Sapevi che ogni zona dove nascono i brufoli ha un significato particolare? Sembra proprio che gli sorghi non nascano casualmente, ma che siano provocati da ragioni ben precise provocate da organismo, organi interni o addirittura alimentazione. E se è vero che si possono coprire con il make up, è meglio prevenirne la comparsa.

I brufoli che nascono sulla fronte ad esempio, sono sintomo di stress e mancanza di riposo corretto, ma anche di mal funzionamento di organi come fegato e intestino. Anche l'alimentazione ricca di zuccheri può provocare la comparsa di brufoli sulla fronte, così come i grassi e il junk food. I brufoletti che nascono sulle guance invece, sono provocati da disturbi dell'apparato respiratorio come mal di gola e raffreddore, oppure sono causati dal fumo. Meglio evitare i cibi troppo grassi e preferire le verdure a foglia verde. Quando tra le sopracciglia compaiono gli odiosi brufoletti rossi, magari anche sottopelle, è un segno che vi state facendo prendere la mano dai vostri vizi come fumo e superalcolici. Cercate di limitarne il consumo e soprattutto di fare dell'esercizio fisico e di dormire almeno 8 ore per notte.

Anche i cambiamenti ormonali possono provocare la comparsa di brufoli: quando nascono nella zona del mento ad esempio, indicano sbalzi a livello ormonale, ciclo mestruale o più semplicemente stress. Quando i brufoli compaiono introno alla bocca invece, è colpa di una dieta non troppo sana ed equilibrata, ricca di grassi e zuccheri che rallentano la digestione: è necessario in questo caso evitare cibi fritti, formaggi e dolci, e preferire frutta e verdura di stagione. I brufoli possono anche essere sintomi di un'influenza in arrivo: le basse difese immunitarie infatti provocano sfoghi sulle tempie prima, dopo e durante il periodo di malattia: meglio quindi prevenire con un‘alimentazione corretta per evitare l'influenza.