1.394 CONDIVISIONI
16 Luglio 2021
17:08

Vietato l’ingresso agli uomini: apre la prima palestra al femminile, staff e clienti solo donne

L’ex atleta professionista Matteo Zorzato ha aperto a Mirano, nel veneziano, la prima palestra tutta al femminile. L’accesso è riservato alle sole donne, sia per quanto riguarda lo staff che per quanto riguarda le clienti. Il suo scopo è mettere tutte a proprio agio, lontano da sguardi indiscreti che possano mettere in imbarazzo, così da far ritrovare alle donne la sicurezza in loro stesse e il benessere fisico.
A cura di Giusy Dente
1.394 CONDIVISIONI

La paura del giudizio altrui anche se non dovrebbe è capace di condizionare fortemente nella quotidianità e nel costruire un sano rapporto con il proprio corpo. Ashley Graham, che della body positivity ha fatto una battaglia vera e propria sdoganando la bellezza di ogni fisicità e invitando le donne ad accettarsi, ne ha parlato di recente. Consapevole di quanto sia difficile per alcune scoprirsi d'estate, per paura del body shaming, ha ricordato che non esiste una prova costume da superare per poter andare in spiaggia né un esame per poter indossare degli shorts. Queste insicurezze, soprattutto nelle persone fragili e giovani, vengono accentuate ancora di più a causa dei social, che danno una distorta percezione della fisicità, inibendo la capacità di distinguere cosa è reale e cosa, invece, appartiene solo al fittizio mondo del virtuale. Molte donne rinunciano anche alla palestra per gli stessi motivi, legati a sentimenti di paura e vergogna. Da qui, la singolare iniziativa di Matteo Zorzato.

Una palestra per sole donne

Per mettere a proprio agio le donne e non farle sentire troppo esposte al giudizio altrui, in particolare quello maschile, l'ex atleta professionista Matteo Zorzato ha aperto una palestra per sole donne. La struttura si trova a Mirano, vicino Venezia ed è la prima di questo tipo, dunque con ingresso escluso agli uomini, che non possono né entrare in qualità di personal trainer né di clienti. Il centro, infatti è interamente al femminile, sia per quanto riguarda lo staff che per quanto riguarda chi si presenta ai corsi. Si tratta per lo più di donne dai 35 anni in su, molte per niente abituate a fare attività fisica perché troppo spaventate all'idea di dover entrare in una palestra da condividere con uomini. Il boom di iscrizioni registrato all'apertura (settembre 2019) ha fatto capire a Matteo che la sua intuizione era giusta: con 350 iscritte il sold out è stato la conferma di quanta voglia di fare ci sia, purtroppo smorzata dalle insicurezze.

Lui invece ha voluto regalare alle donne la possibilità di migliorare il rapporto con loro stesse trascorrendo del tempo in serenità, senza preoccuparsi di occhi indiscreti. Il suo più che una palestra è un club dove trovare supporto continuo e dove poter preparare non solo il corpo, ma anche la mente. Il lavoro fisico, infatti, va di pari passo con quello psicologico, per migliorare l'autostima. Il programma messo a punto da Zorzato riguarda gli stili di vita a 360 gradi. L'obiettivo è affrontare non solo l'ora di palestra al meglio, ma la quotidianità in generale. Dalla ginnastica pre-parto a quella anti-age, dal pilates allo stretching ce n'è per tutte: perché migliorando il rapporto col proprio corpo (che non significa necessariamente dimagrire a tutti i costi) si può migliorare la qualità della vita.

1.394 CONDIVISIONI
Perché le donne dormono peggio degli uomini?
Perché le donne dormono peggio degli uomini?
Noi donne soffriamo più degli uomini ma quando una storia finisce ci riprendiamo prima, lo dice la scienza
Noi donne soffriamo più degli uomini ma quando una storia finisce ci riprendiamo prima, lo dice la scienza
10 preoccupazioni femminili di cui agli uomini non importa nulla
10 preoccupazioni femminili di cui agli uomini non importa nulla
Ddl Zan, la delusione del mondo della moda. Pierpaolo Piccioli: "Il mio Paese non è quello che applaudiva"
Ddl Zan, la delusione del mondo della moda. Pierpaolo Piccioli: "Il mio Paese non è quello che applaudiva"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni