Angelina Jolie è una delle attrici più amate e richieste al mondo e, dopo aver preso parte ai Golden Globe, dove ha sfoggiato un elegantissimo abito nero per mostrare il suo sostegno al movimento "Time's Up", ieri ha partecipato al National Board of Review Awards Gala a New York, dove le è stato consegnato il premio Freedom of Expression Award per il suo film First "They Killed My Father". A quanto pare, non riesce più a calcare un red carpet da sola, visto che per l'ennesima volta ha portato anche i figli con lei. Dopo aver introdotto Pax Thien la scorsa domenica, questa volta è toccato a Zahara e Shiloh. Quest'ultima si è fatta notare con il suo look mascolino.

Il look mascolino di Shiloh Jolie-Pitt

Ieri sera Shiloh Jolie-Pitt ha preso parte al National Board of Review Awards Gala al fianco di mamma Angelina e della sorella Zahara. Per un'occasione tanto speciale, non poteva che scegliere un look che la facesse sentire perfettamente a suo agio. La figlia dell'attrice ha infatti indossato uno smoking nero con giacca e pantalone dal taglio classico e maschile, abbinato a una semplice camicia bianca. Tutti quelli che si sono chiesti per quale motivo avesse il braccio ingessato dovrebbero sapere che durante le vacanze di Natale è caduta dallo snowboard. La figlia della diva ha inoltre sfoggiato dei capelli cortissimi, ha infatti un taglio à la garçonne e porta l'apparecchio per i denti ma, nonostante ciò, si è distinta per la sua innata bellezza, tanto che è stata capace di rubare la scena alla mamma. Non è la prima volta che Shiloh sceglie un look da uomo, lo ha fatto fin da piccola e continua a sostenere la sua scelta ancora oggi. Il motivo per cui lo fa? Si sente benissimo in questi panni e non ha alcuna intenzione di dar conto alle critiche.

Le star che danno ai figli un'educazione no gender

Angelina Jolie non è l'unica star che ha scelto di dare un'educazione no gender ai figli, anche Pink ha fatto lo stesso, tanto che di recente ha incoraggiato la sua Willow a non avere paura di indossare un completo maschile sul red carpet. Entrambe le celebrità vogliono dimostrare che è importante non imporre ai propri piccoli delle convenzioni sociali, così che capiscano fin da piccoli che hanno la possibilità di esprimere liberamente la propria natura, senza avere timore di essere giudicati o discriminati. L'obiettivo è far crescere i figli in modo "neutrale", senza costringerli a rispettare delle etichette o dei luoghi comuni. La scelta sembrerebbe essere l'ideale per tutti coloro che vogliono combattere i pregiudizi, visto che recenti studi hanno dato prova del fatto che distinguere i prodotti per maschietti e femminucce in base al colore azzurro e rosa non fa altro che creare degli stereotipi sui ruoli di genere. La speranza è che tutti capiscano che i bambini non devono delineare la loro identità a seconda delle imposizioni sociali, è necessario che si sentano liberi di esprimersi.