Body positive e body shaming: sui social questi hashtag sono molto gettonati e fanno riferimento a due movimenti, l'uno l'opposto dell'altro, che proprio online trovano molto spazio. Perché se da un lato c'è chi porta avanti un insano bullismo nei confronti di chi è "colpevole" di non rispettare i canoni estetici che la società impone, dall'altro c'è chi si fa avanti per lanciare il messaggio opposto. Ed è un messaggio che parla di accettazione di sé per ciò che si è, di espressione della propria bellezza senza dover necessariamente aderire ai cosiddetti modelli di perfezione. Ovviamente sui social l'estetica è tutto ed è all'ordine del giorno imbattersi in foto di influencer e modelle con cui poi, inevitabilmente, si finisce col confrontarsi. Ecco dunque che le proprie gambe non sono abbastanza affusolate, i fianchi sono troppo larghi, il seno è troppo piccolo. Ma sono davvero sani questi confronti? E soprattutto, i corpi a cui ci paragoniamo esistono davvero o sono irreali, modellati da Photoshop? La supermodella statunitense Emily DiDonato ha provato a dire la sua su TikTok, invitando le tantissime ragazze che la seguono a non paragonarsi alle modelle che vedono sui social, perché ciò che vedono non corrisponde a verità.

@emilydidonato 👏🏼

A post shared by Supermodels (@supermodelsonline) on

Il messaggio di Emily DiDonato

Un breve video da 650 mila visualizzazioni: scorrendo il profilo TikTok di Emily DiDonato si può notare che è in assoluto il più visto degli ultimi tempi. La supermodella si è rivolta direttamente ai suoi follower, lanciando un messaggio ben preciso: la perfezione non esiste. E lei stessa si è detta del tutto estranea a questa parola, che sarebbe molto facile affibbiarle a prima vista, ma in cui lei non si riconosce. Nella breve clip Emily DiDonato incoraggia a non farsi influenzare dalle foto postate online ogni giorno dalle modelle e, soprattutto, a non voler a tutti i costi somigliare a loro, sentendosi non all'altezza o non abbastanza. Ha detto, ammettendo di fare lei stessa ricorso al "ritocchino":

La perfezione non esiste. Non lasciate che certe foto vi facciano sentire scontenti di voi stessi. Voi siete perfetti e veri esattamente per quello che siete. Non guardate quelle foto e smettetela di sperare di assomigliare a loro. Nemmeno le modelle stesse, di persona, assomigliano alle loro foto. Certe volte anche io guardo le mie e non mi riconosco.

Le celebrities che si battono per il body positive

Il tema del body positive è molto caldo e sono diverse le celebrities che si sono espresse in questo senso, proprio perché consapevoli del loro potere mediatico e intenzionate a dire la loro cercando di cambiare le cose in meglio. Di recente era stata molto apprezzata la foto postata da Arisa su Instagram, in cui mostrava fieramente pancetta e cellulite, a dispetto di chi invece ritocca le foto per esibire ventre piatto e gambe toniche. Anche la giovane star di TikTok Addison Rae, spesso vittima di cyber bullismo per sua stessa ammissione, non si stanca mai di ripetere: «Amate il vostro corpo». Ospite di Silvia Toffanin, anche Alessia Marcuzzi ha detto la sua a Verissimo:

«Io combatto tanto il body shaming. Mi dispiace che le ragazze abbiano adesso un modello sbagliato, probabilmente anche noi del mondo dello spettacolo diamo un messaggio sbagliato, perché mettiamo delle foto troppo perfette. La perfezione è invece nel nostro difetto e nella nostra unicità.

Alessia Marcuzzi ha anche invitato le piattaforme social a prestare maggiore attenzione ai contenuti postati e ad occuparsi di più della difesa di chi subisce body shaming.