Tutti in presenza e in abito da sera sul red carpet della Notte degli Oscar 2021. Sembra scontato che una cerimonia così importante abbia un dress code formale, ma in piena pandemia globale non lo è affatto. Anzi, è una rivoluzione: tra restrizioni ai viaggi, quarantene e rischi di contagio, da un anno a questa parte i grandi eventi e le premiazioni sono avvenute quasi interamente in digitale, senza le tradizionali passerelle. Molte star non hanno voluto rinunciare al loro "fashion moment" e hanno improvvisato shooting in salotto, ma altre hanno scelto abiti casual o pigiami firmati per partecipare alle cerimonie. Il board degli Academy Awards però non ci sta e vuole organizzare una cerimonia in grande stile in vista della fatidica notte tra il 25 e il 26 aprile. La scorsa settimana tutti gli invitati hanno ricevuto una lettera con le nuove regole: tutti in presenza e nessuna possibilità di collegarsi in videochiamata. Di conseguenza è stato imposto un dress code: sul red carpet niente tute, pigiami o camicie hawaiane.

Le nuove regole della notte degli Oscar in pandemia

I produttori degli Oscar Steven Soderbergh, Stacey Sher e Jesse Collins hanno inviato una lettera a tutti i candidati per spiegare come sarà la cerimonia prevista per fine aprile e per stabilire alcune regole. L'evento ovviamente avrà un numero di ospiti limitato rispetto agli altri anni e saranno garantiti tamponi a tappeto processati in tempo reale. Gli organizzatori stanno lavorando per quella che definiscono una "serata sicura e spensierata" in un evento "intimo e di persona" alla Union Station di Los Angeles. Verranno date istruzioni specifiche per chi viaggia da fuori Los Angeles ma, per garantire uno show degno della storia degli Oscar, non viene previsto nessun "allargamento" che includa collegamenti digitali. In altre parole: o ti presenti a Los Angeles, o guardi la cerimonia in tv come tutti.

Jennifer Lopez sul red carpet
in foto: Jennifer Lopez sul red carpet

Il dress code degli Oscar 2021

La conseguenza è che tutti gli ospiti sfileranno sul red carpet, come sempre, e quindi è richiesto l'abito scuro. Più precisamente, gli organizzatori descrivono il dress code come "una fusione di Inspirational e Aspirational, che in parole significa che è cool tutto ciò che è formale, ma il casual no". Gli Academy sottolineano questo aspetto perché nelle ultime cerimonie sono saltate tutte le classiche regole. Nei collegamenti via Zoom sono spuntati anfibi sotto gli abiti da sera, felpe e pigiami. Ai Critic's Choice Awards l'attrice e regista Emerald Fennell ha indossato un pigiama di seta stampato con le piume, mentre ai Golden Globe era stata la volta di Jodie Foster, che si è collegata in streaming dal divano, con un pigiama firmato Prada. Bill Murray invece si era collegato dal giardino di casa sua, con una camicia hawaiana a fiori e un bicchiere di Martini, in perfetto stile "vacanza ai Tropici". Care star, è stato bello finché è durato: adesso è il momento di tirare fuori lo smoking dall'armadio.

Jodie Foster sul divano ai Golden Globe 2021
in foto: Jodie Foster sul divano ai Golden Globe 2021