Winnie Harlow, la famosa modella con la vitiligine che sta ridefinendo il concetto di bellezza, negli ultimi giorni è stata la protagonista di un acceso dibattito sui social. Di recente, su Instagram sono state moltissime le donne che hanno cominciato a condividere delle foto in cui con il trucco simulavano la sua stessa malattia della pelle. In questo modo, hanno tentato di mostrare il loro sostegno alla top model testimonial di Diesel, definita bellissima anche con la vitiligine.

Nonostante l’iniziativa volesse avere un obiettivo nobile, le critiche non sono mancate e in molti hanno definito la cosa sgradevole ed offensiva poiché truccarsi per simulare la malattia è come se fosse un modo per prendere in giro chi porta davvero dei segni simili sul corpo. Le polemiche sono andate avanti fin quando non è intervenuta la stessa Winnie, che ha sconvolto tutti affermando che i fan che hanno riprodotto sul loro viso la vitiligine non hanno fatto altro che dimostrarle amore.

Ogni volta che qualcuno vuole delle labbra più piene o dei capelli più ricci non significa che la nostra cultura è stata rubata o ridicolizzata. Perché non possiamo abbracciare quel sentimento d’amore? In un mondo in cui c’è così tanto odio, non bisogna accusare coloro che mostrano amore”, ha scritto la modella sui social. Il suo post ha guadagnato in pochissimo tempo tonnellate di like ed ha dimostrato che la diversità deve essere accettata non solo nel mondo della moda ma anche nella vita quotidiana. La nostra cultura dovrebbe concentrarsi di più su quello che ci rende tutti uguali piuttosto che sulle nostre differenze.