Durante la gravidanza la futura mamma deve senza dubbio fare attenzione a ciò che mangia, ma tale premura deve continuare anche dopo il parto, soprattutto nel periodo dell'allattamento. Ecco quali sono i cibi da evitare quando si allatta.

I cibi vanno scelti soprattutto in base al loro sapore, che potrebbe alterare quello del latte e risultare fastidioso per il bimbo che potrebbe addirittura non voler più attaccarsi al seno. Alcuni ingredienti inoltre, possono anche essere pericolosi per il bebè: è il caso per esempio dell'alcool, che va ovviante eliminato, ma anche selvaggina, carni conservate, molluschi e frutti come pesche e fragole; questi alimenti infatti potrebbero portare batteri nell'organismo materno che verrebbero trasferiti anche al bambino. No anche alle spezie dal sapore amaro o troppo intenso, così come gli alimenti come asparagi, aglio, cipolla e cavoli: il loro sapore infatti è molto particolare, meglio quindi abituare il bambino a poco a poco.

Attenzione anche ai dolci, ai cibi troppo zuccherati e al cioccolato: se consumati in minima quantità non sono dannosi, mentre se si esagera potrebbero causare diarree fermentative nel piccolo. Attenzione anche alla caffeina: un utilizzo smisurato potrebbe non avere ripercussioni nella mamma che allatta ma nel bambino potrebbe provocare iper attività e difficoltà di riposo. Durante l'allattamento inoltre è sempre bene cuocere bene la carne e non consumarla cruda, ma anche lavare con cura frutta e verdura, cercare di bere molta acqua e soprattutto non saltare i pasti, preferendo anche spuntini frequenti.