I chiodi di garofano sono i fiori essiccati della Eugenia caryophyllata, pianta che appartiene alla famiglia delle Myrtaceae. Nonostante il nome, non hanno niente in comune con il garofano, ma sono chiamati così perché hanno la forma dei chiodi e l'estremità che somiglia al fiore di garofano. I chiodi di garofano non sono i semi essiccati della Eugenie caryophyllata, pianta originaria delle isole Molucche, ma sono i suoi boccioli floreali. I chiodi di garofano vengono utilizzati in cucina, ma possono rivelarsi anche un ottimo ingrediente per la nostra salute e la nostra bellezza perché contengono tannini, dalle proprietà antinfiammatorie; flavonoidi, dalle proprietà antiossidanti; mucillagini con proprietà lassative e lenitive e oli grassi dalla proprietà organolettiche.

Proprietà curative dei chiodi di garofano

Chiodi di garofano potente afrodisiaco: Le proprietà afrodisiache dei chiodi di garofano sono conosciute e sono molto elevate e le possiamo ritrovare anche nell'olio essenziale di chiodi di garofano, in vendita anche presso le profumerie.

Curano il mal di testa: i flavonoidi contenuti nei chiodi di garofano hanno proprietà antinfiammatorie e per questo si rivela un ottimo ingrediente per curare mal di testa, mal di denti e dolori lievi.

Utili per combattere mal di gola, raffreddore e tosse: grazie ai flavonoidi hanno anche proprietà antinfiammatorie utili in caso di mal di gola, raffreddore, asma, sinusite, bronchite e anche per alleviare dolori reumatici o dovuti all'artrite. Inoltre, le proprietà sedative dell'olio essenziale lo rendono un toccasana contro la tosse: basterà eseguire degli sciacqui dopo aver fatto bollire un chiodo di garofano in 100 ml di acqua.

Aiutano a digerire e proteggono l'intestino: assunti sotto forma di infuso, i chiodi di garofano hanno un effetto digestivo e combattono la nausea: vi basterà masticare per qualche minuto dei chiodi di garofano per alleviare immediatamente la sensazione di fastidio che colpisce lo stomaco; i chiodi di garofano, inoltre, sono in grado di migliorare la funzionalità dell'apparato digerente. Inoltre evitano che nell'intestino si accumulino tossine dannose per la nostra salute.

Utili in caso di inappetenza: quando dopo un periodo di convalescenza abbiamo difficoltà a mangiare possiamo provare un rimedio a base di chiodi di garofano per recuperare l'appetito: aggiungete alla tintura di chiodi di garofano un po' di zenzero e di cannella e diluite almeno 15 gocce di questo composto con l'acqua. Da assumere anche due o tre volte al giorno.

Combattono la stanchezza e proteggono dai virus: da non sottovalutare le proprietà energetiche dei chiodi di garofano, in grado di combattere fatica mentale e stanchezza e che rendono questa spezia un afrodisiaco naturale. L'utilizzo di chiodi di garofano aiuta l'organismo a sconfiggere virus e batteri, inoltre hanno un alto potere antimicotico, l'infuso può essere utilizzato per curare micosi della pelle e delle mucose. Per curare la micosi alle mani unite ai chiodi di garofano anche vaniglia, cumino, coriandolo e timo.

Antiossidanti: grazie all'elevato contenuto di polifenoli, possiedono elevate proprietà antiossidanti utili a contrastare i radicali liberi e l'invecchiamento cutaneo, proprietà che ritroviamo anche in un'altra spezia, la cannella.

Aiutano a perdere peso e a sgonfiare la pancia: i chiodi di garofano aiutano anche a bruciare i grassi grazie alle elevate proprietà digerenti dei suoi attivi, inoltre aiutano a sgonfiare la pancia e, il loro olio essenziale, è utile per eliminare i gas intestinali. Inoltre possono essere utilizzati al posto di sale e altri condimenti grassi.

Curano infezioni e spasmi muscolari: le proprietà antisettiche dei chiodi di garofano sono utili in caso di ustioni e infezioni applicando un po' di olio essenziale diluito con l'acqua per evitare irritazioni. Inoltre riescono a calmare gli spasmi muscolari alleviando il dolore.

