Ci siamo: dopo un infinito tira e molla sul pubblico, sulle regole anti Covid e sugli ospiti, finalmente è arrivato il Festival di Sanremo 2021 è arrivato ai blocchi di partenza. In questa prima puntata Amadeus sarà affiancato dall'attrice Matilda De Angelis. "La prima volta che ho visto il palco mi sono messa a piangere – ha esordito in conferenza stampa, dove è arrivata con un look Prada – e lo dico senza retorica, è un palco assolutamente magico che tira fuori il meglio o il peggio di tutti". Venticinque anni, Matilda De Angelis vanta già un curriculum di tutto rispetto: è reduce del successo di "Undoing", dove ha lavorato insieme a Nicole Kidman. In conferenza stampa ha parlato dell'acne e del rapporto con il suo corpo, ma anche delle insicurezze che l'hanno accompagnata agli esordi. E svela la "playlist" per Sanremo: "Bon Iver, Harry Belafonte e Lucio Dalla, che mi ricorda la mia città".

"Ci chiedono sempre di essere patinate: ha rotto le scatole"

In conferenza stampa Matilde De Angelis ha rivelato che da piccola guardava pochissimo la televisione. Chissà se aveva mai pensato di ritrovarsi all'appuntamento più seguito dal Belpaese. Oltre a essere una giovane promessa del cinema – ha recitato con Stefano Accorsi e Elio Germano – De Angelis si è costruita un seguito sui social come paladina della body positivity, mostrando senza filtri i segni dell'acne sul suo viso. "Ci chiedono sempre di essere patinate e belle – ha spiegato alla sala stampa – una narrazione che ci ha rotto le scatole ormai". Una delle prime domande per lei è proprio sull'acne, e se userà questa occasione importante per parlarne o per mostralo. "Non lo farò perché preferisco avere canali più diretti per parlare di questi argomenti, che devono sempre essere trattati in maniera delicata". Lei ha rifiutato categoricamente la parola valletta, e ha detto di non ispirarsi a nessuna delle donne che in passato hanno condotto il festival: "La prima cosa che mi hanno detto è stata proprio di essere me stessa". Decisa e sicura, a chi le chiede se userà il palcoscenico del Festival per lanciare messaggi risponde: "All'Ariston vado come artista, porterò la mia naturalezza. Spero basti".

Matilda De Angelis parla della sindrome dell'impostore

L'attrice ha esordito nel mondo del cinema giovanissima: la grande occasione è arrivata grazie al regista Matteo Rovere per il ruolo della protagonista femminile nel film "Veloce come il vento". Nel 2017 è stata nominata ai David di Donatello come miglior attrice e lo scorso anno ha recitato al fianco di Nicole Kidman per la serie tv "The Undoing". Sembra impossibile, con una tale serie di riconoscimenti, dubitare delle proprie capacità: e invece l'attrice ha detto in conferenza stampa che per tre anni ha sofferto della sindrome dell'impostore, una situazione comune a molte donne che pensano di non meritare i propri successi. "All'inizio mi chiedevo perché scegliessero me e non altri…poi hanno cominciato a chiamarmi anche dall'estero". Negli anni l'attrice è cresciuta e maturata: il segreto della fiducia in se stessa, ha detto, sono i suoi amici che conosce dai tempi del liceo.

Il look Prada di Matilda De Angelis

L'attrice ha confermato ai giornalisti che sul palco dell'Ariston vestirà Prada. In conferenza stampa ha già dato una piccola anticipazione del look, presentandosi con una mise molto anni Novanta: un mini abito a fiori bianco con le bretelline, indossato con un dolcevita nero a contrasto. L'abito in radzmire ha una silhouette molto semplice ed essenziale, che esalta la bellezza naturale di Matilda De Angelis: sul sito del brand viene venduto a 1.500 euro. Il dolcevita basic invece costa 490 euro. In conferenza stampa ha dimostrato di avere stile e carattere: non vediamo l'ora di vederla sul palco dell'Ariston.