Con l’arrivo dell’estate ogni donna comincia ad indossare infradito, sandali e scarpe aperte di ogni modello. Per le amanti dei sandali “da gladiatore” e delle espadrillas arrivano però delle brutte notizie. Queste calzature glamour e alla moda sembrano comodissime, ma in realtà non lo sono affatto. Il motivo? Concentrano l’intero peso del corpo su piedi, polpacci e caviglie, rallentando il flusso sanguigno e provocando gonfiori alle gambe.

A rivelarlo è stato Luis Navarro, chirurgo e direttore del Vein Treatment Center di New York, il quale ha spiegato che quasi tutte le scarpe rasoterra o con il cinturino causano vesciche e problemi alla salute, soprattutto quando si indossano per intere giornate. Le persone più a rischio sono quelle che camminano molto, che fumano, che hanno problemi di obesità o che hanno dei casi di vene varicose nella propria famiglia. Sono proprio loro a dover evitare di indossare scarpe del genere. Anche quando non si rientra in una di questa categorie, bisogna però stare ugualmente molto attenti. Il consiglio è quello di indossare calzature strette e con il cinturino solo una volta ogni tanto, magari in occasione di una serata mondana o di un evento “sedentario”.

L’ideale per camminare e per stare in piedi tutta la giornata sono le scarpe da ginnastica, ma, se non si vorrà rinunciare al look perfetto, basteranno una serie di accorgimenti per prevenire dei danni permanenti alla propria salute. Innanzitutto, le cinghie non dovranno essere troppo strette, le fibbie potranno essere allentate di tanto in tanto ed infine bisognerà evitare di tenere le gambe incrociate per tempi lunghi. In questo modo, si eviteranno i fastidiosi gonfiori e non si verrà a creare una pressione eccessiva sulle vene delle gambe.