Le infezioni vaginali sono un disturbo molto comune tra le donne, soprattutto durante il periodo della menopausa, coinvolgono i genitali e possono essere batteriche, fungine o virali. Possono essere trasmesse attraverso il contatto, in caso di rapporto sessuale non protetto, e i sintomi sono prurito vaginale intenso, come nel caso della candida, bruciore fino alle perdite vaginali giallastre. Le cause e le cure per risolvere la malattia possono essere diverse e dipendono molto dal tipo di infezione contratta che può essere prevenuta curando la propria igiene personale e con una corretta alimentazione.

Quali sono le più comuni?

Le infezioni vaginali comuni sono la candidosi, infezione da funghi del genere "candida", l'infezione da trichomonas, la gonorrea, la vaginosi e il papilloma virus.

Candidosi

La candidosi è un'infezione provocata dalla candida, un fungo che vive all'interno della vagina. I sintomi sono un prurito ricorrente e prolungato a cui, spesso, fa seguito una perdita bianca "a ricotta". Le cause possono essere una terapia antibiotica che ha distrutto i suoi nemici naturali, un rapporto sessuale non protetto con un partner già infetto o scarse difese immunitarie. Si cura con antimicotici locali, rapporti sessuali protetti e assumendo frutta e verdura quotidianamente. Ottimi anche i rimedi naturali a base di aglio, aloe vera e malva.

Infezione da trichomonas

L'infezione da trichomonas o tricomoniasi deriva da un microrganismo, un protozoo, che si trasmette sessualmente o attraverso il contatto con asciugamani e biancheria intima. Può interessare sia la cervice uterina che la vagina e i sintomi sono un bruciore intenso e perdite giallastre di tipo schiumoso. Non sono rari casi di dispareunia. Si cura con creme antibiotiche locali, capsule o compresse e praticando sesso protetto fino alla completa guarigione. Ottimi anche i rimedi naturali fitoterapici per ridurre le secrezioni e l'infiammazione.

Gonorrea

La gonorrea è un'infezione che si trasmette sessualmente ed è causata da un batterio che non riesce a sopravvivere a lungo fuori dal corpo umano. Può interessare sia la cervice uterina che l'endometrio o le tube. I sintomi della gonorrea consistono in perdite gialle abbondanti chiamato gergalmente scolo. Può provocare anche febbre in stadio avanzato. Le cure classiche consistono in antibiotici da assumere per bocca o intramuscolo ed è necessario avere rapporti protetti fino alla completa guarigione. Si può adottare un'alimentazione basata su alimenti ricchi di vitamina C, K e zinco.

Vaginosi

La vaginosi è causata da un batterio, la Gardnerella, e si contrae con un rapporto sessuale non protetto. Può essere anche trasmesso, molto più raramente, attraverso il contatto con asciugamani o servizi igienici. Può essere anche asintomatica ma può dare luogo anche a perdite bianche, grigio-verdastre, maleodoranti, in assenza di prurito o bruciore. Si cura con antibiotici locali e con rapporti sessuali protetti.

Papilloma virus (HPV)

l'HPM è il papilloma virus umano e si contrae con un rapporto sessuale non protetto. Può interessare sia i genitali esterni che la vagina e, nella maggior parte dei casi, scompare spontaneamente. Non ha sintomi ed è necessario fare molta prevenzione: pap test e colonscopia sono i due esami a cui sottoporsi periodicamente.

Durante la gravidanza si è soggette a infezioni vaginali, come la candida e la vaginosi, e se si sospetta di un'infezione è necessario chiamare subito il proprio ginecologo per sottoporsi a un tampone vaginale. Le infezioni, infatti, possono aumentare il rischio di abortire oppure possono essere causa di parto prematuro.

Rimedi naturali

Tre donne su quattro si ritrovano a combattere infezioni vaginali periodicamente per tutta la vita. A causarle sono solitamente stress, cambiamenti ormonali, diete drastiche, biancheria intima non idonea o saponi intimi troppo aggressivi, tutte cose che riducono le difese immunitarie, esponendo i genitali a degli attacchi batterici. Ecco quali sono i consigli per prevenirle:

1. Evitare di usare prodotti intimi aggressivi – Uno dei miglior modi per prevenire le infezioni simili alla candida è utilizzare dei prodotti intimi non troppo aggressivi. Da evitare, sono le creme profumate, i tamponi, i deodoranti e le docce poco delicate, che possono turbare il naturale equilibrio vaginale.

2. Seguire una dieta equilibrata – Per non andare incontro a degli squilibri di salute, è essenziale seguire una dieta sana. In particolare, sarebbe meglio evitare zuccheri e birra, due prodotti che favoriscono la comparsa di infezioni da lieviti.

3. Controllare i livelli di zuccheri nel sangue – Tenere sotto controllo i livelli di zuccheri presenti nel sangue è importante per prevenire malattie come il diabete. Sono proprio disturbi simili ad aumentare il rischio di infezioni da lievito.

4. Indossare biancheria intima di cotone – Anche il modo di vestire influenza la tendenza ad andare incontro ad infezioni da lievito. Sarebbe meglio evitare di portare biancheria intima di nylon o collant e preferire gli slip in cotone, che negli ultimi tempi sono tornati alla moda.

5. Rilassarsi – Lo stress può causare un drastico indebolimento del proprio sistema immunitario, che provoca candide e infezioni. Rilassarsi, liberarsi dalle ansia, sono due cose che aiutano a tenersi in salute.

6. Utilizzare integratori – Per eliminare un’infezione già presente, solitamente si può ricorrere ad una semplice pomata o a dei farmaci da prendere per via orale. Per prevenirla, è invece necessario consumare regolarmente degli integratori e dei probiotici, dei prodotti più naturali e benefici.

7. Applicare yogurt sulle zone irritate – Lo yogurt bianco contiene Lactobacillus acidophilus, uno dei batteri “buoni" per la salute vaginale. Aiuta infatti a prevenire le infezioni se applicato sulla zona irritata oppure all’interno della vagina con un tampone.

8. Usare l’olio dell’albero da tè – L’olio dell’albero da tè è un ottimo detergente intimo poiché ha incredibili proprietà antisettiche e antibiotiche. Basta metterlo su un tampone ed inserirlo nella vagina per qualche ora per raggiungere risultati ottimali.

9. Assumere capsule all’olio di origano – Anche l’olio di origano è capace di combatte le infezioni da funghi. In particolare, deve essere inserito in una capsula da prendere due volte al giorno dopo i pasti.

10. Mangiare mirtilli rossi – I mirtilli rossi sono il rimedio ideale per prevenire le infezioni vaginali e al tratto urinario. Contengono una sostanza che impedisce ai batteri di attaccarsi alle membrane del proprio corpo, impedendo dunque la comparsa delle irritazioni.

11. Consumare aglio biologico – L’aglio è uno dei rimedi naturali più efficaci per combattere le infezioni da lievito. E’ antibatterico e antibiotico, ha un cattivo odore ma i suoi effetti sono incredibili.