Quando si parla di igiene intima non si sa mai quale prodotto sia meglio utilizzare: per combattere i cattivi odori infatti l'ideale è lavare le zone intime con acqua fresca, senza utilizzare deodoranti o prodotti chimici che potrebbero alterare il ph dei batteri e nella peggiore delle ipotesi favorire il proliferare dei batteri, che potrebbero provocare cattivi odori. Cosa utilizzare allora per l'igiene intima? Prova i rimedi naturali!

 I rimedi della nonna infatti risultano piuttosto efficaci nella cura dell'igiene intima: il bicarbonato di sodio per esempio, se sciolto nell'acqua tiepida del bidet può essere d'aiuto per riequilibrare il ph naturale delle mucose intime; se vuoi un detergente delicato e profumato puoi provare il sapone di marsiglia, meglio se liquido e profumato alla lavanda: la sensazione di freschezza è assicurata e il ph rimarrà inalterato. Contro prurito e bruciore invece, puoi utilizzare la camomilla: procurati in erboristeria l'olio essenziale, e diluiscine 10 gocce nell'acqua tiepida. Il fastidio scomparirà immediatamente.

Se misceli l'olio di mandorle con qualche goccia di olio essenziale di lavanda oppure di rosa, ottieni un ottimo unguento da applicare localmente per combattere il fastidio e il prurito. Tra i rimedi naturali per combattere il prurito intimo c'è anche l'aceto: diluiscine mezzo bicchiere in acqua fresca e procedi con il lavaggio vaginale. Se un'infezione causa prurito e bruciore puoi alleviarli con la malva: lascia a bagno in acqua fresca le foglie di malva secca, poi lasciale in infusione in acqua bollente, filtra e aggiungi mezzo cucchiaino di amido di riso.