14 Settembre 2021
10:34

Al Met Gala sfilano abiti manifesto e slogan politici, dalla lotta al patriarcato ai diritti delle donne

Al Met Gala sfilano sul tappeto rosso gli abiti manifesto e gli slogan politici. Dalla lotta al patriarcato ai diritti per le donne, dalle tasse sui redditi dei super ricchi alla difesa dell’omosessualità, ecco il significato degli abiti di Cara Delevingne, Carolyn Maloney, Megan Rapinoe e Alexandria Ocasio-Cortez.
A cura di Giusy Dente
da sinistra Carolyn Maloney, Cara Delevingne, Alexandria Ocasio–Cortez
da sinistra Carolyn Maloney, Cara Delevingne, Alexandria Ocasio–Cortez

Non solo moda: quest'anno anche la politica è stata grande protagonista del Met Gala. L'evento si svolge ogni anno e l'edizione 2021 è stata quella del ritorno in presenza, dopo il necessario stop dovuto alla pandemia nel 2020. Tantissime celebrità hanno sfilato sui gradini del del Metropolitan Museum of Art di New York, rispettando il tema scelto: In America: A Lexicon of Fashion. Le star sono state invitate a vestirsi rendendo omaggio alla moda americana e nessuna di loro ha deluso, portando sul red carpet dei look molto studiati. Studiati a tal punto che non è mancato chi ne ha approfittato per lanciare messaggi politici.

Alexandria Ocasio Cortez al Met Gala 2021

Che ci fa una deputata all'evento glamour per eccellenza? La 31enne Alexandria Ocasio Cortez ha fatto il suo debutto alla kermesse scegliendo un look tutt'altro che frivolo o banale: il suo era un vero e proprio abito-manifesto con cui ha lanciato un messaggio importante. "Tax The Rich" c'era scritto in rosso sulla candida stoffa del vestito a sirena di Brother Vellies, con gonna di tulle e ampio scollo a barca che le lasciava le spalle scoperte. Politica fashion, insomma, quella della Cortez, entrata nella storia come la donna più giovane eletta alla carica parlamentare nella storia degli Stati Uniti d'America. Ora si sta battendo in nome della maggiorazione della tassazione dei redditi dei super ricchi, misura che a suo dire permetterebbe di salvare l'economia. Quale occasione migliore per ribadirlo, se non al Met Gala?

Alexandria Ocasio–Cortez in Brother Vellies
Alexandria Ocasio–Cortez in Brother Vellies

Carolyn Maloney al Met Gala 2021

La moda può portare a un cambiamento? Sì e ne è convinta anche Carolyn Maloney, membro della Camera dei Rappresentanti per lo stato di New York. La donna ha preso parte al Met Gala 2021 con un abito che definire manifesto politico è dire poco, curato in ogni minimo dettaglio, non solo nelle scelte testuali. Basti osservare i colori: viola, bianco e oro sono quelli del movimento delle suffragette. E infatti la donna ha voluto ribadire l'importanza di tutelare le donne e i loro diritti in pericolo in diverse parti del mondo, reclamando l'importanza della parità. Il vestito con fusciacche recitava appunto: "Parità di diritti per le donne". A completare il look una borsa tutt'altro che casuale, con la scritta "ERA YES", un riferimento all'Equal Rights Amendment, che propone di garantire pari diritti ai cittadini senza alcuna distinzione di sesso. Questo emendamento costituzionale è stato proposto per la prima volta nel 1923 e approvato negli anni Settanta, ma poi non è introdotto nella Costituzione, perché ratificato negli anni Ottanta solo da 35 Stati, meno dei 38 necessari.

Carolyn Maloney
Carolyn Maloney

Cara Delevingne al Met Gala 2021

Anche Cara Delevingne ha voluto, col suo look, lanciare un messaggio ben preciso, scritto a caratteri cubitali sul suo top. Look total white per lei, con pantaloni a sigaretta e sandali dal tacco vertiginoso di Jimmy Choo. La modella 29enne ha sfilato sul tappeto rosso del Met Gala 2021 indossando un giubbotto antiproiettile con la frase "Peg the Patriarchy", disegnato da Maria Grazia Chiuri di Dior. La stilista nonché direttrice creativa non è nuova al connubio moda-politica, anzi ha il merito di aver portato gli ideali femministi nel fashion system, certa che l'impegno delle donne possa cambiare il mondo. In occasione del suo arrivo alla Maison, nel 2016, aveva lanciato delle T-shirt con la scritta "We Should All Be Feminists". Poi nella collezione Primavera 2018 un'altra maglietta che recitava "Why Have There Been No Great Women Artists?", riferimento al saggio di Linda Nochlin sugli effetti del patriarcato sull'arte.

Cara Delevingne in Dior
Cara Delevingne in Dior

Megan Rapinoe al Met Gala 2021

Presente al Met Gala 2021 anche Megan Rapinoe, star del calcio femminile statunitense. L'atleta ha indossato un tailleur di Sergio Hudson di seta rosso vivo abbinato a una camicetta blu decorata con stelle bianche (richiamo alla bandiera americana). Anche la 36enne, però, non si è limitata a rispettare il tema stilistico della serata. Ha infatti aggiunto al suo look un dettaglio personale: una borsa con la scritta "In gay we trust", gioco di parole sul classico "In God we trust". La centrocampista (da poco entrata nella squadra di Victoria's Secret) ha voluto porre l'attenzione sui diritti dei gay, comunità di cui fa parte e per cui si batte.

Megan Rapinoe in Sergio Hudson
Megan Rapinoe in Sergio Hudson
Chi ha vestito chi al Met Gala 2018
Chi ha vestito chi al Met Gala 2018
166.026 di Donna Fanpage
Perché Kim Kardashian ha coperto il viso al Met Gala: elogio della maschera e dell'anonimato nella moda
Perché Kim Kardashian ha coperto il viso al Met Gala: elogio della maschera e dell'anonimato nella moda
Tutti i look delle star al Met Gala 2017
Tutti i look delle star al Met Gala 2017
1.066.539 di Donna Fanpage
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni