Si è da poco conclusa la Milano Fashion Week sulle cui passerelle hanno sfilato le collezioni uomo per la prossima Primavera/Estate 2016 dei grandi stilisti italiani o firmate da brand internazionali di spicco. Insieme a Pitti Immagine Uomo, la Settimana della Moda di Milano è il luogo in cui vengono presentate le tendenze, mostrate in anteprima le collezioni a buyer, giornalisti ed esperti di settore, dove nascono e vengono lanciati i trend che saranno un must durante la stagione successiva. Dai sandali "gladiator" o indossati con i calzini agli zaini squadrati o con decori tridimensionali, passando per le stampe floreali e i look total white, fino ad arrivare ai capi over dalle linee comode e agli abiti dal mood pop anni '90, ecco le 10 tendenze "must" della prossima estate, i 10 trend più forti da seguire per essere al passo con le ultime mode.

Sandali e ciabatte: il "must" di stagione

Da sinistra in senso orario: Vivienne Westwood, MSGM, Iceberg, Calvin Klein Collection, Gucci, Antonio Marras, Dsquared2, Salvatore Ferragamo
in foto: Da sinistra in senso orario: Vivienne Westwood, MSGM, Iceberg, Calvin Klein Collection, Gucci, Antonio Marras, Dsquared2, Salvatore Ferragamo

Ormai i sandali, anche per l'uomo, sono stati completamente sdoganati. Sulle passerelle milanesi moltissimi stilisti hanno fatto sfilare look maschili con sandali aperti, infradito e ciabatte. La scarpa aperta, in una variante chic in pelle ad esempio, diviene l'accessorio giusto per completare perfino look da sera, come accade sulla passerella Primavera/Estate 2016 di Salvatore Ferragamo. Tra i diversi modelli visti a Milano, i sandali più cool sono senza dubbio quelli in stile gladiatore di Iceberg e le ciabatte dalla suola importante, in total black firmate Dsquared2 o con incroci colorati griffate Antonio Marras. C'è poi chi, come Calvin Klein, ha anche proposto sandali open indossati sui calzini, trend seguito anche dal brand FACETASM e da Maison come Bottega Veneta, Marni e Versace.

Color Block per la Primavera/Estate 2016

Da sinistra: Iceberg, Marni, Andrea Incontri, CoSTUME NATIONAL, Salvatore Ferragamo
in foto: Da sinistra: Iceberg, Marni, Andrea Incontri, CoSTUME NATIONAL, Salvatore Ferragamo

La stagione calda è quella giusta in cui poter sfoggiare colori accesi e accostamenti inusuali. Sulle passerelle di Milano torna il trend del "color block", ovvero capi o look in cui i veri protagonisti sono blocchi di colore definto, spesso opposti, uniti tra loro. Il color block appare nella splendida collezione uomo per la Primavera/Estate 2016 di Andrea Incontri, stilista che ha presentato soprabiti in blu e celeste accostati a camicie rouge. Salvatore Ferragamo utilizza blocchi di colore per decorare shirt e pull, mentre Ennio Capasa di CoSTUME NATIONAL utilizza colori accesi come il blu elettrico accostati al total black, Marni opta invece per capi dipinti con colori definiti abbinati tra loro.

La moda è comoda: il ritorno delle linee over

Da sinistra: N.21, MSGM, Giorgio Armani, FACETASM, Hogan
in foto: Da sinistra: N.21, MSGM, Giorgio Armani, FACETASM, Hogan

Diciamo addio ai jeans skinny, alle camicie aderenti e alle giacche avvitate, la prossima primavera saranno le linee over le vere protagoniste. Già da alcune stagioni molti stilisti hanno scelto di seguire la "tendenza comoda", ora, con il ritorno sempre più forte del mood anni '90, in passerella tornano a sfilare pantaloni extra large, come quelli in giallo proposti da Massimo Giorgetti di MSGM, o come i modelli in total white visti da Hogan. Maison come Giorgio Armani e Salvatore Ferragamo, scelgono shape iper comodi per completi morbidi che non fasciamo il corpo. Anche nei capi più casual e streetwear, dominano i capi over, come le maxi T-shirt di N.21 e le felpe dai colori intensi del brand giapponese FACETASM.

Grafismi e geometrie alla Milano Fashion Week P/E 2016

Da sinistra: Salvatore Ferragamo, Hogan, Marcelo Burlon County of Milan, Fendi, John Richmond, Daks
in foto: Da sinistra: Salvatore Ferragamo, Hogan, Marcelo Burlon County of Milan, Fendi, John Richmond, Daks

Grafismi, geometrie, righe e stampe optical saranno un "must have" la prossima Primavera/Estate 2016. Duranate i giorni di Milano Moda Uomo sulle passerelle hanno sfilato shirt, completi e giacche decorate con affascinanti decori grafici, nella maggior parte dei casi geometrici, in cui il gioco tra i colori e le fantasie dà vita a particolari effetti ottici. Le righe diventano maxi e in bianco e nero sulla passerella di Hogan, mentre il classico spigato diventa macro nella collezione Spring/Summer 2016 di Daks. Ghirigori fluo spuntano su canotte e shirt della nuoca collezione di  Marcelo Burlon County 0f Milan, mentre stampe futuristiche sovrastano i capi più vistosi della collection di John Richmond.

