da sinistra Elie Saab, Atelier Versace, Viktor e Rolf, Giambattista Valli, Dior
in foto: da sinistra Elie Saab, Atelier Versace, Viktor e Rolf, Giambattista Valli, Dior

Da pochi giorni è calato il sipario sulla Settimana dell'Alta Moda di Parigi, sulle cui passerelle i grandi nomi della moda internazionale hanno presentato le collezioni Haute Couture per l'Autunno/Inverno 2015-2016. Ogni anno i primi giorni del mese di luglio sono dedicati all'Alta Moda, ovvero alle collezioni d'alta sartoria che si differenziano da quelle Prêt-à-porter, collezioni composte da abiti spesso unici, realizzati a mano, abiti che non vedremo nelle boutique ma solo indosso a star e celebrities sul red carpet. Alla Fashion Week Haute Couture di Parigi vengono dunque mostrate le creazioni più particolari, abiti da sogno, modelli da mille e una notte, sculture fatte di stoffa e paillettes, di seta e tessuti damascati, abiti regali con decori lucenti e applicazioni preziose sapientemente cucite a mano dalle sarte più esperte.

Trend Parigi Fashion Week Haute Couture

Durante la Settimana dell'Alta Moda di luglio 2015 hanno sfilato le collezioni Haute Couture per l'Autunno/Inverno 2015-16 di grandi Maison italiane, francesi ed internazionali: da Dior a Chanel, da Giorgio Armani Privè ad Atelier Versace, da Margiela a Jean Paul Gaultier, da Giambattista Valli e Elie Saab. Osservando le passerelle dell'Alta Moda è dunque possibile intercettare i trend per la prossima stagione fredda, i colori di moda, i capi "da avere" e gli accessori must. Ecco 6 trend per l'Autunno/Inverno 2015-16 che abbiamo visto sfilare sulle passerelle Haute Couture di Parigi.

L'haute couture è a colori

da sinistra Maison Margiela, Schiaparelli, Ulyana Sergeenko, Giorgio Armani Privè, Atelier Versace
in foto: da sinistra Maison Margiela, Schiaparelli, Ulyana Sergeenko, Giorgio Armani Privè, Atelier Versace

Colore colore e ancora colore, per la prossima stagione invernale i grandi stilisti dicono addio alle nuance scure e scelgono un mood in "technicolor" dipingendo le creazioni Haute Couture con intense tonalità decise di verde smeraldo, magenta, arancio, rosa e fucsia. Atelier Versace presenta una collezione ricca di colori forti alternati a romantiche nuance pastello, Giorgio Armani Privè opta per colori accecanti dipingendo abiti da sera e giacche sartoriali in blu elettrico e rosa shocking. Un verde lucente sfila sulla passerella di Maison Margiela, mentre Ulyana Sergeenko opta per un verde petrolio. Ancora colore sulla passerella invernale di Schiaparelli dove regnano intense tonalità di rosa, rosso e magenta.

Un inverno floreale

da sinistra Chanel, Ralph e Russo, Giambattista Valli, Atelier Versace, Dior
in foto: da sinistra Chanel, Ralph e Russo, Giambattista Valli, Atelier Versace, Dior

Fiori stampati o tridimensionali, cuciti sul tessuto o nella trama della stoffa, spuntano insistenti nella maggior parte delle collezione Haute Couture Autunno/Inverno 2015-16 che hanno sfilato a Parigi. Rose, peonie, flower astratti o micro fiorellini naif decorano lunghi abiti da sera, sontuosi modelli a sirena o minidress con gonne balloon. Da Chanel sfilano voluminosi cappotti impreziositi con fiori di tessuto color cipria, da Ralph&Russo gli abiti da sera sono coperti con fantasie floreali dal sapore barocco, mentre Giambattista Valli decora abiti trasparenti total black con grossi fiori rosa tridimensionali. Atelier Versace sceglie colori forti di rosa e prugna per dipingere le fantasie floreali della collezione invernale, da Dior, invece, regnano nuance pastello e stame micro.

Baroque, jacquard e broccati

da sinistra Ralph e Russo, Schiaparelli, Chanel, Elie Saab, Dior
in foto: da sinistra Ralph e Russo, Schiaparelli, Chanel, Elie Saab, Dior

Broccati, jacquard e decori barocchi in silver e oro, ecco il must per l'Autunno/Inverno 2015-16. A Parigi sfilano meravigliosi abiti da sera con corpetti damascati da Chanel, completi jacquard dipinti di giallo sulla passerella di Schiaparelli e sontuosi motivi tono su tono nel fashion show di Ralph&Russo. Elie Saab crea splendidi abiti da sera color borgogna con affascinanti intarsi nel tessuto, mentre Raf Simons disegna per Dior lunghi modelli e jumpsuit in broccato.

Volumi imponenti e linee extra large

da sinistra Giorgio Armani Privè, Dior, Jean Paul Gaultier, Maison Margiela, Chanel
in foto: da sinistra Giorgio Armani Privè, Dior, Jean Paul Gaultier, Maison Margiela, Chanel

Volumi imponenti e strutturati, forme geometriche e linee over sono protagoniste in passerella a Parigi. Anche l'Alta Moda sceglie linee comode ed extra large per morbidi cappotti, come quelli visti da Dior, o per soprabiti over, come i modelli disegnati da John Galliano per Maison Margiela. Jean Paul Gaultier estremizza il trend proponendo abiti dalle gonne "circolari", mentre Chanel e Giorgio Armani Privè disegnano giacche con spalle voluminose e strutturate.

Sandali aperti e maxi zeppe

da sinistra Atelier Versace, Maison Margiela, Giambattista Valli, Schiaparelli
in foto: da sinistra Atelier Versace, Maison Margiela, Giambattista Valli, Schiaparelli

A giudicare dalle passerelle Haute Couture la scarpa Must è alta, molto alta, magari con grosso plateau e tacco largo o con maxi zeppa voluminosa. Atelier Versace completa ogni look con sandali dai colori sgargianti dal plateau altissimo o con stivali in vernice dal vago sapore anni '70. Giambattista Valli sceglie invece un mood fifties creando sandali intrecciati con tacco alto e plateau. Ancora modelli aperti, ma senza plateau, sfilano sulle passerelle di Maison Margiela, che propone originali modelli in total white con cinturini, e di Schiaparelli, su cui si muovono modelli Mary Jane dai colori accesi.

Abiti vedo non vedo e trasparenze

da sinistra Ulyana Sergeenko, Atelier Versace, Elie Saab, Jean Paul Gaultier, Dior
in foto: da sinistra Ulyana Sergeenko, Atelier Versace, Elie Saab, Jean Paul Gaultier, Dior

Sensualità e dettagli sexy non possono mancare in passerella, anche per l'inverno i vestiti dai tessuti impalpabili e i modelli vedo non vedo sono un must. Ulyana Sergeenko propone abiti da sera con corpetto trasparente e gonne dal profondo spacco, Atelier Versace gioca con le forme creando la silhouette di una sensuale "fata dei boschi". il cui corpo è coperto con lembi di tessuto sapientemente cuciti insieme che lasciano intravedere le forme. Elie Saab sceglie un discreto vedo non vedo per i lucenti abiti da sera, mentre l'enfant terrible della moda francese Jean Paul Gaultier veste la sua donna con casacche nude. Da Dior, invece, le trasparenze sono più romantiche, meno strong, Raf Simons disegna minidress in celeste dalle linee over in tessuto trasparente che creano un effetto sensuale ma estremamente raffinato.