Il mondo intero sta attraversando un momento davvero difficile a causa del Coronavirus ma Harry e Meghan Markle rimangono ottimisti e guardano già al futuro, ovvero al momento in cui tutto finalmente sarà finito. Dopo l'addio ufficiale ai Royals e e ai privilegi legati ai Windsor, si sono trasferiti a Los Angeles, dove stanno passando la quarantena e dove, nonostante l'emergenza sanitaria, stanno continuando a lavorare. Non potendosi più identificare con il marchio "Sussex Royal", titolo che la regina gli ha vietato di utilizzare, hanno annunciato di aver dato vita a un nuovo brand, si chiama Archiewell e verrà utilizzato per il loro sito web e la loro fondazione benefica. A chi è ispirato il termine? Naturalmente al piccolo Archie, il loro primo figlio che tra qualche giorno compirà un anno.

Archiewell è il nuovo marchio di Harry e Meghan

Si chiama Archiewell ed è il nuovo marchio di Meghan Markle ed Harry che, dopo l'addio ai Windsor, sono stati costretti ad abbandonare il titolo di Sussex Royal. Il progetto include non solo un sito web e un profilo Instagram su cui verranno documentate le loro attività ufficiali ma anche un'associazione di beneficenza che seguiranno regolarmente. Il nome viene dal greco "Arché", termine che ha ispirato anche il nome del figlio, che, unito a "Well", evoca le risorse profonde a cui attingere. È dal mese di marzo che i due hanno presentato i documenti di copyright per il brand ma solo oggi hanno comunicato che comprenderà materiale didattico, libri, articoli scaricabili, penne, matite e articoli di abbigliamento. L'obiettivo della coppia è fare qualcosa che conti, non a caso aiuteranno le persone e i bambini in difficoltà, utilizzando il sito web per condividere materiali di istruzione e formazione.

Meghan ed Harry sommersi dalle critiche dopo il lancio del brand

L'annuncio del nuovo brand di Harry e Meghan ha suscitato non poche critiche e il motivo è molto semplice: è arrivato in un momento davvero difficile. In molti hanno definito di "cattivo gusto" annunciare una notizia simile mentre gli ospedali inglesi e americani sono al collasso e mentre il premier britannico Boris Johnson è in terapia intensiva a causa del Coronavirus. Come se non bastasse, la comunicazione è arrivata poche ore dopo il discorso alla nazione della regina Elisabetta II, quello che la coppia aveva preferito non commentare affatto a differenza di William e Kate. Messi alle strette, gli ex Sussex hanno voluto rispondere alle polemiche, così da mettere a tacere le malelingue, rivelando che si erano "sentiti costretti" a rivelare i loro piani. Nonostante ciò, in molti si chiedono: non potevano aspettare la fine dell'epidemia per farlo?