Noor Tagouri è una giornalista statunitense di 22 anni, ha origini libiche, è di fede musulmana e negli ultimi giorni sta facendo parlare di sé per il servizio fotografico realizzato per la rivista "Playboy", comunemente conosciuta per le foto di donne nude e in abiti sexy messe in copertina. A differenza delle colleghe che l'hanno preceduta, Noor non si è spogliata e ha posato orgogliosamente con indosso il suo hijab.

Apparirà nel numero di ottobre della rivista, precisamente nella sezione Renegades 2016, e, anche se non metterà le curve in mostra, sarà tutt'altro che castigata e fuori moda. Chiodo in pelle, t-shirt bianca, jeans, sneakers, rossetto rosso, sono solo alcuni dei dettagli che caratterizzano il suo look e che la rendono "diversa" dall'immagine della tipica donna musulmana velata imposta dai luoghi comuni. "Il mio obiettivo è diventare la prima anchor-woman in hijab della televisione commerciale degli Stati Uniti", ha dichiarato la modella, fiera di avere uno stile occidentale anche se porta lo hijab sul capo.

A quanto pare, il mondo della moda si sta aprendo lentamente alla cultura musulmana. Già da qualche mese, il colosso del low-cost H&M ha lanciato una campagna con la prima modella velata, Dolce&Gabbana ha disegnato una collezione di hijab e addirittura anche le passerelle della New York Fashion Week sono state invase da top model che portano il velo. Noor Tagouri è solo "l'ultima arrivata" ma è già riuscita a rivoluzionare il mondo della moda, arrivando addirittura alla rivista Playboy. Chissà quale sarà il suo prossimo successo.