Se c'è una cosa che noi donne proprio non riusciamo ad accettare sono le occhiaie: spesso riusciamo a passare sopra ai brufoletti, ai rossori causati dalla mascherina, alle piccole imperfezioni e ai pori dilatati, ma le occhiaie no. Dobbiamo coprirle per forza, utilizzare strati su strati di correttore per cercare di coprire quell'alone scuro attorno agli occhi che tanto ci disturba. Non possiamo certo negare che l'occhiaia rende lo sguardo più spento e stanco, ma dobbiamo davvero farne un elemento di disagio? La risposta è no, perché le occhiaie le abbiamo tutte, chi più chi meno.

Abusare del correttore è meglio dell'ombra sotto agli occhi?

Negli ultimi anni ci siamo abituati a vedere foto, copertine e scatti sui social dove le occhiaie non esistono. Completamente annientate, illuminate, corrette: ma vi siete chieste se nella vita reale è possibile replicare un tale effetto e come sarebbe il vostro viso se utilizzaste un correttore dalla coprenza totale, strato su strato fino a coprire del tutto la vostra occhiaia? Ve lo dico io: sareste finte e al minimo movimento, molto probabilmente, il vostro contorno occhi inizierebbe a segnarsi così tanto da farvi apparire più vecchie di almeno 10 anni. È questo che vogliamo? Vogliamo davvero snaturare il nostro viso, renderlo piatto e totalmente innaturale? Utilizzare il correttore come se fosse cemento per annientare l'occhiaia è davvero meglio di un'ombra nel contorno occhi?

La bellezza ritorna alla semplicità

Il 2021 porta per fortuna al ritorno della naturalezza, sia dal punto di vista della cura della pelle con lo skinimalism, ma anche per il trucco: la base viso è impalpabile e naturale, leggera e luminosa. A dimostrarlo è anche il trend diventato virale su TikTok, dove proprio le occhiaie sono diventate protagoniste di innumerevoli video dove la generazione Z addirittura enfatizza le ombre sotto gli occhi con ombretti in crema e rossetti scuri, promuovendo l'accettazione di sé. Sara Carstens, la TikToker che ha lanciato il trend, ha spiegato che dietro il gioco diventato poi virale ci sono stati anni di insicurezze: "Le occhiaie per me sono state fonte di insicurezza per molti anni e ho deciso di normalizzarle e iniziare a vedere la loro bellezza. Anche se le vostre sono più evidenti delle mie, più gonfie o più scure: è ora di accettarle". Quello che possiamo fare per rendere lo sguardo più luminoso è utilizzare un velo di correttore illuminante: sarà l'alleato perfetto per esaltare la nostra bellezza naturale, senza crearne una artificiale.

È arrivato il momento di accettarci per quello che siamo

Lo diciamo da tanto, ma è davvero arrivato il momento di accettarci per quello che siamo e sentirci belle nel nostro corpo, amando il nostro viso anche con tutte quelle che vengono definite imperfezioni: accettiamo le nostre occhiaie, ma anche i nostri brufoli, le nostre macchie scure, le smagliature. Accettiamo noi stesse senza bisogno di nasconderci, non cerchiamo l'omologazione con quello che lo stereotipo impone: siamo uniche sotto ogni punto di vista e non è necessario conformarci a uno standard che ci vorrebbe tutte uguali. Le occhiaie sono naturali, non sono affatto un difetto e per tanto non devono essere considerate tali, né essere sinonimo di disagio nel tuo quotidiano. Fanno parte di te, non demonizzarle.