Cappelli per l'estate 2016

Da sinistra: Antonio Marras, Salvatore Ferragamo, Versace, FACETASM, Dsquared2
in foto: Da sinistra: Antonio Marras, Salvatore Ferragamo, Versace, FACETASM, Dsquared2

Dal basco in stile "parisienne" al maxi cap da rapper, dal modello da baseball a quello con visiera in pelle o a tesa larga, a guardare le collezioni dei maggiori stilisti che hanno sfilato alla Milano Fashion Week, il cappello sembra essere l'oggetto indispensabile per l'uomo. Da baseball in versione couture sulla passerella di Ferragamo, che propone modelli dal doppio colore o varianti con dettagli in pelle, a tesa larga con inserti in rete completano i look di FACETASM, con divertenti maxi nappine e logo metallic sulla passerella di Versace, ecco i modelli più cool ed originali. Dsquared2 estremizza le forme del classico cappellino in lana con risvolto, proponendo una versione estiva e strutturata, Antonio Marras, invece, completa ogni look della sua collection d'ispirazione "marina" con eleganti baschi in tessuto scuro.

Il collo in primo piano: fiocchi, foulard e cravatte sfilano a Milano 

Salvatore Ferragamo, Gucci, Corneliani, Versace, CoSTUME NATIONAL, Antonio Marras
in foto: Salvatore Ferragamo, Gucci, Corneliani, Versace, CoSTUME NATIONAL, Antonio Marras

Dopo una lunga assenza dalle passerelle torna di gran moda la cravatta in versione slim, da indossare, come nei look firmati Ferragamo, persino su T-shirt e felpe colorate. Diciamo poi addio al papillon, accessorio must delle scorse stagioni, e diamo il benvenuto a foulard, nastri al collo e a vaporosi fiocchi bohémien, come quelli presentati da Alessandro Michele, nuovo art director di Gucci. Marras e Corneliani completano i look con eleganti "fazzoletti" a pois o color borgogna, CoSTUME NATIONAL non lascia il collo dell'uomo nudo e lo copre con originali collari, mentre FACETASM estremizza la tendenza coprendo il collo con grosse bandane luminescenti dal mood metropolitano.

L'uomo a fiori: il trend "floreal" per la primavera 2016

Da sinistra: Marni, Antonio Marras, Gucci, Christian Pellizzari, Dirk Bikkembergs, Dolce e Gabbana
in foto: Da sinistra: Marni, Antonio Marras, Gucci, Christian Pellizzari, Dirk Bikkembergs, Dolce e Gabbana

Fiori, stampe tropical e print "nature" saranno un must la prossima estate 2016. Sulle passerelle di Milano sfila un uomo che indossa completi total black da sera con flower cuciti o con pantaloni coperti di fiori tropicali. Dolce&Gabbana propone outfit con bermuda e shirt a stampa flower, mentre Gucci fa sbocciare una natura prorompente e colorata sugli abiti color acquamarina. Marras e Bikkemberg vestono l'uomo con pantaloni large o skinny dalle stampe vistose, mentre Marni gioca con i colori presentando camicie dal forte impatto grafico.

Addio postine: è il momento dello zaino

Da sinistra: Andrea Incontri, Dsquared2, Bottega Veneta, Fendi, Calvin Klein Collection
in foto: Da sinistra: Andrea Incontri, Dsquared2, Bottega Veneta, Fendi, Calvin Klein Collection

Sono ormai alcune stagioni che lo zaino ha letteralmente conquistato le passerelle. Anche la prossima estate 2016 gli zaini, di diverse dimensioni e forme, saranno uno degli accessori must di stagione. Squadrati e rigorosi, come quelli disegnati da Andrea Incontri, in pelle con decori tridimensionali e pon pon furry, come gli originali modelli visti sulla passerella di Fendi, iper tecnici e ispirati al mondo del freeclimbing, nella collezione Primavera/Estate 2016 di Dsquared2, o con eleganti intrecci, come i modelli dalle forme morbide di Bottega Veneta.

Stampe e disegni pop

Da sinistra: Hogan, Salvatore Ferragamo, Dsquared2, John Richmond, Antonio Marras
in foto: Da sinistra: Hogan, Salvatore Ferragamo, Dsquared2, John Richmond, Antonio Marras

Stampe pop in stile graffiti, lettering e print rubati dal guardaroba anni '90 sfilano alla Fashion Week di Milano. C'è chi, come Dean e Dan Caten di Dsquared2, ha creato l'immagine di un surfista vestito con colori fluo, canotte borchiate e shirt aderenti ricoperte di tattoo, chi, come Massimiliano Giornetti, art director di Ferragamo, ha proposto felpe pop con lettering colorato, e chi, come John Richmond, si è spinto ancor più oltre facendo sfilare completi interamente coperti da prints fluo ispirati al mondo del fumetto. Antonio Marras completa i look estivi più casual con maxi shirt dalle stampe surrealiste, mentre sulla passerella di Hogan sfilano citazioni alla Pop Art di Andy Warhol.

Il colore della Primavera/Estate 2016? Il bianco

Da sinistra: N.21, Dirk Bikkemberg, Calvin Klein Collection, Marcelo Burlon County of Milan, CosTUME NATIONAL, John Richmond, Daks
in foto: Da sinistra: N.21, Dirk Bikkemberg, Calvin Klein Collection, Marcelo Burlon County of Milan, CosTUME NATIONAL, John Richmond, Daks

Alla Fashion Week di Milano cambia la regola secondo cui indossando il nero non si sbaglia mai: è il bianco il colore di moda per la prossima Primavera/Estate 2016. Non si tratta di semplici accenni utilizzati per dare luce al guardaroba maschile, il trend prevede la scelta di capi e accessori in bianco per creare outfit in total white, come quelli presentati sulle passerelle di Marcelo Burlon County of Milan, N.21, Calvin Klein Collection e Dirk Bikkembergs. Il candido mood domina nei look casual ma anche in quelli da sera, John Richmond, ad esempio, disegna smoking in bianco con rever a contrasto, mentre Filippo Scuffi, stilista di Daks, disegna eleganti completi dall'aria retrò in total white.