: con gli eccessi e le abbuffate del periodo natalizio è normale che la tua pancia si gonfi. Prevenire la comparsa del gonfiore è possibile, consumando ogni mattina a colazione uno yogurt bianco magro e come spuntino una manciata di frutta secca. Se invece è troppo tardi e ti senti appesantita prova il tè verde o tisane al finocchio.

Scegli i cibi giusti: se il pranzo di Natale sarà al ristorante, cerca di scegliere i cibi giusti. Come antipasto punta sulle verdure, meglio se cotte per evitare una fermentazione eccessiva, evitando invece i piatti troppo elaborati e pesanti. Per il primo stai alla larga dai piatti a base di panna, besciamella e condimenti ricchi e burro, prediligendo piatti semplici e in porzioni piccole. Per il secondo invece è perfetto il pesce. Non si può di certo rinunciare al dessert, ma la fetta di panettone dovrà essere mini, magari accompagnata da frutta fresca.

Attenzione all'alcol: un brindisi tira l'altro e il pasto è accompagnato da del buon vino. Attenzione però: l'eccesso di alcolici aumenta anche le calorie ingerite provocando così anche un aumento di peso indesiderato. Concediti quindi un solo bicchiere di vino durante il pasto principale, meglio se rosso, e un mini flûte per il brindisi.

Cena si o cena no? Di solito si pensa che dopo un pranzo come quello di Natale sia meglio evitare di cenare: la mancanza di appetito e il senso di pesantezza non aiutano di certo, ma l'ideale sarebbe riuscire a contenersi durate il pranzo natalizio e consumare la cena. Non è il caso di preparare diverse portate: per spezzare basta anche solo una tazza di tè verde con due fette biscottate.

Il pranzo fai da te: se durante le feste natalizie hai deciso di cucinare e festeggiare a casa, hai la possibilità di controllare i piatti che prepari, rendendoli gustosi senza però eccedere con le calorie. Al posto dell'olio per il soffritto per esempio, puoi utilizzare il vino bianco, e sostituire il sale con le spezie, che renderanno i tuoi piatti ancora più gustosi e sfiziosi. Invece di salse e creme ricche di grassi per accompagnare i secondi piatti puoi preparare delle salse leggere allo yogurt oppure agli agrumi.

Mangiare il panettone si può: se di regola bisognerebbe evitare i dolci a fine pasto, durante le feste natalizie non si può rinunciare a una fetta di panettone. Per poterlo mangiare senza avere sensi di colpa è importante bilanciare il resto del pasto: se durante il pasto eviti di consumare le 3P (pasta, pane e patate) e limiti il consumo di zuccheri contenuti nella frutta, sia fresca che secca, potrai concederti una fetta di panettone, a patto che sia liscia e senza creme ad accompagnarlo.