Se credevate di sapere tutto sulla vagina, probabilmente vi siete sempre sbagliati. Sull'organo sessuale femminile sono sempre state tramandate leggende e credenze assolutamente sbagliate che non fanno altro che alimentare la diffusione dei luoghi comuni. Quali sono i rischi della depilazione vaginale, cos'è il clitoride, quali sono le infezioni più comuni: ecco quali sono le risposte alle domande che vi siete sempre fatti sulle zone intime delle donne.

1. Vagina depilata: quali sono i rischi? – La vagina è una zona delicata e richiede particolare attenzione quando viene depilata. E' bene evitare delle cere e dei rasoi aggressivi, così da non causare irritazioni, e scegliere il prodotto giusto in base alla propria sensibilità. E' possibile inoltre optare per differenti forme da dare ai peli pubici rimasti, rimuovendo solo quelli che fuoriescono dal bikini, creando la tipica forma a triangolo o lasciando solo una strisciolina sul pube, anche se la tendenza più gettonata degli ultimi tempi è quella della depilazione totale. Essendo particolarmente invasiva poiché permette di avere un inguine completamente liscio, è consigliabile affidarsi alle mani di un esperto.

2. Vagina e vulva sono la stessa cosa? – Solitamente tendiamo ad associare vulva e vagina, ignorando il fatto che si tratta di due zone completamente differenti. La vulva è la parte esterna dell'apparato genitale femminile che comprende il monte di Venere, le piccole e grandi labbra, il clitoride, le ghiandole vestibolari, l'apertura uretrale, mentre la vagina è un organo interno, coincide con la parte finale del canale del parto ed è la zona interessata nel rapporto sessuale.

3. Le vagine sono tutte uguali? – Anche se si tende a credere che tutte le vagine presentino le stesse caratteristiche, in verità ognuna di loro ha una forma ben precisa. Esistono infatti delle forme dell'organo genitale femminile differenti: la vagina definita "Barbie" è caratterizzata da piccole labbra contenute totalmente nelle grandi, quella a sbuffo ha le piccola labbra che non fuoriescono dalle grandi labbra ma queste ultime sono piene e gonfie, mentre in quelle a tende hanno le piccole labbra che si estendono al di fuori delle grandi. Le vagina a forma di ferro di cavallo sono più aperte nella parte superiore ma chiuse in basso e infine quelle al tulipano hanno le piccole labbra sono leggermente esposte e le grandi che le coprono solo in parte.

4. Cos'è il clitoride? – Il clitoride è l'organo sessuale femminile più sensibile che conta almeno 8.000 terminazioni nervose e ha la particolarità di essere destinato unicamente al piacere. E' fatto quasi come un pene, fuoriesce solo per qualche centimetro all'esterno della vagina e permette di raggiungere il piacere facilmente, tanto che il 95% delle donne dichiara di arrivare all'orgasmo proprio con la stimolazione di questa zona erogena.

5. Perché ha delle perdite? – Esistono alcune cose che nessuno sa sulla vagina, come ad esempio il fatto che è autopulente. Non ha bisogno di cosmetici, profumi o prodotti aggressivi per essere lavata, fa tutto da sola in modo naturale. Ha infatti delle perdite trasparenti che sono assolutamente normali, bisogna preoccuparsi solo quando le macchie sono bianche, gialle o quando emanano cattivi odori.

6. Esistono cosmetici per la vagina? – Anche se sembra assurdo, la risposta a questa domanda è sì. Esistono tinte per peli pubici, kit per decorare il proprio pube ma anche profumi e rossetti pensati appositamente per la vagina, anche se vengono sconsigliati da tutti gli esperti poiché potrebbero essere troppo aggressivi e mettere a rischio la flora vaginale. Kim Kardashian è una delle star che proprio non riesce a farne a meno, tanto che si è mostrata in una foto mentre si lascia "truccare" le parti intime.

7. Come cambia la vagina con il passare degli anni? – A partire dai primi 20 anni la vagina comincia a subire alcuni cambiamenti strutturali e ormonali ma solo dai 30 in poi comincia a "degenerarsi", registrando una perdita di tono sia all’esterno che all’interno. Il vero e proprio invecchiamento vaginale e vulvare comincia però con la premenopausa e si accentua in menopausa a causa del drastico calo di ormoni. Le pareti vaginali si assottigliano, perdendo volume e grasso sulle grandi labbra, provocando secchezza e dolore durante i rapporti.

8. Quali sono le infezioni vaginali più comuni? – Le infezioni vaginali comuni sono la candidosi, infezione da funghi del genere "candida", l'infezione da trichomonas, la gonorrea, la vaginosi e il papilloma virus e presentano tutte dei sintomi differenti. Sono un problema molto comune tra le donne, coinvolgono i genitali e possono essere batteriche, fungine o virali. Si trasmettono con il contatto, attraverso il rapporto sessuale non protetto e provocano prurito, perdite e bruciore. Per curarle sarebbe bene rivolgersi al proprio ginecologo per capire qual è la terapia più adeguata da seguire.

9. Tutte le donne soffrono di secchezza vaginale? – Sono molte le donne che soffrono di secchezza vaginale, soprattutto nel periodo pre e post menopausa, ma non è detto che capiti a tutte. Avere una scarsa lubrificazione può essere sintomo di atrofia vaginale, cioè dell’ispessimento e dell’infiammazione della mucosa vaginale causata dal calo degli estrogeni, ma è un fenomeno che può accompagnare anche la gravidanza, l’allattamento e i cambiamenti ormonali. Nel momento in cui il disturbo causa problemi durante il rapporto, è consigliabile chiedere consulenza al ginecologo.