Riccardo Tisci è il nuovo direttore creativo di Burberry. Aveva lasciato Givenchy nel febbraio del 2017 dopo ben 12 anni di collaborazione e oggi prenderà il posto di Christopher Bailey, che aveva dato il suo addio alla Maison britannica durante la London Fashion Week, dando vita a una spettacolare sfilata dai colori arcobaleno che ha visto il ritorno in passerella di Cara Delevingne. L'annuncio è arrivato a sorpresa durante la Settimana della Moda di Parigi, lasciando tutti senza parole.

Riccardo Tisci, il nuovo direttore creativo di Burberry

Burberry ha annunciato questa mattina che Riccardo Tisci è il suo nuovo direttore creativo, è stato scelto da Marco Gobbetti, l'ad della griffe, con il quale lo stilista aveva già lavorato da Givenchy. La comunicazione è stata data attraverso un post condiviso sul profilo Instagram della Maison, nel quale è stata riportata anche una dichiarazione dello stilista. "Sono onorato e felice di unirmi a Burberry come nuovo Chief Creative Officer e di ricongiungermi con Marco Gobbetti. Ho un enorme rispetto per l'eredità britannica e l'appeal globale di Burberry e sono entusiasta del potenziale di questo marchio eccezionale".

Riccardo Tisci è italiano, ha 43 anni e ha preso il posto di Christopher Bailey, il designer che ha collaborato con il noto marchio britannico negli ultimi 17 anni. Comincerà il nuovo lavoro a partire dal 12 marzo, anche se presenterà la sua prima collezione il prossimo settembre. La notizia è arrivata a sorpresa durante la Paris Fashion Week e ha lasciato tutti senza parole, visto che nessuno si aspettava una scelta simile da parte di una casa di moda dallo stile classico come Burberry.

Perché Burberry ha scelto Riccardo Tisci come nuovo stilista?

Burberry ha scelto di nominare Riccardo Tisci nuovo direttore creativo perché ha intenzione di rivitalizzare l'immagine della griffe, nella speranza che si registri anche un boom di vendite. Non è un caso che già a partire da qualche settimana fa la griffe abbia cominciato a proporre delle novità assolute come la trasformazione dell'iconico motivo check, per anni rimasto invariato, oggi arricchito con i colori dell'arcobaleno. Tisci è esperto di heritage e dettagli sartoriali e di sicuro riuscirà ad aggiungere il suo tocco rock e dark ai look del brand. "La visione creativa di Riccardo rafforzerà le ambizioni che abbiamo per Burberry e posizioneremo saldamente il marchio nel mondo del lusso", ha dichiarato Marco Gobbetti. L'obiettivo di Burberry è dunque portare il marchio in un mercato ancora più esclusivo con prodotti di alta gamma che, allo stesso tempo, siano capaci di incarnare alla perfezione le nuove tendenze.

Chi è Riccardo Tisci?

Riccardo Tisci è nato a Taranto nel 1974 ed è rimasto orfano di padre quando era solo un bambino. La mamma Elmerinda è diventata vedova dopo aver avuto 9 figli e, per assicurargli un futuro migliore, si è trasferita in Lombardia insieme al resto della famiglia. Riccardo ha deciso poi di lasciare Cermenate in provincia di Como a 17 anni per diplomarsi al Central Saint Martins College di Londra. Da quel momento in poi, sono cominciati i suoi successi nel mondo della moda. Ha lavorato per Puma, Coccapani e ha firmato un contratto triennale con Ruffo Research. E' solo nel 2004, precisamente durante la Milano Fashion Week, che presenta la prima collezione che porta il suo nome.

Dal successo con Givenchy a oggi

La prima collezione personale di Riccardo Tisci gli ha permesso di farsi notare dalla Maison francese Givenchy, che lo ha nominato direttore creativo. In pochi anni è stato capace di rilanciare il marchio, firmando le collezioni haute couture, prêt-à-porter e accessori. Il suo stile dark e rock è diventato così tanto apprezzato che anche Madonna nel 2008 si è affidat a lui per i costumi del "Sticky and Sweet Tour". Nei 12 anni successivi Tisci ha continuato a collaborare con la Maison, arrivando a vestire le star più famose al mondo sui red carpet e addirittura a far posare Donatella Versace in una delle sue campagne pubblicitarie. L'evento è stato considerato rivoluzionario, visto che si tratta del primo caso in cui una stilista ha prestato il suo volto per un'altra griffe. Riccardo ha poi lasciato la direzione creativa del marchio nel 2017 e, dopo aver realizzato gli abiti di Maria De Filippi durante l'edizione del 2017 del Festival di Sanremo, aveva fatto "perdere le sue tracce". Oggi ha accettato di diventare stilista per Burberry e debutterà in passerella il prossimo settembre.

Christopher Bailey, la storia di Burberry durante la sua direzione

A precedere Riccardo Tisci come direttore creativo di Burberry, c'è stato Christopher Bailey, che ha ricoperto il ruolo per ben 17 anni. E' stato capace di ribaltare le sorti dell'azienda, diventando responsabile dell'immagine del marchio sotto ogni aspetto, comprese le campagne pubblicitarie, la direzione artistica, il design dei negozi e tutte le collezioni di abiti e accessori. Nel 2008 ha creato anche la Burberry Foundation, il cui obiettivo era aiutare i giovani a realizzarsi attraverso delle attività di beneficenza, investendo sulla loro creatività. Bailey ha anche supervisionato la progettazione e la costruzione del quartier generale londinese di 1.5000 metri quadrati e di quello della divisione americana di Burberry, sorta al 444 Madison di New York. E' stato eletto Stilista dell'anno durante i British Fashion Awards diverse volte, è stato nominato Membro dell'Ordine dell'Impero Britannico dalla regina Elisabetta II, è diventato membro Onorario del Royal College of Art. Insomma, grazie a Burberry la sua carriera è stata costellata dai successi. Non è un caso, dunque, che abbia deciso di dire addio alla Maison britannica durante l'ultima London Fashion Week con una sfilata-evento spettacolare che è stata capace di attirare l'attenzione dei media internazionali. Riccardo Tisci riuscirà a eguagliarlo? A giudicare dagli innumerevoli traguardi raggiunti dallo stilista, non sarà un compito facile.