La donna sul treno di Louis Vuitton

E' evidente che la crisi economica non abbia toccato Parigi e la Maison Louis Vuitton dato che per la Settimana della Moda francese il marchio ha organizzato un fashion show da mille e una notte. La location è stata allestita come una stazione anni '20, con tanto di orologio customizzato e treno in arrivo sui binari costruiti in passerella. Luci soffuse, fumo e una colonna sonora in tono hanno contribuito a rendere la presentazione della collezione donna Autunno/Inverno 2012-2013 non una semplice sfilata ma un vero e proprio spettacolo. La donna firmata Louis Vuitton sembra una lady anni '20, di ritorno da un lungo viaggio sull'Orient Express, che scende dalla locomotiva accompagnata da facchini, indossando le ultime creazioni disegnate da Marc Jacobs per Vuitton. Il direttore creativo della Maison francese presenta ancora una volta una collezione al di fuori di ogni schema, unica nel suo genere e completamente diversa rispetto alle altre viste durante la settimana della moda parigina. Marc Jacobs non segue la moda, crea la moda, inventando  uno stile sempre diverso per ogni collezione. Anche in questo caso si distacca dal trend attuale proponendo una donna retrò, rivisitando l'eleganza del passato su cui "cuce" un mood esuberante, fatto di look vistosi, abiti luccicanti, maxi paillettes e grossi cappelli piumati.

La collezione – Tutti i capi per il prossimo Autunno/Inverno di Louis Vuitton hanno uno stile retrò attualizzato nelle forme, nelle linee e nei materiali. Marc Jacobs disegna una serie di giacche e cappotti con maxi revers tondi e grossi bottoni gioiello sul davanti. I cappotti, alcuni a campana altri con cinture in vita e linee più slim, si alternano a giacche corte dalle forme tondeggianti. Nei capisapalla predomina il tessuto liscio arricchito con pietre lucenti, strass e paillettes utilizzate per creare disegni geometrici che ricoprono l'intero capo. La pelliccia viene spesso utilizzata per decorare i revers e le patte delle tasche su completi giacca-pantalone con fantasie gialle su base marrone. I pantaloni arrivano sino alla caviglia e hanno linee asciutte ma non troppo slim, le gonne hanno la stessa lunghezza dei pantaloni e sono a metà tra una forma a campana e un tubino. Jacobs gioca spesso con la sovrapposizione tra i capi presentando in passerella gonne o abiti indossati su pantaloni e giacche corte su cappotti.

Louis Vuitton

Gli accessori – Ogni outfit che ha sfilato in passerella era corredato da maxi cappello. Sembra che questo sia l'accessorio preferito di Marc Jacobs dato che anche nella collezione del marchio che porta il suo nome, presentata alla New York fashion week, si sono visti enormi cappelli stravaganti. Per Louis Vuitton il designer crea originalissimi big hats in nuances autunnali, dall'ocra al vinaccio, passando per il nero ed il marrone, che riprendono quelle degli abiti. La forma inconsueta è resa ulteriormente stravagante da grosse piume o code in pelliccia applicate. Le scarpe, grosse ed imponenti, riprendono il modello retrò della stringata con tacco, arricchita sulla punta da impunture a coda di rondine. Un modello innovato  nelle forme grazie alla punta spigolosa e quadrata e al plateau.

Louis Vuitton accessori

Grossi bottoni gioiello, realizzati come fossero vere e proprie spille decorative, impreziosiscono quasi tutti i capi della collection. Divertenti occhiali oblò dalla forma circolare rendono inconsueto lo stile della donna retrò firmata Vuitton mentre lunghi guanti neri in cavallino contribuiscno a sottolineare il mood anni '20. Le modelle durante la sfilata erano accompagnate da facchini sommersi da borse di ogni dimensione, valigie e meravigliose cappelliere con incisione monogram, realizzate in pelle o cuoio negli stessi colori caldi, dall'ocra al marrone, degli abiti. Al fashion show hanno partecipato star internazionali del calibro di Sarah Jessica Parker, Kristen Stewrat e Gwyneth Paltrow.