Il principe Harry e Meghan Markle hanno detto addio alla Royal Family da quasi due anni, si sono trasferiti stabilmente in America per rivendicare la loro libertà. Nonostante inizialmente avessero annunciato di voler rinunciare non solo ai titoli e ai privilegi reali ma anche alla notorietà, alla fine hanno continuato ad apparire spesso in pubblico, attirando costantemente su di loro l'attenzione dei media internazionali. L'ultima volta che lo hanno fatto è stato dopo l'intervista shock rilasciata a Oprah Winfrey, in occasione della quale hanno rivelato delle verità sconvolgenti sulla vecchia vita alla corte dei Windsor. Ora, però, sembrano avere le idee chiare: i Sussex si prenderanno una pausa dal lavoro e dai riflettori.

Meghan ed Harry vogliono dedicarsi alla vita da genitori

Meghan ed Harry aspettano la loro seconda figlia, lo hanno rivelato con una dolcissima foto di coppia in cui la Duchessa ha posato in versione "dea della maternità" con un pancione già molto evidente. Da allora i sudditi hanno dato il via al "toto-nome", mostrando non poco interesse verso ogni tipo di indiscrezione che riguarda la piccola, dal primo regalo che riceverà dai genitori al desiderio di un parto casalingo della futura mamma. Ora emerge una novità inedita: secondo i tabloid inglesi, i Sussex avrebbero intenzione di prendersi una pausa dal lavoro e dai riflettori dopo la nascita della secondogenita. Sebbene in molti trovino la scelta insensata, visto che attualmente nessuno dei due sembra avere un lavoro stabile, l'obiettivo sembra essere abbastanza chiaro: avere più tempo libero, così da potersi dedicarsi al 100% alla vita da genitori bis.

Harry dovrebbe andare in congedo di paternità

Di recente ha fatto non poco scalpore la notizia del principe Harry che ha trovato lavoro come chief officer: è dipendente di BetterUp, un'azienda della Silicon Valley che si occupa di coaching e salute mentale, dove aiuta a promuovere un'app utilizzata da aziende come Hilton e Facebook. Sebbene non si conosca il suo stipendio mensile, è chiaro che il congedo di paternità lo costringerebbe a ritirarsi temporaneamente da ogni tipo di impegno professionale, ottenendo un compenso un tantino più basso. Anche negli ultimi mesi della prima gravidanza di Meghan il principe si era preso una pausa dagli impegni istituzionali ma pochi giorni la nascita di Archie non esitò a tornare al lavoro. Farà la stessa scelta con la seconda esperienza da papà?