Burberry si affida ancora una volta a Romeo Beckham per la Campagna Festive 2015. Il “baby modello”, figlio di David e Victoria, dopo aver cominciato a collaborare ufficialmente con la maison nel 2013, è tornato a posare e recitare negli spot Burberry. Fa parte di un cast tutto inglese di attori, musicisti e modelli e compare in un film di tre minuti che è stato trasmesso in prima assoluta nel flagship store globale Burberry al 121 Regent Street di Londra, durante un evento presentato da Christopher Bailey, Chief Creative e Chief Executive Officer di Burberry, e da Sir Elton John.

In seguito, la campagna è stata condivisa su tutte le piattaforme social Burberry. Accanto a Romeo, si distinguono nomi celebri come Sir Elton John, Naomi Campbell, Rosie Huntington-Whiteley, James Corden, Julie Walters, Michelle Dockery, James Bay, George Ezra e Toby Huntington-Whiteley. Insieme a lui, alcune dei testimonial faranno parte di una campagna fotografica realizzata da Mario Testino. Il “Film Burberry Festive” rende omaggio all’iconico film “Billy Elliot”, che quest’anno festeggia il suo 15esimo anniversario, riproducendo la sequenza di apertura. Ad accompagnare le immagini, c'è il brano della sua colonna sonora, “Cosmic Dancer” di T Rex. Romeo Beckham salta ed improvvisa dei passi di danza nella campagna pubblicitaria Burberry, proprio come nel video natalizio dello scorso anno.

Il “Film Burberry Festive” dà ufficialmente inizio alla vendita dell’intera gamma dei lussuosi regali per le feste firmati dalla maison britannica. Il trench tradizionale realizzato in Inghilterra, la sciarpa di cashmere realizzata in Scozia, abiti da sera decorati in edizione limitata, la Baby Bucket Bag e il make-up Burberry Beauty creato da Wendy Rowe sono solo alcuni dei pezzi forti della linea natalizia di quest’anno. Dal ricavato delle vendite, 500mila sterline saranno devolute a due enti di beneficenza, Place2Be e la County Durham Community Foundation, per ridurre gli ostacoli all'istruzione, alla formazione professionale e all'impiego nella comunità locale di Easington, Contea di Durham, dove è ambientato il film.