La dispareunia è un dolore che la donna prova durante un rapporto sessuale e che può verificarsi per motivi anche differenti tra loro sia di natura fisica che psicologica. I sintomi della dispareunia si possono avvertire con fitte, durante il rapporto, con il contatto, la penetrazione, oppure solo con alcuni partner ma possono verificarsi anche dopo il sesso con prurito e bruciore.

Possiamo distinguere due tipi di dispareunia, superficiale e profonda, in base alle parti del corpo interessate. La dispareunia è superficiale se localizzata all'ingresso della vagina e le cause possono essere sia psicologiche che fisiche e, spesso, è difficile diagnosticarle subito.  La dispareunia è profonda quando il dolore interessa la zona pelvica e compare quando il pene tocca il collo dell'utero. Può essere sintomo di un'endometriosi non ancora esplosa ma le cause possono interessare malattie dell'utero o croniche dell'intestino. Il dolore può promanarsi anche a causa di alcune posizioni sessuali, particolarmente profonde, ed è, per questo, che è sempre consigliato, durante il rapporto sessuale, la lubrificazione vaginale.

Tra le cause psicogene rientra il vaginismo, cioè lo spasmo dei muscoli perineali e peri-vaginali per cause principalmente legate all'ansia. Capita, spesso, durante il primo rapporto sessuale e comporta anche una scarsa lubrificazione della vagina.

Cause della dispareunia

Come abbiamo già visto, le cause della dispareunia possono essere psicologiche e fisiche ma ci sono dei fattori che incidono fortemente su questo disturbo. Spesso, tra le cause psicologiche, rientrano il calo del desiderio oppure violenze sessuali domestiche.

Le cause psicosessuali sono favorite da disturbi della libido, molestie e violenze sessuali, ansia e depressione. Spesse volte, tre le cause psicosessuali che favoriscono la dispareunia, coesistono più disturbi sessuali come, per esempio, il vaginismo, la diminuzione dell'eccitazione, la caduta del desiderio, ecc. La dispareunia potrebbe essere scatenata anche da alcuni episodi dell'infanzia: le donne che hanno subìto stupri o violenze sessuali da giovani, tendono a lamentare disturbi di natura sessuale anche nell'età adulta e la dispareunia rientra in questa categoria. Molto spesso i rapporti amorosi arrivano ad un punto di rottura a causa di una insana vita sessuale. In particolare, sono molte le donne che soffrono di alcuni problemi che rendono il sesso così doloroso da trasformarlo in un’esperienza traumatica. Tali disturbi vengono solitamente nascosti poiché considerati troppo imbarazzanti e sfociano nella dispareunia.

Infezioni vaginali, come la candidosi, potrebbero, invece, incidere sulla natura biologica del dolore durante il rapporto generando, quindi, una diminuzione della libido e, di conseguenza, una penetrazione dolorosa.

Sarah Jarvis, una ginecologa londinese, ha dichiarato: “La cosa importante da ricordare è che bisogna individuare la causa del problema. Anche se si prova vergogna per fastidi come questo, le donne dovrebbero cominciare a farsi visitare dal medico di famiglia”. Infezioni, infiammazioni o altri problemi fisici e psicologici sono le possibili cause di un disturbo del genere e basta una visita specialistica per trovare la cura adatta. La dispareunia si presenta soprattutto durante la menopausa, quando il corpo della donna cambia. Diminuiscono gli estrogeni, gli ormoni che mantengono i tessuti umidi e sani, e di conseguenza si può andare incontro a secchezza vaginale.

Dispareunia: rimedi e cure

Per curare la dispareunia bisogna rivolgersi al ginecologo, non appena si verificheranno i primi disturbi, che, solo dopo un esame, riuscirà a capirne le cause. Gel e creme sono le soluzioni più semplici per arginare, anche solo momentaneamente, il problema. Aumentano il flusso sanguigno e migliorano la lubrificazione, rendendo il sesso praticabile.

Le cure per la dispareunia possono essere farmacologiche, psicoterapeutiche ma anche chirurgiche, in casi gravi. Si può intervenire sul tono del muscolo elevatore dell'ano con esercizi ad hoc oppure il ginecologo può introdurre terapie ormonali. In entrambi i casi, però, il medico offrirà una terapia di riduzione del dolore sia con rimedi naturali che con cure farmacologiche.

Secondo alcuni medici è necessario rivedere anche le proprie abitudini alimentari o l'abbigliamento favorendo l'introduzione di integratori o di rimedi naturali a base di soia. Evitate diete drastiche e bevete molto.