Il Festival di Sanremo si è concluso da quasi due settimane ma, nonostante ciò, se ne continua a parlare, soprattutto a causa delle liti tra i cantanti in gara. Se da un lato il litigio tra Bugo e Morgan è diventato di dominio pubblico, visto che è sul palcoscenico che si è verificata la "rottura", altri hanno preferito tenere gli screzi nei camerini. È il caso di Elodie e Marco Masini, nelle ultime ore finiti al centro delle polemiche. L'ex concorrente di Amici sarebbe diventata vittima di body shaming, prima di esibirsi sul palco dell'Ariston il cantante avrebbe fatto un commento poco carino sulla sua forma fisica, invitandola più volte a mangiare perché secondo lui eccessivamente magra. Non è la prima volta che nel mondo dello spettacolo succede una cosa simile, sono moltissime le donne famose che si sono ritrovate a doversi difendere dalle critiche sul proprio corpo. Non sarebbe forse arrivato il momento di giudicare solo il talento di un artista piuttosto che i suoi chili?

La lite tra Elodie e Marco Masini

Sanremo 2020 verrà di sicuro ricordato per le liti tra i cantanti in gara, dopo Bugo e Morgan, a essere finiti uno contro l'altra sono stati Elodie e Marco Masini. L'interprete di "Andromeda" ha infatti confermato l'indiscrezione che da diversi giorni circolava sul web: è diventata vittima di body shaming. Masini le ha chiesto "Ma quant'è che non mangi?" poco prima di fare il debutto sul palco, facendola infuriare con quel commento poco carino sulla sua presunta magrezza. La Di Patrizi non avrebbe perdonato il gesto, soprattutto perché è avvenuto a 5 minuti dall'esibizione, in un momento in cui era particolarmente tesa. Si è detta stanca di doversi difendere da chi pensa che soffra di disturbi alimentari o che per mantenere la forma fisica non si nutra affatto.

Cos'è il body shaming

Body shaming è una definizione che viene dall'inglese, letteralmente significa "derisione del corpo" e fa riferimento all'abitudine di prendere in giro una persona a causa del suo aspetto fisico. Che lo si critichi per i chili di troppo, per la magrezza, per l'altezza, per il colore di capelli o per qualsiasi altro dettaglio estetico, non importa, l'aspetto della vittima viene sempre considerato non aderente all'ideale di bellezza comunemente accettato dalla società in cui vive. L'obiettivo di chi giudica è colpevolizzare la vittima, inducendola a vergognarsi di quella particolare caratteristica. Il fenomeno porta spesso a problemi di autostima e nei casi più gravi anche a malattie come disturbi alimentari, ansia e depressione. La verità, però, è che non esiste una "forma fisica perfetta", una persona non diventa apprezzabile e degna di rispetto solo quando rispecchia gli stereotipi.

Il body shaming colpisce soprattutto adolescenti e donne post parto

Il body shaming non è un fenomeno nato di recente, alcune sue tipologie hanno delle origini molto antiche, rifacendosi alla superstizione popolare. Un esempio? Il pregiudizio contro i capelli rossi, spesso diventati motivo di discriminazione e di sfottò. In altri casi, invece, si tratta di mode diffusesi negli ultimi anni. L'ossessione per il peso e per il corpo, ad esempio, è nata nel momento in cui i canoni estetici imposti dalla società sono diventati molto rigidi, come se per essere attraenti bisognasse vantare necessariamente una silhouette magra ma non troppo, con delle forme procaci al posto giusto, proprio come quelle sfoggiate dalle star sui social. Nel caso in cui si ha qualche chilo in più o in meno oppure non si porta la taglia che, secondo i luoghi comuni, è quella convenzionale, partono le più svariate forme di discriminazione. La derisione del corpo può colpire entrambi i sessi e a sentirne maggiormente il peso sono gli adolescenti e le donne post-parto, che già naturalmente fanno fatica ad accettare i cambiamenti fisici dovuti all'età o alla gravidanza.

Le star prese di mira per il loro corpo

Elodie non è l'unica star diventata vittima di body shaming, prima di lei sono state molte quelle che sono state prese di mira per una particolare peculiarità fisica. Vanessa Incontrada è stata spesso definita "troppo grassa", a Valentina Ferragni gli haters hanno detto che non ha il corpo adeguato per essere influencer, Bianca Guaccero è stata accusata di essere dimagrita troppo. Si potrebbe continuare con Rihanna e le sue forme procaci, con Hilary Duff "ingrassata" dopo la gravidanza, con Arisa, costantemente sotto giudizio per i suoi capelli cortissimi, tagliati con una certa frequenza per problemi di salute, cosa accomuna tutte queste star? Il fatto che non hanno avuto paura di ribellarsi al fenomeno, dichiarandosi fierissime del loro aspetto. È arrivato il momento di dire basta a forme di discriminazione simili: la forma fisica e l'estetica sono davvero i due unici dettagli capaci di definire e di identificare una persona?