http://www.youtube.com/watch?v=c_FtspWyie0
La- collezione-Yayoi-Kusama-per-Louis-Vuitton

Puntini, palline o pois che dir si voglia, sono i veri protagonisti dell’ultima capsule collection firmata da Louis Vuitton in collaborazione con Yayoi Kusama, famosa in tutto il mondo per le opere coperte di polka dots. Marc Jacobs, da sempre appassionato d’arte, ha voluto creare una serie di abiti ed accessori ispirati alle ipnotiche creazioni dell’artista giapponese, in cui l’ossessivo utilizzo dei pois ritorna costantemente: per mesi il direttore creativo di Louis Vuitton ha “corteggiato” l’artista. Dopo ben sei anni dal loro primo incontro è stata finalmente lanciata la dot collection. Il connubio tra moda ed arte non è nuovo in casa Vuitton infatti lo stilista americano, da quando ha le redini della Maison, ha coltivato lo stretto rapporto tra i due mondi. Quella con Kusama è solo l’ultima delle collaborazioni con illustri esponenti della scena artistica contemporanea; dopo graffiti, disegni fluo e stampe realizzate sulle celebri borse monogram da Stephen Sprouse, Takashi Murakami e Richard Prince è arrivato il momento di coprire abiti ed accessori con i colorati pois dell’originale Yayoi Kusama.

Pop up store e mostre celebrano l'arte dei pois – La capsule collection è stata presentata ieri, all’interno di un pop up shop allestito nella boutique Louis Vuitton di New York. Per l’occasione la facciata dello store è stata interamente decorata con i famosi pois, mentre nelle vetrine sulla 5th Avenue campeggiava una statua raffigurante l’artista abbigliata con i capi della collezione. Gli stessi pallini spunteranno nei prossimi mesi a Tokio, Hong Kong, Parigi e Londra. La data scelta per il lancio newyorchese anticipa di due giorni l’inaugurazione della personale dedicata a Yayoi Kusama, allestita al Whitney Museum of American Art e precedentemente esposta alla Tate Modern di Londra. La retrospettiva rifletterà la visione unica del mondo che l’artista ha da sempre manifestato, dando particolare risalto ai momenti più innovativi della sua opera: dalle tele agli ambienti travolgenti coperti da infiniti motivi a pois. L’ultima chicca pensata per sponsorizzare la collaborazione verrà proposta il mese prossimo, quando sarà disponibile una applicazione per iPhone grazie alla quale si potranno scattare foto e personalizzarle con i celebri motivi di Kusama.

Boutique Louis Vuitton new York

Una collection d'artista – Puntini, puntini e ancora puntini ricoprono trench in pvc, pigiami di seta, top, gonne e mini dress in vendita per due mesi, a partire dal 10 luglio, in 461 negozi Louis Vuitton di tutto il mondo. Successivamente, ad ottobre, saranno disponibili anche scarpe, borse, accessori in pelle, foulard, orologi e bijoux, tutti ovviamente cosparsi di pois colorati. Sempre ad ottobre 2012 sarà presentata una seconda parte della collezione, caratterizzata da un altro motivo iconico di Kusama, i nervi biomorfici. La linea rielabora look e accessori tipici della Maison attraverso lo sguardo e lo stile dell’artista giapponese: i classici portafogli e le maxi bag di Louis Vuitton vengono rivisitati e ricreati seguendo gli stilemi di Kusama. Negli accessori c’è una vera e propria fusione tra il logo LV e i pois: fantasie differenti si integrano tra loro per creare un disegno del tutto nuovo ed originale, in cui colori forti come il rosso o il giallo fanno da contrappunto alle iniziali impresse nella pelle o nel tessuto.

Louis-Vuitton-e-Yayoy-Kusama-dots

Marc Jacobs ha espresso tutto il suo amore per l'arte di Yayoi Kusama con queste parole: “La sua energia è a dir poco infinita. Nella dolorosa ossessione che trasmette ogni sua tela e scultura si coglie una prospettiva inedita sul mondo, come fosse una storia che non ha mai fine. Credo che sia questo aspetto ad attrarmi maggiormente nell’opera di Kusama". Spiegando poi come sia nata l'idea di una collaborazione: "E’ il continuum di un percorso che ho iniziato quando sono approdato qui: la concezione dell'arte come forma di collaborazione e confronto tra vari artisti”. Ancora una volta, grazie alla mente creativa di Louis Vuitton, l'opera di un artista geniale rivive in una collezione di moda, mostrando la stretta connessione tra due mondi che troppo spesso vengono considerati come diversi ed inconciliabili.