Nei regimi alimentari dietetici spesso la pasta non è un ingrediente concesso: esagerare con la pasta infatti rischia di rovinare la tua silhouette e di farti aumentare di peso. Se viene consumata con moderazione e soprattutto senza il condimento di sughi ricchi di grassi può però essere una valida fonte di carboidrati. Ma cosa mangiare se non vogliamo la classica pasta? In commercio esistono tantissime alternative, più salutari e anche meno caloriche. Scopriamole insieme!

Integrale: è la tipologia di pasta più indicata se non vuoi rinunciare al tuo piatto di spaghetti al pomodoro ma vuoi tenere sotto controllo la linea. Le farine integrali infatti hanno un indice glicemico molto basso, ed è ricca di fibre, indispensabili per il corretto funzionamento del tuo intestino.

Kamut: a volte si pensa che il kamut sia adatto a chi soffre di celiachia, ma in realtà di tratta sempre di una forma di grano, e per tanto contiene glutine. È però adatta a chi fa fatica a digerire la pasta di grano duro classica e contiene molte più vitamine, importanti per la nostra energia, e antiossidanti.

Riso: la pasta di riso è poco conosciuta ma è un valido alleato per chi soffre di gonfiore addominale. È un ingrediente tipico della cucina orientale, saporito e adatto anche a chi presenta intolleranze al glutine.

Mais: alternativa sfiziosa alla classica pasta, è creata con la farina di mais e per tanto non contiene glutine. Adatta a molteplici ricette, è ricca di fibre e di antiossidanti.

Farro: ricca di sali minerali e proteine, è povera di grassi ed è quindi molto indicata per chi è a dieta. Il gusto della pasta di farro varia di poco rispetto a quella di grano duro, ma i suoi benefici sono di gran lunga maggiori.

Spaghetti di zucchine: c'è chi deve rinunciare alla pasta ma fa di tutto per non sentirne la mancanza. Gli spaghetti di zucchine possono essere un primo piatto goloso e sfizioso. Taglia a listarelle piccole e fine le zucchine, poi falle saltare in padella con un cucchiaio di olio e un bicchiere di acqua: rimarranno croccanti esternamente e morbide all'interno. Condiscile con del parmigiano, sale e pepe.

Ravioli di barbabietola: vuoi preparare dei ravioli speciali? Taglia a rondelle la barbabietola e lasciala marinare nell'acqua per almeno un'ora. Posizionala su una teglia, poi al centro aggiungi un cubetto del tuo formaggio preferito. Posiziona un'altra fetta di barbabietola e chiude il tuo raviolo vegetariano.

Cavolfiori al formaggio: al posto dei maccheroni, piatto gustoso ma senza dubbio iper calorico, prova i cavolfiori al formaggio. Taglia i cavolfiori e lessali in una padella, poi posizionali in una teglia e aggiungi parmigiano e fontina, lasciando gratinare il tutto al forno. Il tuo piatto sarà squisito.