Si è tenuta ieri al Dolby Theatre di Hollywood la 90esima edizione dei premi Oscar, durante la quale sono state assegnate le ambite statuette agli artisti più talentuosi e ai film più belli dell'ultimo anno. Le star che hanno calcato il red carpet non hanno solo sfoggiato i loro look più glamour, da Jennifer Lawrence apparsa più sexy che mai a Lupita Nyong'o con gli occhiali da vista, hanno anche colto l'occasione per mostrare il loro sostegno al movimento Time's Up. Come era già capitato ai Golden Globes, dove tutti hanno indossato abiti neri per combattere ogni forma di abuso o molestia contro il sesso femminile sul lavoro, anche agli Oscar le celebrities hanno aggiunto un piccolo dettaglio in segno di solidarietà all'outfit, una spilla con su la scritta del movimento.

Le star indossano una spilla per sostenere il movimento Time's Up

Time's Up è il movimento nato qualche mese fa, per la precisione dopo lo scalpore creato dal caso del produttore Harvey Weinstein, che intende combattere ogni forma di molestia e abuso contro il sesso femminile sul lavoro. Le star hanno più volte mostrato il loro sostegno alla lotta, soprattutto durante eventi mondani seguiti in tutto il mondo come i Golden Globes, e anche agli Oscar non hanno potuto fare a meno di aggiungere un piccolo accessorio all'outfit per dimostrare che è finito il tempo del silenzio.

Sono state moltissime quelle che hanno indossato una piccola spilla decorata con il nome del movimento, da Jane Fonda che l'ha applicata alla scollatura, a Sandra Bullock che ha preferito metterla sulla clutch bag, fino ad arrivare a Emma Watson che addirittura si è fatta tatuare la scritta sul braccio. Non sono "mancati all'appello" neppure gli uomini: Patrick Stewart, Sam Rockwell e Richard Jenkins sono solo alcuni di quelli che hanno sfoggiato la spilla. Insomma, quello della violenza sulle donne è un tema più attuale che mai, quale migliore occasione degli Academy Awards per ribadire il proprio impegno in una casa tanto importante?