Aiutano in caso di diabete: i chiodi di garofano riescono a ridurre i livelli di glucosio nel sangue prevenendo anche alcune patologie legate al diabete come insufficienza renale, problemi cardiaci e vascolari e malattie oculari.

Preservano la freschezza dei cibi: i chiodi di garofano riescono a contrastare il processo di ossidazione dei grassi mantenendo i cibi freschi più a lungo e conservando intatti i loro principi nutritivi.

Combattono le rughe: per quanto riguarda il campo cosmetico invece, i chiodi di garofano possono essere utilizzati per combattere i segni del tempo come la comparsa delle rughe e dei segni di espressione. Per utilizzare questo ingrediente al meglio, potrete aggiungere qualche goccia di olio essenziale di chiodi di garofano alla vostra crema viso abituale: in questo modo combatterete i radicali liberi e le rughe.

Deodorante naturale: con i chiodi di garofano è possibile preparare un deodorante in polvere. Basterà unire 4 chiodi di garofano a 2 cucchiai di bicarbonato di sodio, mescolando il tutto e lasciando riposare il composto per qualche giorno in un barattolo chiuso. In questo modo otterrete un deodorante profumato simile al borotalco.

Come usare i chiodi di garofano in cucina

I chiodi di garofano hanno un sapore forte e piccante, per questo ne basta una minima quantità per insaporire le pietanze. In cucina vengono utilizzati per insaporire piatti di carne, formaggi stagionati e alcuni tipi di verdure e ortaggi come la zucca. Insaporiscono condimenti come mostarda e sottaceti e, nei dolci, questa spezia è utilizzata per la preparazione di crostate e dona un sapore particolare alla torta di mele. Vengono utilizzati anche nel vin Brulè insieme alla cannella e altre spezie. Si possono acquistare nei supermercati nel reparto delle spezie o in erboristeria.

Quali sono gli usi alternativi dei chiodi di garofano?

Sapevi che possono essere utilizzati per curare mal di denti?  I chiodi di garofano hanno proprietà analgesiche e anestetiche grazie all'eugenolo efficace per la cura del mal di denti. Puoi provare ad utilizzare un chiodo di garofano posizionandolo vicino al dente dolorante, lasciandolo in posa per più tempo possibile e masticandolo fino a quando non si ammorbidisce. Inoltre può essere molto utile l'olio essenziale di chiodi di garofano: applicato localmente sul dente dolorante funziona da anestetizzante in quanto svolge la stessa funzione della benzocaina, ma senza provocare reazioni allergiche o effetti collaterali. Per preparare un ottimo rimedio contro il mal di denti unite due gocce di olio essenziale di chiodi di garofano e mezzo cucchiaino di olio essenziale di cocco, applicatelo sul dente con un batuffolo di cotone che rimuoverete appena sarà passato il dolore.

I chiodi di garofano sono utilizzati anche per curare le gengive infiammate e sono un ottimo rimedio per combattere l'alito cattivo: per preparare un ottimo colluttorio versate 2 gocce di olio essenziale di chiodi di garofano in 60 ml d'acqua e fate degli sciacqui o gargarismi. Vi servirà ad alleviare il mal di denti e ad avere una bocca fresca e profumata.

Controindicazioni

Se utilizzato in maniera corretta, e senza eccedere nelle dosi, non ha particolari controindicazioni anche se un abuso può portare a intossicazioni e danni epatici. Prima di utilizzarli quindi è bene consultare il medico soprattutto nel caso di soggetti allergici. Ci sono poi tre categorie a rischio: se ne sconsiglia l'uso per i bambini sotto i 12 anni, per le donne in gravidanza e in allattamento perché potrebbe avere influenze negative sul feto e l'eugenolo potrebbe causare problemi alla placenta. Anche chi soffre di patologie epatiche deve usare con attenzione questa spezia perché potrebbe causare la diminuzione di una sostanza (glutatione) che protegge il fegato dai danni dei radicali liberi. I chiodi di garofano sono sconsigliati anche in caso di ulcera e colon irritabile. Inoltre, dosi eccessive di olio essenziale, possono creare problemi a fegato e sistema nervoso.