Le tarme sono quei piccoli insetti che somigliano a farfalle, le cui larve si nutrono dei nostri vestiti in lana, seta e cotone, provocando dei grandi fori che danneggiano i nostri capi di abbigliamento. Prediligono i tessuti sporchi o umidi e si riproducono velocemente all'interno di armadi e cassetti. Scoprire la loro esistenza non sempre è semplice in quanto depongono le loro uova solo quando sono al buio, inoltre è difficile individuare le larve, se non con un controllo accurato. Appena notiamo delle piccole farfalle che svolazzano tra vestiti e indumenti, significa che l'attacco è già avvenuto: è il caso quindi di correre ai ripari per liberarsene quanto prima. Ma, invece di utilizzare prodotti prodotti chimici come la naftalina, possiamo ricorrere a degli ottimi rimedi naturali per allontanare le tarme dai vestiti in modo semplice ed efficace. Inoltre è importante seguire degli accorgimenti per prevenirle, mettendo in atto semplici consigli.

Come eliminare le tarme dai vestiti con i rimedi naturali

Le tarme si vedono a occhio nudo? Le femmine delle tarme si riconoscono perché si muovono saltellando e non volando. A volte può anche capitare di trovarle già morte in fondo agli armadi: significa che hanno finito il loro ciclo vitale e che hanno deposto le uova: quasi sicuramente, quindi, le larve stanno danneggiando i nostri abiti. Le larve sono più difficili da individuare, serve un'osservazione accurata ma si vedono a occhio nudo: sono bianche e hanno la testa marroncina, inoltre lasciano degli escrementi rotondi nella lana.

In questi casi per prima cosa dobbiamo togliere tutti i vestiti che ci sono nell'armadio e inserire uno per uno i capi rovinati in buste di plastica, per poi metterli nel freezer dove resteranno per almeno 24 ore: le basse temperature distruggeranno eventuali larve. Una volta tolti dal freezer i vestiti vanno tenuti all'aperto per un paio di giorni per farli asciugare bene e poi devono essere lavati e riposti asciutti e mai umidi, inoltre l'armadio va ripulito bene con l'aspirapolvere. Ma vediamo ora come eliminare le fastidiose tarme e come tenerle lontane dai nostri vestiti con semplici metodi naturali.

Acqua e aceto: per eseguire un lavaggio che elimini in modo efficace le tarme dai vestiti, utilizzate prima acqua e aceto per poi procedere con il normale lavaggio scegliendo un sapone neutro igienizzante. Prima del lavaggio effettuate una sbattitura dei capi e teneteli al sole per alcune ore.

Lavanda: la lavanda è uno dei repellenti naturali contro le tarme che servirà anche a profumare la nostra biancheria. Con i fiori essiccati si possono preparare dei piccoli sacchetti da inserire tra i vestiti. Potete anche utilizzare l'olio essenziale di lavanda con cui bagnare dell'ovatta o dei piccoli cuscini. L'odore della lavanda è molto sgradito alle tarme che si allontaneranno evitando di deporre uova.

Chiodi di garofano: i chiodi di garofano sono una spezia facile da reperire e che funziona anche in modo efficace per sconfiggere le tarme eliminandole dai nostri vestiti. Hai un odore forte e pepato che funge da repellente per le tarme e sono un'ottima alternativa alla canfora. Possiamo metterli tra gli indumenti inseriti all'interno di un'arancia, oppure dentro sacchetti da mettere nelle tasche di giacche e pantaloni.

Cannella: un altro efficace rimedio naturale contro le tarme è la cannella che possiamo utilizzare in stecchette inserite in sacchetti da mettere tra gli abiti, oppure in polvere, da mettere in contenitori forati. Potete utilizzare anche l'olio essenziale sistemando le boccettine tra gli abiti. La cannella ha un odore pungente che fa scappare le tarme salvando l'integrità dei nostri vestiti.

Bucce di arancia e cedro: le bucce di arancia sono un'altro rimedio efficace e davvero semplice da reperire: vi basterà seccare le bucce di arancia e metterle all'interno di sacchetti da posizionare tra gli indumenti. Ricordate di cambiarle appena l'odore sfuma così che non perda di efficacia. In alternativa potete utilizzare il cedro per allontanare le tarme dai vestiti: potete appenderlo tra i capi di lana sull'appendiabiti, oppure mettere le bucce nei sacchetti e inserirli nelle tasche di giacche e pantaloni.

Alloro: altro rimedio odiato dalle tarme è l'alloro, le sue foglie hanno un profumo molto aromatico che riesce ad allontanare le tarme per lungo tempo. Le foglie possono essere utilizzate secche e tritate da inserire nei sacchetti. Cambiate le foglie ogni 3 mesi circa per avere un effetto sicuro e duraturo. Non sarà difficile trovare le foglie di alloro, si tratta di una pianta sempreverde e che troviamo tutto l'anno.

Patchouli: il patchouli possiamo utilizzarlo come rimedio antitarme per i nostri vestiti utilizzando il suo olio essenziale: versatene 5 o 6 gocce su un piccolo cuscinetto da inserire sulla base dell'armadio o dei cassetti. Oltre a tenere lontane le odiate tarme, difendendo i nostri abiti, donerà anche una piacevole fragranza.

Tra i metodi per combattere le tarme mangia vestiti c'è anche un trattamento innovativo per mandarle via definitivamente messo a punto dalla Rentokil, un'azienda leader nel settore disinfestazione: un profumo a base di feromoni che impedisce alle tarme di riprodursi mettendo in salvo abiti e indumenti.

Cosa fare in caso di infestazione da tarme?

Nel caso in cui le tarme abbiano infestato i nostri abiti allora bisogna ricorrere a soluzioni di emergenza:

  • lasciate gli indumenti attaccati dalle tarme in acqua calda a 60° per 10/15 minuti, tranne quelli di lana che possono infeltrirsi;
  • nel caso di indumenti di lana congelateli in freezer a -18°C per 48 oppure spazzolateli per distruggere le uova;
  • si i capi sono molto danneggiati buttateli via e pulite in modo molto accurato stanza e armadio con aspirapolvere e una soluzione di acqua e aceto.

Come prevenire le tarme: trucchi e consigli utili

Se vogliamo che le tarme non attacchino i nostri vestiti dobbiamo mettere in atto dei semplici accorgimenti che salveranno i nostri indumenti. Ecco alcuni consigli.

  • La prima cosa da fare contro le tarme è evitare che entrino in casa: anche se depongono le uova al buio, sono attratte dalla luce, facciamo attenzione quindi soprattutto in estate tenendo chiuse le tende o utilizzando delle zanzariere;
  • ad ogni cambio di stagione lavate con cura gli abiti e riponeteli ben asciutti in sacchetti per indumenti forniti di cerniera, soprattutto se si tratta di giacche, cappotti e maglioni;
  • ogni tre mesi circa fate arieggiare gli armadi e i cassetti e controllate che non ci siano tracce di umidità e puliteli, se necessario;
  • controllate anche gli abiti periodicamente per assicurarvi che non siano stati attaccati dalle larve. Quando potete, mettete i vestiti al sole per alcune ore, anche se sono puliti: le tarme prediligono gli abiti che restano depositati per molto tempo negli armadi.
  • inoltre le tarme amano i luoghi freschi, quindi evitate di tenere armadi in stanze troppo fredde, preferendo locali dove c'è il riscaldamento;
  • lavate gli abiti in lino e cotone ad alte temperature per eliminare eventuali larve. Non fatelo con la lana che potrebbe infeltrirsi, in questo caso fate un lavaggio delicato e fare asciugare molto bene i capi prima di riporli.