Ashley Graham porta avanti da tempo la sua filosofia body positive. Sono tantissime le donne per cui è diventata una fonte di ispirazione per migliorarsi e sconfiggere le insicurezze. La modella infatti è paladina dell'accettazione, di un rapporto sano col proprio corpo, svincolato da stereotipi che vogliono la magrezza come perfezione. Si è battuta affinché anche il mondo della moda diventasse più inclusivo nei confronti di quelle che un tempo erano considerate "taglie forti" e ci è riuscita. Oggi è un punto di riferimento anche per i brand più prestigiosi: a settembre ha sfilato alla Milano Fashion Week per Fendi, evento che ha segnato il suo ritorno in passerella dopo il parto. E sia sulle passerelle che in copertina che sui suoi social lei si mostra così com'è, cellulite, smagliature e pancia compresa. Ora che è diventata mamma il suo corpo è ulteriormente cambiato e non ne ha fatto mistero, testimoniando giorno dopo giorno tutte le sue imperfezioni prima e dopo il parto. Il suo messaggio è stato accolto dalle sue follower, che sono diventate protagoniste di una gallery che la modella ha condiviso su Instagram per ribadire l'importanza di amarsi e accettarsi tutti i giorni.

Ashley Graham celebra le donne normali con corpi normali

La battaglia di Ashley Graham non riguarda solo le passerelle, per aprirle a concetti di bellezza meno legati ai soliti stereotipi che sono sempre stati portati avanti, presentati come gli unici possibili. La sua battaglia è per tutte le donne, non solo le modelle: il suo messaggio di accettazione e amore è qualcosa che riguarda la vita e la quotidianità di tutte. La modella curvy ha una community numerosa: su Instagram la seguono in 12 milioni e lei è fiera delle sue follower. A loro ha dedicato una gallery pubblicata su Instagram.

Le foto, infatti, sono quelle che le hanno inviato donne comuni, che hanno recepito il suo messaggio e che ogni giorno cercano di metterlo in pratica. La Graham le ha ringraziate per la fiducia, si è detta fiera di loro e grata di essere circondata da persone così. Ne ha approfittato anche per ribadire: "Non è sempre facile amare ogni centimetro del tuo corpo. Ho imparato che è una pratica quotidiana, non solo un traguardo". Quelli in foto sono corpi femminili comuni, corpi normali, celebrati anche e soprattutto nelle loro imperfezioni.