Si dice che “non è bello ciò che è bello, ma è bello ciò che piace” e finalmente anche gli ideali di bellezza si stanno adeguando a questa assoluta verità. Queste 10 modelle hanno dimostrato che il concetto di bellezza è in continua evoluzione e che non bisogna essere necessariamente perfette e curate in ogni dettaglio per poter essere considerate delle icone di stile o per diventare delle modelle di successo. Ecco chi sono le 10 donne che stanno dando una nuova definizione al termine bellezza.

Lea T – E’ la modella transgender scoperta da Givenchy nel 2010. Da allora, il suo successo è stato incontenibile. E’ apparsa su molte copertine ed ha calcato innumerevoli passerelle. Nel 2014, è diventata anche il volto di Redken, il primo marchio di cosmetici che ha chiamato una transgender come testimonial.

Denise Bidot – E’ stata la prima modella curvy a calcare le passerelle della New York Fashion Week nel 2014. E’ poi apparsa nelle pubblicità dei marchi Target, Forever 21, Macy e Nordstrom, ed oggi è la portavoce di "Curve” , una campagna che mira a far capire a tutte le donne che devono accettare il proprio corpo con le sue imperfezioni e i suoi chili di troppo.

Rain Dove – E’ la modella lesbica dall’apparenza androgina, che indossa sia vestiti da uomo che da donna. Rain definisce la sua carriera come una sorta di attivismo. E’ convinta infatti che il mondo della moda non dovrebbe diversificare gli abiti a seconda del sesso, ma dovrebbe produrre semplicemente vestiti per tutto il popolo.

Winnie Harlow – Winnie Harlow, è una modella di 19 anni con la vitiligine, una malattia che provoca la perdita del colore in alcune parti del corpo, generando delle macchie sulla pelle. Dopo essere stata vittima di bullismo, nel 2011 ha pubblicato un video su YouTube dove ha parlato della sua malattia. E’ stata così notata da America Next Top Model e di recente è diventata la testimonial del marchio Diesel.

Jillian Mercado – Jillian Mercado ha una distrofia muscolare ed utilizza la sedia a rotelle, ma nonostante ciò è stata scelta come testimonial da Diesel e Nordstrom. La modella è convinta del fatto che non esista un modello di bellezza ideale e che è sbagliato confrontarsi con le persone che ci circondano per il nostro aspetto fisico.

Andreja Pejić – Nata Andrej Pejic, il modello australiano è stato, fino al 2014, un modello androgino. Di recente, però, si è sottoposto all’intervento per il cambiamento del sesso ed oggi si fa chiamare Andreja. Ha lavorato per Jean-Paul Gaultier e il suo successo non accenna a fermarsi.

Jamie Brewer – E’ un’attrice di 30 anni, conosciuta per il suo ruolo in American Horror Story, che di recente è diventata la prima modella con la sindrome di Down a sfilare durante la New York Fashion Week. La donna spera di essere un punto di riferimento per tutte le donne che non credono di poter sfondare nel mondo della moda.

Elliott Sailors – La modella è un’ex concorrente di un concorso di bellezza, che ha un look androgino, tanto da sfilare anche con i vestiti da uomo.  A differenza di Andreja o di Lea, per lei non si tratta di esprimere un genere diverso dal suo. Non si sente intrappolata in un corpo sbagliato, ma semplicemente vuole esprimersi ogni giorno in modo diverso.

Robyn Lawley – La modella australiana è la prima curvy ad essere apparsa in numerose riviste. Il suo obiettivo non è mai stato quelo di sfondare nel mondo della moda, ma semplicemente ha intenzione di aiutare le donne ad accettare il loro corpo. Ha creato una linea di costumi per donne curvy e quello che si chiede è: per quale motivo devono essere le ragazze ad adattarsi ai vestiti e non il contrario?

Carmen Dell'Orefice – La modella ha 83 anni e l’età non le ha impedito di apparire sulla copertina di Harper Bazaar Tailandia. Viene considerata la modella più vecchia al mondo. La sua carriera è però cominciata a 15 anni, quando è comparsa per la prima volta sulla rivista Vogue, e da allora non ha mai smesso di sfilare e di posare per servizi fotografici. E’ anche testimonial di Target e Rolex.