Karl Lagerfeld è morto ieri a 85 anni e sono molti quelli che già non possono fare a meno di rimpiangerlo. Nel corso della sua lunga carriera è stato definito "l'imperatore della moda", ha infatti  lasciato il segno nel fashion system grazie al suo incredibile spirito creativo e al suo stile inconfondibile. Lo stilista è inoltre passato alla storia per alcune citazioni e dichiarazioni al vetriolo diventate leggendarie: ecco le più belle.

Cosa sono i Karl-ismi di Karl Lagerfeld

La notizia della morte di Karl Lagerfeld ha sconvolto tutti e sono moltissime le star che hanno utilizzato i social per rendergli ancora una volta omaggio, ricordandolo come l'ultimo stilista moderno della storia. E' stato un personaggio leggendario non solo perché ha rivoluzionato alcune delle case di moda più famose al mondo come Chanel e Fendi ma anche perché ha sempre sfoggiato uno stile unico ed esuberante, fatto di occhiali da sole, guanti da biker e mini cravatte. Chi lo ha conosciuto sa bene che non ha mai nascosto le opinioni che aveva su tutto e tutti, tanto che i suoi sono stati definiti "Karl-ismi" e sono stati raccolti nel libro "Il mondo secondo Karl" dei giornalisti francesi Jean-Christophe Napias e Sandrine Glbenkian.

Le citazioni più belle di Karl Lagerfeld

La vita di Karl Lagerfeld è stata dominata dalla moda e inevitabilmente si è ritrovato a parlare del fashion system e di quello che ha rappresentato per lui più di una volta, dando vita a citazioni e veri e propri aforismi che ancora oggi vengono utilizzati in tutto il mondo. Tra i più significativi ci sono questi:

Sono una persona alla moda e la moda non riguarda solo gli abiti, ma ogni genere di cambiamento.

La moda non è né morale né immorale, però è fatta per tirare su il morale.

La moda va consumata subito. Il meglio che possa accadere a un abito è di essere indossato. Non di essere esposto in un museo.

Io sono una specie di ninfomane della moda che non raggiunge mai l’orgasmo.

Ha poi parlato spesso anche del lusso, dichiarando:

Il lusso è la libertà di spirito, l’indipendenza, in breve, il politicamente scorretto.

Il vero lusso? E' l'intelligenza.

Il mio più grande lusso è non dovermi giustificare con nessuno.

Lagerfeld non si è mai sentito completamente solo grazie alla sua gattina Choupette, che erediterà parte della sua fortuna, ma per lui è sempre stato difficile affezionarsi alle persone, tanto che una sua frase è passata alla storia:

Non mi affeziono per sempre agli oggetti, e neppure alle persone. Agli amici chiedo reciprocità, se l'altro non è all'altezza, è finita; ritengo superfluo perdonare, preferisco dimenticare.

I commenti al vetriolo di Karl Lagerfeld

Karl Lagerfeld è sempre stato considerato l'imperatore della moda ed, essendo una vera e propria icona nel fashion system, non è riuscito a fare a meno di fare dei commenti al vetriolo su alcune star che secondo lui avrebbero dovuto rivedere il loro stile. Si è scagliato, ad esempio, contro Pippa Middleton, Adele e la Royal Family inglese, dichiarando:

Non mi piace il viso di Pippa Middleton: dovrebbe far vedere solo il lato B.

Adele è la donna del momento: è un po' troppo grassa, ma ha un bel viso e una voce stupenda

La famiglia reale inglese? E' del tutto inutile ma la monarchia è un'istituzione piacevole, fa bene al turismo.

Più fortunata, invece, è stata Michelle Obama, della quale ha parlato dicendo:

La cosa che preferisco della signora Obama è quando gli è stato chiesto se la sua gonna non era troppo aderente e ha risposto: "Perché non vi piace il mio "big black ass"? Io vorrei che Obama vincesse solo perché non c'è niente di meglio di lei.

Insomma, Lagerfeld ne ha avuta una per tutti ed è proprio questo suo spirito polemico e dissacrante che lo ha reso una leggenda. Quale altro stilista riuscirebbe a essere così duro ma allo stesso tempo credibile?