La Royal Family non sta vivendo un momento facile e, come tutte le persone "comuni", si è ritrovata da un giorno all'altro in quarantena nel tentativo di ridurre al minimo il numero di contagi da Covid-19. Se da un lato William e Kate si sono trasferiti nella tenuta di campagna ad Anmer Hall con i loro tre figli, la regina Elisabetta II è stata messa in salvo con un piano ben preciso. Ancor prima che in Gran Bretagna cominciasse il lockdown, si è messa in isolamento nel castello di Windsor. Avendo 94 anni, è stata infatti considerata un soggetto a rischio e, complice la positività al virus del figlio Carlo, fin dal primo momento è stato fatto il possibile per salvaguardare la sua salute. Ora sono quasi due mesi che non esce dalle mura del palazzo reale, al suo fianco ci sono solo il marito Filippo, il maggiordomo Paul e l'assistente personale.

La cosa che in pochi sanno è che, oltre a lavorare in smartworking dall'enorme studio e a concedersi alcune videochiamate con i familiari, la sovrana ha anche altre abitudini che le permettono di combattere la noia. Passeggia parco con i cani, mette ordine all'interno dei cassetti, sfoglia album di vecchie foto e non si separa mai dalla famosa "Red box", la scatola di pelle rossa che contiene i documenti di stato. Insomma, Elisabetta II potrà anche essere in quarantena ma, nonostante i 94 anni appena compiuti, non ha alcuna intenzione di approfittare del tempo libero per riposarsi. È più attiva che mai e, come pronunciato nello storico discorso alla nazione di qualche settimana fa, anche lei aspetta giorni migliori, nella speranza che si possano tornare ad abbracciare amici e parenti il prima possibile.