I fan di Chiara Ferragni dovranno aspettare la fine dell'estate per poter vedere il documentario "Chiara Ferragni – Unposted", diretto dalla regista Elisa Amoruso e distribuito da 01Distribution. Per la precisione il docu-film verrà presentato al Festival del Cinema di Venezia e uscirà nelle sale italiane come evento speciale per soli per tre giorni, il 17, 18 e 19 settembre 2019. Intanto possiamo avere alcune anticipazioni su quello che vedremo nell'attesissimo documentario grazie al trailer ufficiale pubblicato in esclusiva su Fanpage.it. Il documentario racconta la parte più intima della celebre fashion influencer, la sua volontà è proprio quello di mostrare la vita lontana dai riflettori, di raccontare la storia che c'è dietro al successo che oggi l'ha portata ad avere 15 milioni di follower su Instagram e a diventare CEO di un'azienda di successo.

In molti si chiedono cosa sarà possibile vedere nel documentario dedicato alla Ferragni e, soprattutto le fashion, victim più accanite aspettano di conoscere tutti i dettagli del guardaroba scelto da Chiara per il film. Sul grande schermo vedremo il racconto del 2018, l'anno in cui Chiara ha sposato Fedez con uno splendido abito custom made di Dior, e in cui ha inaugurato il nuovo quartier generale di The Blonde Salad, all'interno del quale sono state girate diverse scene del documentario. Vedremo una Chiara Ferragni bambina nei filmati inediti e privati della sua infanzia, in cui la fashion icon appare sorridente e con biondissimi capelli e frangetta insieme ai genitori. Poi il salto al presente e alla Chiara donna in carriera, che si muove nel suo ufficio milanese con look sobri e rigorosi, composti con maglioncini pastello, girocollo essenziale e sullo sfondo, ma bene in vista, mini bag di Hermes in pelle color cappuccino dai manici corti. Dalle scene del trailer appare anche il lato romantico di Chiara, che indossa soavi abiti bianchi con maxi ruche e volant, firmati Philosophy di Lorenzo Serafini, o sfoggia il meraviglioso abito in pizzo francese e con maxi strascico che Maria Grazia Chiuri, stilista di Dior, ha disegnato per lei. Nel documentario ci saranno anche alcune scene girate durante le prove dell'abito e durante il matrimonio organizzato in Sicilia a Noto.

Poi c'è la Chiara superstar, assediata dalla folla di fan in Times Square a New York, c'è la fashion influencer vestita di tutto punto, con giacca gioiello di Balmain, e acconciatura super trendy con capelli legati in un half bun, alle sfilate d'Alta Moda di Parigi. In una splendida scena vediamo la Ferragni che passeggia al Trocadero con il suo look da sfilata e lo sguardo sognante, sullo sfondo la Tour Eiffell illuminata. C'è anche il lato super trendy di una donna che durante la sua carriera ha lanciato mode e ha sempre sperimentato con i look, si pensi ad esempio alla scena in cui abbraccia il suo amato Fedez indossando maxi pelliccia (eco) fucsia firmata Gucci o ai frame in cui appare con parka maxi dal quale spunta una T-shirt dal sapore rock con il logo dei Nirvana.

Una volta dismessi gli abiti "pubblici" e alla moda da influencer, nel documentario, Chiara si mostra anche in veste di giovane madre: per accudire il piccolo Leone basta una semplice T-shirt bianca. Infine, c'è la felpa nera indossata su shirt fluo e jeans, quel look così semplice ed essenziale, così basic e "normale", quel look che appare anche sulla locandina del film e che rappresenta l'essenza di una ragazza di successo che in fin dei conti è una ragazza come tante che è riuscita a realizzare i suoi sogni, a raggiungere i suoi obbiettivi, a creare un impero con caparbietà e risolutezza, una ragazza che guarda il tramonto in riva al mare senza scarpe griffate ma con sguardo (ancora) sognante.