Il latte vaccino è un alimento ricco di grassi e, per molti, risulta difficile da digerire, e causa spesso un fastidioso senso di gonfiore. Oggi esistono molte persone che non consumano il latte di mucca a causa di intolleranza al lattosio, allergia alle proteine del latte, perché hanno adottato un'alimentazione vegana o perchè vogliono sperimentare nuovi sapori. Per fortuna le bevande alternative al latte vaccino sono tante, principalmente quelle di origine vegetale, molto apprezzate perchè spesso più digeribili. Qual è la scelta migliore? Ogni bevanda ha le sue qualità e peculiarità, da scegliere in base alle esigenze e ai gusti personali. Ma scopriamo di più.

Perché scegliere il latte vegetale

Il latte vegetale, a differenza di quello di origine animale, è più digeribile e leggero perché contiene grassi vegetali "buoni": è quindi indicato anche per le persone che hanno problemi di colesterolo alto. Ci sono poi molte persone che non possono più bere latte vaccino perchè intolleranti al lattosio: si tratta dello zucchero principale del latte e, la sua digestione, avviene grazie alla presenza di un enzima, che si chiama lattasi. Chi è intollerante al lattosio ha una carenza parziale o totale di questo enzima, per questo non riescono a digerirlo. Ciò comporta gonfiore, dolori addominali e diarrea. Il latte vegetale è invece più digeribile, inoltre è privo di colesterolo. In merito al contenuto di calcio, solitamente nel latte vegetale viene addizionato, oppure può essere integrato con il consumo di alimenti come mandorle o semi di sesamo. Anche l'apporto di vitamina D è inferiore nel latte vegetale ma, anche in questo caso può essere integrata con l'alimentazione consumando salmone, sgombro, tonno, funghi, uova e riso. Ecco 6 bevande vegetali alternative al latte vaccino.

1.Latte di soia: nutriente ma leggero

Il latte di soia è sicuramente tra le bevande vegetali più conosciute e diffuse: è molto nutriente ma ha poco calorie, il suo contenuto di proteine è paragonabile a quelle del latte di mucca. Contiene pochi grassi, du cui la maggior parte insaturi e utili al nostro benessere, inoltre è un alimento senza glutine, adatto anche ai celiaci. Il latte di soia ha un indice glicemico basso e non contiene colesterolo. può essere quindi consumato anche da chi soffre di diabete o colesterolo alto. Viene solitamente utilizzato anche per la preparazione di dolci, come creme, budini, ecc…Tra le caratteristiche che non tutti apprezzano c'è però il suo sapore, che è abbastanza forte. Il latte di soia contiene inoltre fitoestrogeni che aiutano ad alleviare i sintomi della menopausa, come le vampate di calore. Se assunti in grande quantità, però, i fitoestrogeni possono interferire con alcune funzioni della tiroide: per questo è consigliabile acquistare una bevanda a base di soia biologica e non OGM.

2.Latte di riso: poco calorico e molto digeribile

Il latte di riso è un'altra alternativa al latte di mucca molto diffusa: si ricava combinando il riso bollito, l'amido di riso e lo sciroppo di riso, arricchito spesso di minerali e vitamine, soprattutto vitamina B12 e vitamina D, che sono presenti invece nel latte vaccino. Si tratta di una bevanda poco calorica: contiene circa 70 kcal per 100 grammi, ed è molto digeribile, grazie al contenuto di zuccheri semplici, inoltre risulta essere il meno grasso tra tutti i tipi di latte vegetale. È indicato per chi è allergico alla soia ma il suo indice glicemico è più alto: per questo può essere controindicato per chi soffre di diabete. Il gusto di questa bevanda è particolarmente dolce ma gustoso

3.Latte di mandorle: energetico e antiossidante

Tra le bevande vegetali è molto diffuso anche il latte di mandorle, ricavato dall'infusione e dalla spremitura delle mandorle tritate: ha un sapore dolce e gustoso e viene consumato soprattutto in estate. Si tratta di un alimento energizzante e antiossidante, grazie alla presenza di vitamina E, inoltre contiene più calcio rispetto alle altre bevande vegetali ed è consigliato anche per i bambini. Inoltre non contiene ormoni o isoflavoni, quindi può essere consumato anche da chi soffre di squilibri ormonali o di acne.

4.Latte d'avena: diuretico e rinfrescante

Anche il latte d'avena, come il latte di riso è una bevanda ricavata da un cereale. Anche in questo caso di tratta di un'ottima alternativa al latte vaccino: è poco calorico, contiene circa 46 kcal per 100 grammi, è ricco di fibre, ed è quindi consigliato a chi soffre di stipsi, inoltre contiene pochi grassi e aiuta ad abbassare i livelli di colesterolo cattivo, grazie ai beta-glucani. Ha un sapore delicato e dolce e ha effetti diuretici e rinfrescanti: è quindi molto piacevole da consumare anche in estate. Il latte d'avena contiene anche acido folico e vitamina E ed è una bevanda leggera e digeribile.

5.Latte di cocco: ricco di fibre e favorice il senso di sazietà

Il latte di cocco si ricava dalla polpa grattugiata della noce di cocco mescolata con acqua. Rispetto al latte di mucca ha una consistenza più densa ed è molto calorico: circa 200 kcal per 100 grammi. Ha inoltre un alto contenuto di fibre che aumenta il senso di sazietà e favorisce il transito intestinale. Contiene inoltre acido laurico, che aiuta a prevenire patologie cardiovascolari, ha proprietà antivirali e riduce il colesterolo cattivo LDL nel sangue. Tra i minerali più presenti troviamo il magnesio e il selenio, che svolge anche un'azione antiossidante.  Viene utilizzato soprattutto per la preparazione di dolci come sostituto di latte o panna.

6.Latte di canapa: ricco di proteine

Il latte di canapa è una bevanda che si ricava dai semi della canapa: è meno conosciuto rispetto alle altre alternative, ma è ricco di proteine e aminoacidi molto nutrienti. Contiene inoltre una buona quantità di ferro ed è spesso addizionato con vitamina A, D ed E, inoltre è ricco di acidi grassi Omega 3, utili per la salute del cuore, e Omega 6, importanti per le funzionalità cerebrali. È un'ottima bevanda energizzante e ricostituente ed è indicata per chi fa sport e per i bambini. Il suo sapore è più deciso rispetto alle altre bevande vegetali, ma viene spesso utilizzato per la preparazione di frullati, dolci e gelati fatti in casa.