Per Elisabetta II è giunto il momento di tornare ai doveri ufficiali e alle incombenze quotidiane da regina. Le ultime settimane per lei sono state difficili: la morte del suo compagno di vita il 9 aprile scorso, il difficile momento della cerimonia funebre, il confronto col nipote Harry di ritorno a Londra dopo le scottanti rivelazioni sulla vita a corte. Ma Elisabetta è una donna di polso: ha affrontato il lutto con grande compostezza, dedicando a Filippo parole di profonda stima e affetto. Il Duca di Edimburgo è morto all'età di 99 anni ed è stato sepolto nella cripta reale della Cappella di San Giorgio, il 17 aprile. Consapevole del proprio ruolo, dopo essersi tenuta per un po' lontana dalla vita pubblica la sovrana ha ripreso in mano la propria vita ed è tornata ad apparire, anche sui social.

Gli ambasciatori a colloquio con la regina

La regina, che ha compiuto 95 anni lo scorso 21 aprile, ha tenuto delle udienze virtuali con gli ambasciatori in arrivo a Londra, in videochiamata, direttamente dal Castello di Windsor. Ha avuto modo di parlare con Ivita Burmistre (ambasciatrice della Repubblica di Lettonia) e con Sara Affoue Amani (ambasciatrice della Repubblica della Costa d'Avorio). L'abitudine è consolidata: c'è sempre un colloquio con la regina, una volta assunto il ruolo presso le alte commissioni con sede a Londra. La monarca è apparsa sorridente e serena, in questo primo giorno di lavoro.

Elisabetta II toglie gli abiti neri

Per la prima apparizione ufficiale dopo la morte di Filippo la regina ha indossato una camicia a fiori, collana di perle e spilla di diamanti appuntata sul lato destro. Dunque non si è mostrata ancora vestita di nero, il colore del lutto, quello ovviamente indossato il giorno dell'addio al suo compagno di vita. È da allora che Elisabetta non si fa fotografare durante i suoi doveri reali. Anche Kate Middleton è tornata ai suoi impegni, mentre Harry ha raggiunto Meghan Markle a Montecito, riprendendo in mano a sua volta la sua nuova vita americana. Insomma, lentamente la vita sta tornando alla normalità, per tutti i membri della royal family.

Elisabetta nel 2017 con la stessa spilla
in foto: Elisabetta nel 2017 con la stessa spilla

Il significato della spilla della regina

La spilla scelta per l'udienza con gli ambasciatori non era la Richmond indossata il giorno dei funerali, ma un altro prezioso gioiello a forma di fiore, composto da diamanti. Quello più grande ha un diametro di 4,2 centimetri, mentre i due più piccoli misurano 3,3 centimetri. Sembrerebbe la Nizam di Hyderabad, spilla che faceva parte di una tiara acquistata da Osman Ali Khan da Cartier e donata alla regina proprio il giorno del matrimonio con Filippo nel 1947. Dalla tiara, una volta smontata, la regina ha ottenuto tre diverse spille a forma di fiori, tra cui questa, indossata anche nel 2017 in occasione di un viaggio. Indossarla in questa specifica occasione non è stato casuale: è stato il suo modo per continuare a ricordare, nella quotidianità, la presenza costante di Filippo.