Ieri ha avuto inizio la Milano Fashion Week, che fino al 27 febbraio darà spazio alle collezioni Autunno/Inverno 2018-19 delle più grandi Maison internazionali. Se sulla passerella Gucci hanno fatto scalpore le teste mozzate portate come delle it-bag dai modelli, mentre su quella di Moschino la protagonista indiscussa è stata Kaia Gerber in versione Jackie Kennedy, ad aver incantato tutti durante lo show di Alberta Ferretti è stata Bella Hadid. La modella ha letteralmente illuminato la passerella con la sua bellezza, sfoggiando delle trasparenze audaci che hanno lasciato pochissimo spazio all'immaginazione.

Il look sexy di Bella Hadid in passerella

Bella Hadid è stata una delle grandi protagoniste della sfilata milanese di Alberta Ferretti, rubando la scena alla sorella Gigi e a Kaia Gerber grazie ai suoi look sexy. La modella 21enne ha infatti indossato un lungo abito nero, caratterizzato da una gonna sinuosa a vita alta e un corpetto completamente trasparente decorato con delle paillettes argentate che le hanno coperto i capezzoli. Il dettaglio hot, però, non è sfuggito a nessuno: Bella non indossava il reggiseno e le trasparenze audaci le hanno permesso di sfoggiare un'impeccabile scollatura underboob. Per la seconda apparizione sul catwalk portava, invece, un abito leggermente più "castigato" con delle stampe sulle tonalità del verde, il collo alto e una gonna lunga fin sotto al ginocchio aggrappata sul punto vita. Il tessuto sottile, però, lasciava intravedere l'assenza della biancheria intima e la sua silhouette perfetta. Insomma, la Hadid ha dimostrato di non avere rivali in fatto di sensualità: è lei ad aver attirato tutta l'attenzione sulla passerella di Alberta Ferretti.

La collezione Autunno/Inverno 2018-19 di Alberta Ferretti

Alberta Ferretti ha presentato la collezione Autunno/Inverno 2018-19 durante la prima giornata della Milano Fashion Week, mandando in scena una donna dallo stile molto personale, mai anonimo, anche quando sfoggia dei look casual. Gli abiti della stilista sono perfetti per tutte quelle che vogliono dimostrare di essere sicure, affermate e allo stesso tempo femminili e sensuali, come delle cowgirl moderne. Non è un caso che abbia piazzato al centro della passerella la scultura Gravity di Lorenzo Quinn, un lavoro artistico che pone la donna al centro dell’Universo, secondo la stilista una vera e propria metafora della realtà. Denim, piume, dettagli luccicanti, borchie, cinture metalliche, pelle e jersey, sono solo alcuni degli elementi che si fondono in passerella per dare prova del fatto che il sesso femminile non deve più essere rinchiuso in una tendenza ma dinamico e non omologato.