Achille Lauro è tornato con un nuovo album: a poco più di un mese dalla terza e travolgente esperienza sanremese ha lanciato Lauro, la sua sesta raccolta di inediti. Comprende 12 brani, ognuno di loro racconta una delle "facce" dell'artista, anche se il filo conduttore resta la spontaneità con cui approccia alla musica. Come ormai succede fin dagli esordi, ad accompagnare il progetto è stata una delle sue iconiche trasformazioni. Dopo essere diventato prima una bambola, poi una serie di "quadri" che inneggiano alla libertà, questa volta si è ispirato agli anni '90, cambiando per l'ennesima volta look in modo drastico. Il cantante è infatti passato al caschetto biondo in pieno stile Backstreet Boys, apparendo quasi irriconoscibile nello shooting realizzato per il lancio dell'album.

Il nuovo cambio look di Achille Lauro

Lo avevamo lasciato al Festival di Sanremo con i suoi "quadri" che hanno celebrato la libertà di espressione e oggi ritroviamo Achille Lauro in una versione inedita e rinnovata. Sebbene non abbia mai esitato a rivoluzionare la sua immagine, spaziando tra treccine afro, chioma nera e riccia e una lunghissima treccia alla Mina, fino ad ora non si era mai ispirato agli anni '90. L'artista ha stravolto il suo hairstyle, provando un caschetto biondo platino. Lo ha portato com la fila centrale, i ciuffi "a cuore" che cadono ai lati della fronte e la ricrescita scura a contrasto in bella vista. Chi viene subito in mente guardando questa acconciatura? Nick Carter dei Backsteet Boys, che tra la fine degli anni '90 e l'inizio dei 2000 ha letteralmente spopolato con la sua chioma platino.

Achille Lauro, lo shooting per il nuovo album
in foto: Achille Lauro, lo shooting per il nuovo album

Achille Lauro è simbolo della moda genderless

Al di là della nuova acconciatura, Achille Lauro ha sfoggiato anche degli outfit inediti nello shooting realizzato per il lancio dell'album Lauro e ancora una volta ha dimostrato di essere il simbolo della moda genderless. A firmare quasi tutti i look è stato Alessandro Michele, il direttore creativo di Gucci che ha messo in risalto la versatilità e il desiderio di libertà dell'artista. Lauro ha spaziato tra un completo con jeans e canotta bianca e una camicia di raso bianca abbinata a un cappello di vernice total black. L'outfit più originale? Quello total gold con collarino borchiato ed elmetto in stile "santo" (firmato Etro) che rimanda chiaramente all'iconografia cattolica. A fare eccezione tra gli outfit Gucci, anche l'abito verde mela firmato firmato Palomo Spain. Ha i pantaloni a vita alta e una maxi giacca portata con il petto nudo ed è stato abbinato a un paio di mocassini floreali multicolor di Giuseppe Zanotti. Achille vuole andare oltre i limiti che separano il mondo maschile e femminile e con il nuovo album ci è riuscito: i suoi look genderless continuano a essere il simbolo di una epocale rivoluzione fashion.

Achille Lauro in Gucci
in foto: Achille Lauro in Gucci