La Mostra Internazionale del Cinema di Venezia è arrivata alla sua 77esima edizione e, anche se quest'anno deve andare in scena in una versione ridotta e low-profile a causa dell'emergenza Covid-19, non rinuncia alla classica parata di star sul red carpet. A incantare tutti con la sua bellezza nella serata di ieri è stata Georgina Rodriguez che, nonostante qualche gaffe ed "errore di stile", si è distinta per fascino ed eleganza. Durante la prima di "Amants", invece, ad attirare le attenzioni del pubblico è stata Giulia De Lellis, che per il terzo anno consecutivo non si è voluta perdere l'appuntamento con il noto evento mondano. Se per l'arrivo al Lido aveva puntato sul total white, sul tappeto rosso ha sfoggiato un romantico abito di tulle, non avendo paura di mettere in mostra i brufoli. Così facendo, è diventata paladina di body positivity.

Giulia De Lellis in bianco per l'arrivo a Venezia

Per l'arrivo al Festival del Cinema di Venezia, avvenuto nelle prime ore del pomeriggio di ieri, Giulia De Lellis ha puntato sul total white, apparendo in versione sposa di fronte ai fotografi che l'aspettavano per il photocall di rito.

Ha indossato un romantico e sbarazzino minidress con le rouches e la gonna corta firmato Belfiori couture, un marchio Made in Italy a cui si è affidata anche per il look serale. Per completare il tutto ha scelto un paio di sabot bianchi con il tacco e la punta quadrata di Giuseppe Zanotti, dei gioielli Salvini e degli occhiali da sole mini con la montatura sempre in bianco di Sangì.B.

Sul red carpet con l'abito di tulle

Giulia De Lellis ha preso parte alla prima di "Amants", apparendo sul red carpet in un meraviglioso abito in tulle color glicine disegnato e creato appositamente per lei dalla Maison italiana Belfiori Couture. Si tratta di un modello con la gonna asimmetrica che lascia le gambe in mostra, lo strascico e un corpetto scollato con le spalline che cadono sulle spalle, al quale ha aggiunto un paio di sandali gioiello di Le Silla e una scintillante collana Salvini.

Ha tenuto i capelli legati in uno chignon spettinato, non avendo paura di mettere in risalto i brufoli sul viso. È da tempo che Giulia soffre di acne e non perde occasione per parlarne sui social, mostrando senza filtri i segni sul viso. Per farlo su un red carpet ambito come quello di Venezia, però, ci vuole molto coraggio ed è proprio per questo che l'influencer è diventata paladina di body positivity: ha dimostrato a tutti che le star non sono perfette, anche loro combattono quotidianamente contro le più comuni imperfezioni.