Grande Fratello Vip 2020/2021
2 Dicembre 2020
17:43

Giulia Salemi contro il Grande Fratello: le hanno tagliato l’etichetta del pigiama griffato

Giulia Salemi è una delle concorrenti più trendy del Grande Fratello Vip 2020 ma nelle ultime ore non ha potuto fare a meno di esprimere la sua indignazione: quando è entrata nella casa le hanno tagliato l’etichetta di un pigiama “di lusso”. Ecco per quale motivo nessuno dei “vipponi” indossa mai dei capi con griffe e loghi in bella vista.
A cura di Valeria Paglionico
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Grande Fratello Vip 2020/2021

Il Grande Fratello Vip è uno dei reality più seguiti degli ultimi anni e sono moltissimi i personaggi famosi che hanno popolato la nota casa di Cinecittà fin dalla prima edizione. Ad accomunare tutti, però, è sempre stato un dettaglio fashion molto particolare: i "vipponi" non hanno mai indossato capi logati o con marchi in bella vista. A rivelare una piccola indiscrezione sulla questione è stata Giulia Salemi, che nelle ultime ore non ha potuto fare a meno di esprimere la sua indignazione dopo che la produzione le ha tagliato l'etichetta di un pigiama di lusso. Gli unici brand ammessi? Quelli degli sponsor, i cui prodotti vengono disseminati praticamente in ogni angolo della casa.

Giulia Salemi, dagli abiti low-cost alle griffe

Giulia Salemi è una delle concorrenti più trendy dell'edizione 2020 del GF Vip. Se durante la quotidianità non esita a mostrarsi senza trucco con capi casual e alla moda, dalle ciabatte di pelo personalizzate alla camicia di flanella a quadri low-cost, durante le dirette serali dà il meglio di lei in fatto di stile. Spazia tra completi color block, look tempestati di paillettes, sinuosi minidress in total red, completando il tutto con maxi cerchi e make-up impeccabili. Insomma, si è lasciata alle spalle il passato da "bruttina" ed è diventata una vera e propria icona fashion. Il dettaglio che contraddistingue tutti i suoi outfit? Non c'è mai nessun logo ben visibile.

Il "mistero" dell'etichetta tagliata

Giulia Salemi ama il lusso e non rinuncia alle griffe neppure per andare a dormire, basti pensare al fatto che al GF Vip ha portato un pigiama firmato La Perla. Durante il daily, però, mentre chiacchierava con l'amico Tommaso Zorzi, non ha potuto fare a meno di rivelare la sua rabbia: nel momento in cui è entrata nella casa, la produzione le ha tagliato l'etichetta del pigiama griffato. L'influencer avrebbe potuto "chiudere un occhio" se si fosse trattato di un capo low-cost ma, essendo un indumento "di lusso", ha trovato la cosa inaccettabile. Non è stata l'unica a subire un trattamento simile, anche Tommaso non ha più trovato le etichette su alcune delle sue camicie, prime tra tutte quelle firmate Versace.

Perché al GF Vip nessuno indossa abiti con loghi in vista

Il motivo per cui al GF Vip vengono tagliate le etichette degli abiti prima che i concorrenti entrino nella casa? Non si vuole fare pubblicità gratuita ai brand che firmano i look dei "vipponi", dunque i loro bagagli vengono attentamente analizzati dalla produzione, così da eliminare e coprire i loghi visibili. Gli unici marchi tollerati sono gli sponsor di ogni edizione, da Givona a Naj-Oleari, i cui prodotti vengono disseminati in ogni angolo della casa, naturalmente a favore di telecamera. Tra sponsor e pubblicità ufficiali, la nota casa di Cinecittà sembra essere diventata quasi una televendita.

2287 contenuti su questa storia
I 5 momenti imperdibili della quindicesima puntata del GFVip: Giucas Casella ipnotizza lo studio
I 5 momenti imperdibili della quindicesima puntata del GFVip: Giucas Casella ipnotizza lo studio
Amedeo Goria sull'ipotesi di un figlio da Vera Miales: "A 68 anni non me la sento di essere papà"
Amedeo Goria sull'ipotesi di un figlio da Vera Miales: "A 68 anni non me la sento di essere papà"
Grande Fratello Vip 2021, come si votano i concorrenti: la guida al televoto.
Grande Fratello Vip 2021, come si votano i concorrenti: la guida al televoto.
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni